11 MAR 2002

Cecenia: L'Europarlamento dice no al dibattito (sospeso il Satyagraha)

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 47 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Dupuis: "Una pagina di vergogna e tristezza"Strasburgo, 11 marzo 2002 - Su proposta dei gruppi Ppe e Pse, il parlamento europeo ha deciso con 154 voti a favore e 68 contrari di togliere il punto «Cecenia» dall'ordine del giorno della sessione plenaria.Il popolare Hans-Gert Poettering ed il socialista Herr Jannis Sakellariou nel dibattito di questo pomeriggio hanno spiegato che è preferibile aspettare la visita di una delegazione del Parlamento Europeo a Mosca e che «al più tardi a maggio», hanno tutta l'intenzione di «riprendere la tematica perché se ne discuta in modo dettagliato».

«Continuiamo - ha dichiarato l'europarlamentare tedesco - ad essere impegnati per la Cecenia, vogliamo solo toglierla dall'ordine del giorno di questa settimana».

Dupuis: «Il Parlamento si copre di vergogna»«La decisione della plenaria di eliminare la questione della Cecenia dall'ordine del giorno di questa sessione deve esser iscritta come giorno di vergogna e di tristezza del Parlamento europeo» - ha commentato Olivier Dupuis.

«Rimandare sine die il dibattito su una tragedia che ha già fatto oltre 200.000 morti e 400.000 rifugiati nello spazio di qualche anno è cosa indegna di un Parlamento democratico.

Farlo con l'alibi di una delegazione del PE che si renderà prossimamente a Mosca, dà la misura di quanto il Parlamento sia sempre più spesso forte con i deboli e deboli con i forti».«Un comportamento - aggiunge il segretario del Prt - che ricorda quelli degli odiati tempi di Daladier e Chamberlain avant'ieri, dell'Europa rispetto a Pol Pot e Milosevic ieri.

Un comportamento che riflette, come ai tempi di Stalin o di Breznev, la poca importanza che l'Unione Europea da alla democrazia e allo Stato di diritto per 150 milioni di Russi il cui paese è a poco a poco sequestrato da un'autocrazia affarista e criminale che prospera sulla tragedia della Cecenia».

Il satyagraha è sospesoFortunatamente per i radicali, il Presidente della Delegazione parlamentare con la Russia, Bart Staes, conferma la propria decisione di ricevere giovedì al Parlamento europeo i Ministri Ceceni Zakaev, Akhmadov e Khanbiev.Per Dupuis è un primo successo, che lo convince a sospendere l'iniziativa nonviolenta di dialogo coi colleghi del Pe che, 18 giorni fa aveva portato il segretario a iniziare uno sciopero della fame.

Ringraziandoli, il segretario del Prt invita Umar Khanbiev, ministro ceceno della sanità e Andrei Rodionov, segretario dell'Associazione Radicale Antimilitarista di Mosca ad interrompere anche loro lo sciopero della fame.

Lo stesso appello i radicali rivolgono alle circa 500 persone provenienti da oltre 35 paesi - tra i quali numerosi Russi e Ceceni - che avevano deciso di partecipare da domani sera ai due giorni di sciopero della fame in sostegno all'azione del Parlamento europeo.

«Occorre prepararsi - conlude Dupuis - ad un'iniziativa più vasta nelle prossime settimane per ottenere che la maggioranza del Parlamento europeo decida di dibattere e di assumere delle decisioni coraggiose sulla questione della Cecenia».

leggi tutto

riduci

  • Hans-Gert POETTERING (PPE, Germania)

    <strong>Indice</strong>
    0:00 Durata: 1 min 16 sec
  • Olivier DUPUIS (TDI, Lista Bonino - Italia), segretario del Partito Radicale Transnazionale

    0:01 Durata: 1 min 23 sec
  • Herr Jannis SAKELLARIOU, (PSE)

    0:02 Durata: 53 sec
  • Monica FRASSONI (Verts/ALE, Belgium)

    0:03 Durata: 1 min 14 sec
  • Hans-Gert POETTERING (PPE, Germania)

    0:04 Durata: 56 sec
  • Votazione per appello nominale

    <strong>Argomenti correlati</strong><br> 07.03.2002: Primi risultati per Olivier Dupuis al 14° giorno di sciopero della fame 05.03.2002: <strong></strong>Cecenia</strong>: Il ministro Khanbiev si unisce allo sciopero della fame di Dupuis 05.03.2002: <strong></strong>Cecenia</strong>:Olivier Dupuis al 12° giorno di sciopero della fame lancia il Satyagraha mondiale del 12-14 marzo 02.03.2002: Pr: «Chechnya needs you», Intervista ad Olivier Dupuis 24.02.2002: Manifestazione davanti all'ambasciata russa a Roma 22.02.2002: Intervista a Akhmed Zakaev, il ministro che ha tentato di negoziare con Putin 22.02.2002: Dupuis: Digiuno perchè l'Europa fermi il genocidio in Cecenia 06.02.2002: Intervista a Nicolaj Khramov sulla situazione in Russia e Cecenia 04.02.2002: Nato-Russia: Conferenza stampa di Ivanov e Robertson al Nato Defense College di Roma 24.10.2001: Cecenia: Qualche difficile spiraglio di pace? 04.02.2002: Nato-Russia: Conferenza stampa di Antonio Martino 22.01.2002: Russia: Chiusa l'ultima televisione indipendente 10.10.2001: Intervista a Gabashvili, "Attenti ai proclami antiterroristici di Putin" 10.10.2001: Cecenia: I pericoli della santa alleanza anti-terrorismo 13.04.2001: Il ministro ceceno Kambiev ai Radicali: La vostra battaglia in Italia serve anche alla Cecenia 04.04.2001: Cecenia: Olivier Dupuis attacca duramente Prodi e chiede l'esautorazione di Nielson Marzo 2000: <strong>Il videoreportage di Antonio Russo dalla Cecenia</strong>
    0:05 Durata: 1 min 5 sec