29 MAG 2001

Seggi vacanti: Le opinioni di Caianielllo e Ainis a confronto

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 28 min 30 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Seggi vacanti: Le opinioni di Caianielllo e Ainis a confronto", registrato martedì 29 maggio 2001 alle 00:00.

La registrazione video ha una durata di 28 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Introduzione di Claudio Landi

    Roma, 29 maggio 2001, h:14:30 - La questione dei seggi vacanti alla Camera divide anche i più autorevoli costituzionalisti. Claudio Landi, per Radio Radicale, ha intervistato Vincenzo Caianiello, presidente emerito della Corte Costituzionale, e Michele Ainis, docente di diritto pubblico all'Università di Teramo. Il giurista napoletano, sostenendo che il principio di completezza del Parlamento contenuto nell'art. 56 della Costituzione è un mero criterio organizzativo-funzionale, ha dichiarato che la Camera anche senza i suoi 630 deputati potrà "tranquillamente" eleggere il suo presidente e nominare la Giunta Definitiva che risolverà la questione. Più critico, Ainis, ha invece eccepito che l'applicazione pedissequa del regolamento viola la Costituzione, proprio perchè contrasta con il principio inviolabile che impone il plenum per la costituzione della Camera. Secondo l'autorevole costituzionalista una possibile soluzione del rompicapo, potrebbe essere quella di disapplicare la norma in questione, che tra l'altro ha rango inferiore, e assegnare i seggi anche alle liste che non hanno raggiunto il 4%. Questa ipotesi rispetterebbe l'art.48 Cost. impedendo quella violazione del diritto di voto e della rappresentatività dello stesso che consegue invece alla decisione presa quest'oggi dall'Ufficio Centrale della Corte di Cassazione. Caianiello, tuttavia, non si dichiara convinto. <br>
    0:00 Durata: 1 min 8 sec
  • Vincenzo Caianiello, presidente emerito della Corte Costituzionale: «Se si facesse prevalere la "completezza" si sacrificherebbe nel suo nucleo essenziale l'art.48»

    0:01 Durata: 3 min 33 sec
  • Michele Ainis, professore di Diritto Pubblico Università di Teramo: «Applicare il regolamento viola la Costituzione, i seggi potrebbero essere assegnati anche alle liste che non hanno raggiunto il 4%»

    0:04 Durata: 8 min 4 sec
  • Vincenzo Caianiello: «La 'completezza' non è un valore costituzionale»

    0:12 Durata: 7 min 14 sec
  • Michele Ainis: «Conseguenza della decisione della Giunta delle Eezioni potrebbe essere un conflitto di attribuzioni con la Corte di Cassazione»

    0:19 Durata: 2 min 40 sec
  • Vincenzo Caianiello: «Mancano i presupposti per un conflitto, il nuovo Governo potrebbe tranquillamente abrogare l'art.11»

    0:22 Durata: 2 min 52 sec
  • Michele Ainis: «Se la Corte Costituzionale desse torto al Parlamento, questo potrebbe poi ridimensionare il suo ruolo»

    0:25 Durata: 1 min 11 sec
  • Vincenzo Caianiello: «Il plenum resta un problema organizzativo-funzionale»

    0:26 Durata: 1 min 48 sec