02 LUG 2002

Dpef: Conferenza stampa di Antonio D'Amato al termine dell'incontro governo-parti sociali

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 4 min 23 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il presidente degli industriali soddisfatto per la scelta del governo di coinvolgere le parti sociali in vista di una manovra che conterrà "riforme strutturali" Roma, 2 luglio 2002 - Antonio D'Amato è il primo ad entrare nella sala stampa di Palazzo Chigi al termine dell'incontro tra governo e parti sociali, nel corso del quale sono state illustrate le linee guida del Dpef (Documento di Programmazione Economico e Finanziaria).

Il presidente degli industriali, è soddisfatto e sensibilmente ottimista sulla prospettiva del dialogo sociale e non lo nasconde.

In particolare D'Amato ha apprezzato
la scelta del governo di "di coinvolgere le parti sociali fin dall'inizio nella costruzione del Dpef".

Anche nel merito, D'Amato ha parlato di un documento di programmazione che "arricchito dagli accordi che si stanno perfezionando sul tavolo di confronto tra governo e parti sociali", potrà dare luce ad una manovra economica in cui siano contemplate le necessarie "riforme strutturali".

Il leader degli imprenditori italiani ha annunciato che da domani (mercoledi) vi sarà l'avvio di un negoziato non-stop che porterà alla riunificazione dei quattro tavoli di confronto finora attivi tra governo e parti sociali, in modo che gli accordi sul mercato del lavoro, sul fisco, sul mezzogiorno, e sul sommerso siano recepiti nel documento.

Ottimista anche sulla prospettiva di accordo: "Siamo molto vicini ad avere un punto di arrivo soddisfacente, anche se - ha precisato - è giusto che il dialogo vada avanti per consentire che tutti possano avere piena soddisfazione nella firma sull'accordo".

leggi tutto

riduci