30 OTT 2002

PR: Pannella al Tg1 denuncia l'ingerenza della Federazione Russa sul congresso di Tirana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 min 19 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il leader radicale denuncia le pressioni russe su Tirana per impedire la partecipazione di esponenti ceceni al Congresso che domani parte in Albania Roma-Tirana, 30 ottobre 2002 - L'edizione delle 17 del tg1 ha ospitato un intervento telefonico di Marco Pannella alla vigilia del congresso del Partito Radicale transnazionale che domani (giovedi) si aprirà a Tirana, nel corso del quale il leader radicale ha denunciato l'ingerenza russa.

"L'ambasciata russa - ha dichiarato Pannella - proseguendo nelle sue tradizioni da trentanni ad oggi, è intervenuta sul governo albanese perchè impedisca
l'ingresso in Albania di alcuni esponenti, in particolare nei confronti degli esponenti ceceni, tra cui Omar Khanbiev che per anni ci ha rappresentato a livello internazionale, in sede Onu e di Parlamento Europeo".

Il leader radicale respinge l'ipotesi che le pressioni russe possano avere effetti sul congresso: "Quello che è certo - ha affermato - è che il congresso si terrà nella pienezza dei partecipanti".

L'arresto di Zakayev L'assise radicale sta diventando un caso diplomatico internazionale dopo l'arresto del vicepremier ceceno Ahmed Zakayev, braccio destro del presidente ceceno Aslan Mashkadov operato dalla polizia danese al termine del congresso della diaspora cecena, tenutosi a Copenaghen.

L'esponente politico ceceno è accusato di aver complottato alcuni attentati terroristici tra il 1996 e il 1999 e di essere il mandante dell'assalto al teatro moscovita della scorsa settimana.

Zakayev, in realtà, è stato l'ultimo uomo del governo ceceno (eletto sotto l'egida dell'Osce nel 1997 e poi disconosciuto da Mosca due anni dopo) ad avere un contatto con emissari del Cremlino alla fine del 2001 nel tentativo di trovare una soluzione negoziata della guerra russo-cecena, che però naufragarono subito dopo.

Le proteste russe Anche Zakayev, come Omar Khanbiev ed altri esponenti del governo ceceno atteso a Tirana per il congresso del PR, ma in mattinata erano giunte notizie dall'ambasciata russa che annunciavano una dura presa di posizione da parte di Mosca contro il governo albanese.

Infatti - riferiva una nota dell'Agi - la Federazione Russa giudica una provocazione la presenza di "terroristi ceceni" nella capitale albanese e "soprendente" la presenza del ministro della Difesa albanese Pandeli Majko all'annuncio (in una conferenza stampa con Marco Pannella, tenutasi ieri) della partecipazione di esponenti ceceni al congresso di Tirana del Partito Radicale Transanazionale.

leggi tutto

riduci

  • Il video del servizio del tg1 con le dichiarazioni di Pannella

    0:00 Durata: 1 min 19 sec