09 LUG 2001

Seguito audizione testi (Cannella)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 49 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Palermo, 9 luglio 2001 - Nel corso dell'udienza viene escusso il collaboratore di giustizia Tullio Cannella, il primo pentito che, in un interrogatorio del novembre '95, riferì un episodio che porterebbe a dedurre contatti tra Marcello Dell'Utri e i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano.

Nella deposizione di quest'oggi Cannella ricostruisce i suoi contatti con Leoluca Bagarella e la decisione di quest'ultimo di costituire dapprima il movimento politico Sicilia Libera e di appoggiare Forza Italia, poi.

Il movimento di matrice indipendentista Sicilia Libera, a cui era interessato anche Bernardo
Provenzano, fu seguito dallo stesso Cannella, aveva candidati in tutta la Sicilia ed ebbe contatti anche con la Lega Nord.

"Bagarella - è il racconto del teste - cominciò a chiedermi delle cortesia.

Aveva appreso che io bene o male conoscevo delle persone che si occupavano di politica attiva, che comunque erano nel sociale.

Voglio precisare che non voglio ledere la dignità di nessuno, di quelle persone che sono assolutamente motivate da una volontà di fare dell'attività politica seria, di interessarsi del sociale ed anche dei sicilianisti, veri, cioè gente che capiva la sicilianità, esaltava i valori della sicilianità e quindi da questo avere anche un movimento sicilianista.

Senza che questo fosse un programma organizzato con ambienti criminali.

Fu costituita 'Sicilia Libera' nell'ottobre del '93.

Vi fu un incontro a Lamezia Terme di tutti i movimenti indipendentisti per una lista unitaria comune in occasione delle politiche del '94, c'era un certo Marchioni inviato della segreteria nazionale della Lega Nord".

Più avanti Cannella riferisce che alla riunione erano presenti anche un probabile membro della direzione nazionale della LN, un certo Tempesta, e alcuni rappresentanti di Alleanza Nazionale.

Il teste puntualizza, tuttavia, più volte, che la riunione in oggetto ebbe carattere politico e non mafioso.

La deposizione prosegue analizzando il fallimento di quel progetto - spiega il teste - "sia per ragioni economiche che pratiche".

Il risultato fu che Bagarella decise - "tramite candidati" - di appoggiare Forza Italia.

Cannella a questo punto domandò se era possibile inserire un proprio candidato nelle liste del partito.

"Bagarella - racconta il teste- mi disse che avrebbe parlato con una persona.

Allora, si sapeva che l'onorevole Miccichè si stava occupando della creazione delle liste in Sicilia con un certo La Porta.

Quindi Bagarella mi disse 'ho una persona che può arrivare a Miccichè'.

Dopo venne un certo Nino Mangano e mi disse che da lì a breve mi sarei dovuto tenere rintracciabile per parlare con un altro Mangano, mi pare Vittorio.

Io pensai che la persona di cui parlasse Bagarella fosse Dell'Utri, ma l'incontro con Vittorio Mangano non c'è mai stato.

Dopo un po' Bagarella mi disse che non c'era niente da fare per il mio candidato da inserire in Forza Italia".

Il collaboratore di giustizia nega di avere mai avuto rapporti diretti con l'imputato Dell'Utri.

"Non ho mai conosciuto l'onorevole Dell'Utri.

Una volta Cesare Lupo mi avvertì che il cognato aveva subito una perquisizione e che i carabinieri gli avevano chiesto se conoscesse Dell'Utri.

Mi chiese quindi che io, avrei dovuto negare di conoscerlo.

Ma io non avevo nulla da dire". .

leggi tutto

riduci

  • Appello delle parti

    <strong>Indice</strong><p>Seconda sezione penale del Tribunale di Palermo presieduta dal Dott. <strong>Leonardo Guarnotta</strong><br>
    0:00 Durata: 2 min 6 sec
  • I contatti mafiosi del teste

    <strong>Il pubblico ministero Domenico Gozzo escute il teste Tullio Cannella, collaboratore di giustizia</strong>
    0:02 Durata: 27 min 45 sec
  • La costituzione di Sicilia Libera

    0:29 Durata: 8 min 53 sec
  • La decisione di appoggiare Forza Italia

    0:38 Durata: 43 min 12 sec
  • L'assenza di contatti diretti con Dell'Utri

    1:21 Durata: 26 min 39 sec
  • Presidente

    L'udienza è tolta e l'attività istruttoria è aggiornata al 16 luglio 2001, h9:00<br> <em>Breve sospensione</em>
    1:48 Durata: 1 min 23 sec