05 OTT 2001

Polizia Penitenziaria: L'elogio di Castelli

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 16 min 39 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 5 ottobre 2001 - "Sono orgoglioso di voi, per come agite nel quotidiano e per come sapete gestire le emergenze.

Nelle difficilissime ore di Genova, ho potuto vedere personalmente con quale spirito di sacrificio e di abnegazione avete lavorato, in una situazione di emergenza e, dobbiamo dirlo a chiare lettere, di pericolo".

L'elogio alla polizia penitenziaria arriva dal ministro della Giustizia Roberto Castelli, per il quale tuttavia "questo non significa naturalmente coprire le responsabilità di chi eventualmente avesse mancato, perchè non bisogna mai dimenticare il nostro dovere e le
prerogative assegnate dalla Costituzione al cittadino".

Parlando alla presenza, fra gli altri, del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi - che ha consegnato gli encomi solenni - del presidente del Senato Marcello Pera, del vicepresidente della Camera Clemente Mastella, del capo dipartimento dell'amministrazione penitenziaria Giovanni Tinebra, del presidente della Corte Costituzionale Cesare Ruperto, del capo della polizia Gianni De Gennaro, del procuratore nazionale antimafia Pier Luigi Vigna e del rappresentante italiano in Eurogiust Giancarlo Caselli, il ministro della Giustizia Castelli ha sottolineato che "la sicurezza é un valore fondamentale della nostra civiltà, assieme alla libertà, alla democrazia e alla giustizia.

Mai come oggi, dopo quanto è successo a New York, dobbiamo difendere questi valori con tutte le nostre forze.

La sicurezza e la giustizia - ha ricordato Castelli - vanno di pari passo: e la polizia penitenziaria è la spada della giustizia".

Il ministro ha anche osservato come "nella Finanziaria vi siano stati segnali concreti, come il potenziamento delle risorse per la sicurezza destinate anche, ma non solo, all'adeguamento del trattamento economico, pur importante: la modernizzazione nel campo della sicurezza é la stella polare che dovrà guidarci nel difficile cammino che abbiamo di fronte".

leggi tutto

riduci