19 SET 2002

MO: Israele assedia Arafat: Consegnaci i terroristi

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "MO: Israele assedia Arafat: Consegnaci i terroristi", registrato giovedì 19 settembre 2002 alle 00:00.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Esteri.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Attentato a Tel Aviv, 6 morti

    Dopo l'attentato di Tel Aviv sale la tensione in medio oriente<p>19 settembre 2002 - Una sessione straordinaria del Consiglio di sicureùzza israeliano ha deciso all'unanimità nella sera di Giovedi di isolare Yasser Arafat, confinandolo nel suo quartier generale a Ramallah, dove pochi minuti è scattato l'assesio dei tank dell'esercito israeliano.<p>Il Consiglio ha chiesto inoltre l'immediata consegna dei 15-20 palestinesi ricercati da Israele che si nascondono nel quartier generale di Arafat. <p>La decisione è giunta ad alcune ore di distanza dall'attentato suicida che ha ucciso 5 persone e ne ha ferite almeno una sessantina su un autobus a Tel Aviv. <p>L'azione israeliana non si è limitata solo a Ramallah ma nella tarda serata di giovedi le forze militari israeliane sono penetrate nella città di Beit Hanoun nel nord della striscia di Gaza. <p>Respinta l'ipotesi di espulsione<p>Testimonianze riferiscono di scontri a fuoco tra l'esercito della stella di Davide e miliziani palestinesi, nel corso del quale almeno due soldati israeliani sono stati feriti per l'esplosione di una mina. <p>Secondo quanto si è appreso, il Consiglio di sicurezza ha rigettato la proposta di esiliare Arafat da Ramallah, a seguito delle opposizioni del ministro della difesa Benjamin Ben-Eliezer e del ministro degli esteri Shimon Peres. <p>Anche gli esponenti dello Shin Bet e dell'intelligence hanno contrastato la proposta sottolineando che l'espulsione avrebbe creato non pochi problemi diplomatici ad Israele, rilanciando invece l'immagine di Arafat nel mondo. <p>In precedenza Sharon aveva annunciato la propria intenzione di "cacciare" Arafat, ma dopo le obiezioni, la proposta non è stata nemmeno messa ai voti. Il Consiglio ha inoltre deciso la chiusura totale di tutti i territori e la ripresa della restrizioni nei confronti dei palestinesi che erano state recentemente alleggerite. <p>Stretta sui terrirori<p>Il portavoce di Sharon, Gideon Meir ha precisato che l'operazione a Ramallah è volta a catturare una ventina di ricercati che si nascondono nel quartier generale. <p>Sul fronte palestinese, il portavoce di Arafat, Nabil Abu Rudeineh ha denunciato l'aggressione israeliana ed ha chiesto l'intervento della comunità internazionale. "Arafat sta bene - ha detto - ma la situazione è molto pericolosa". Soprattutto Rudeineh ha negato di aver ricevuto qualsiasi richiesta dal governo israeliano, nè tantomeno che alcun ricercato sia presente a Ramallah. <p>Israele ha imposto il coprifuoco in tutti i territori palestiensi, con l'esclusione di Ebron e rastrellamenti ed arresti sono in corso anche nella zona di Tulkarm.