15 LUG 2002

Seggi Vacanti: Marco Pannella, La Camera ha cessato di essere in flagranza di reato

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 min 50 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il leader radicale apprezza l'esito del voto della Camera e ringrazia i partecipanti al Satyagraha, offre un riconoscimento alla "forza" del Presidente Casini e a Filippo Mancuso, artefice del "felice rientro nella legalità" Roma, 15 luglio 2002 - "La Camera dei Deputati è uscita da una situazione di flagrante legalità ed è tornata ad essere una camera quale la Costituzione prescrive che sia".

Questo il commento di Marco Pannella ai microfoni di Radio Radicale sull'esito del dibattito parlamentare che ha finalmente trovato una soluzione sui seggi vacanti da oltre un anno.

I ringraziamenti
Il leader radicale ha subito inteso ringraziare quelli che ha definto "gli attori di questa bella pagina: gli oltre 3500 detenuti e i 3000 radicali che hanno dato vita ad un Satyagraha che è riuscito a dimostrare la forza della nonviolenza per garantire la vita del diritto e quindi il diritto alla vita".Un riconoscimento il leader radicale lo ha riservato anche al presidente della Camera Pierferdinando Casini che - sottolinea Pannella - "ha guidato questo rientro nella legalità con notevole forza e finalmente contro la tradizione di presidenti delle Camere comunisti, ligi alla ragion di stato e non al senso dello stato".Pannella ha poi voluto sottolineare il fatto che sia stato proprio Filippo Mancuso a porre termine alla vicenda ed a segnare "il felice di rientro nella legalità, a poche settimane dal giorno in cui sinistra d'accorto lo hanno 'giustiziato'", impedendone l'elezione a giudice costituzionale.

"La proposta Mancuso, indipendente dal merito della soluzione che propone - ha sottolineato Pannella - corrisponde agli obiettivi del Satyagraha".Verso la felice conclusione del Satyagraha In conclusione, il leader radicale ha espresso il proprio auspicio che domani "il presidente del Parlamento sia pari al presidente della Camera" e che dunque possa essere raggiunto il "voto utile" per l'elezione degli otto membri laici del Csm, con il quale il Satyagraha avrà raggiungo tutti i suoi obiettivi.

"Siamo tutti un po' più in buona salute, anzitutto la Repubblica e le Istituzioni - ha concluso - e domani anche il Parlamento dovrà seguire l'esempio della Camera, sicchè possiamo sostare un momento, con chi ha il sentimento di chi ha speso non male la propria giornata".

leggi tutto

riduci

  • Servizi correlati La Camera decide e rientra nella legalità Nel dibattito alla Camera il riconoscimento della forza del Satyagraha Audiovideo: Il dibattito parlamentare Audiovideo: Le dichiarazioni di voto ed il voto
    0:00 Durata: 3 min 50 sec