17 LUG 2002

Immunità parlamentare: Intervista al deputato Nitto Palma dopo il ritiro dell'emendamento

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 min 45 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il deputato azzurro ha ritirato il proprio emendamento che garantiva l'immunità totale per i parlamentari in carica.

"Giallo" sul ruolo di Berlusconi.

Roma, 17 luglio 2002 - Il deputato di Forza Italia Francesco Nitto Palma ha ritirato il suo emendamento alla riforma dell'immunità parlamentare all'esame della commissione Affari Costituzionali della Camera.

"A fronte di un dibattito particolache si è innescato nel paese dai toni insultanti - ha spiegato - preferisco ritirare il mio emendamento per trasformarlo in una proposta di legge affinché si creino spazi e condizioni per un dibattito
serio e approfondito, che porti ad una soluzione ampia e condivisa".

Francesco Nitto Palma quindi ha annunciato che presentera' una proposta di legge per riformare l'immunità parlamentare: "Continuo a ritenere che la materia debba essere affrontata, che un sistema lacunoso debba essere completato, con laicità e senza pregiudizi".

"Temo fortemente - ha aggiunto - che il sistema così come è adesso, possa portare a situazioni di forte incompatibilità istituzionale e anche con incidenze di rilievo sugli assetti democratici".

Anche se nell'intervista a Radio Radicale, il deputato azzurro ha sottolineato di aver assunto le proprie decisioni in maniera assolutamente autonoma, il portavoce del premier Paolo Bonaiuti in una dichiarazione aveva precedentemente affermato che la richiesta di ritiro dell'emendamento era stata avanzata dallo stesso Berlusconi.

leggi tutto

riduci