19 APR 2001

Andreotti: Cominciato il processo d'appello (Interviste ai protagonisti)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 15 min 1 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Andreotti: Cominciato il processo d'appello (Interviste ai protagonisti)", registrato giovedì 19 aprile 2001 alle 00:00.

Tra gli argomenti discussi: Giustizia.

La registrazione video ha una durata di 15 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • La corrispondenza di Sergio Scandura

    Palermo, 19 aprile 2001 - Documento sonoro della corrispondenza e delle interviste realizzate dal nostro inviato, Sergio Scandura, al Processo d'Appello a Giulio Andreotti, imputato per concorso esterno in associazione mafiosa ed assolto al termine del giudizio di primo grado. <br>Questa fase del procedimento contro l'ex Presidente del Consiglio, si svolge davanti alla prima corte di appello presieduta dal giudice Salvatore Scaduti e dai giudici <em>a latere</em> Gioacchino Mitra e Mario Fontana. La procura generale è rappresentata da Daniela Giglio e Anna Maria Leone, entrambe reduci da due recenti sconfitte in processi di mafia. Il processo nasce dal ricorso presentato dai pubblici ministeri, Lo Forte e Scarpinato, in seguito alla assoluzione disposta dai giudici della V sezione del Tribunale del capoluogo siciliano, e non firmato dal procuratore capo Pietro Grasso. I pubblici ministeri puntano a rimettere in discussione innanzitutto l'impianto delle motivazioni che hanno assolto Andreotti e sostengono l'esistenza di un 'patto di potere' tra questi e Cosa Nostra. Nelle 138 pagine d'integrazione dei motivi d'appello, aggiunte dai magistrati della Direzione Investigativa Antimafia, si insiste sull'attendibilità del teste che avrebbe assistito nel 1979 all'incontro tra il senatore a vita ed il boss Nitto Santapaola. Andreotti è difeso dagli avvocati di sempre: Franco Coppi, Gioacchino Sbacchi, Giulia Buongiorno ed Edoardo Ascari. <br> Nella cronaca processuale, s'inseriscono le polemiche provocate dal libro di Giancarlo Caselli, scritto insieme al sostituto procuratore Antonino Ingroia, che con accenti critici riconsiderava l'operato della corte che ha assolto Giulio Andreotti. Il libro ha provocato le dimissioni, poi rientrate, di uno dei giudici a latere, Salvatore Barresi, storico esponente di Magistratura Democratica e sarà riproposto domani alle 17.30 a Palermo, alla presenza di Pino Arlacchi, vice Segretario Generale delle Nazioni Unite.<br> Le critiche riguardavano anche il collegio di difesa del senatore a vita; proprio sulla questione, Sergio Scandura, ha intervistato l'avvocato Sbacchi ed ha raccolto le dichiarazioni alla stampa degli avvocati Coppi e Buongiorno.<br>
    0:00 Durata: 5 min 28 sec
  • Le dichiarazioni di Coppi e Buongiorno

    0:05 Durata: 7 min 54 sec
  • L'intervista all'avvocato Gioacchino Sbacchi

    0:13 Durata: 1 min 39 sec