16 APR 2002

Consulta: Pannella, Per oggi annullata ogni votazione del Parlamento

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 19 min 24 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

L'esecutivo pone la fiducia sul dl sul sommerso, annullando la seduta plenaria del Parlamento.

Pannella continua lo sciopero della sete e chiede di «moltiplicare le energie e le iniziative»Roma, 16 aprile 2002 - Marco Pannella è giunto alla sedicesima ora di sciopero della sete per manifestare contro il «comportamento criminale e criminogeno» del Parlamento che continua a non sanare la situazione di illegalità che da un anno e mezzo vive la Corte Costituzionale.La decisione è apparsa inevitabile ieri, quando da Montecitorio è giunta la notizia che, a differenza di quanto preannunciato
ben due volte, i presidenti delle Camere non avrebbero convocato la «seduta-fiume» che Pannella e più di mille militanti radicali chiedono con la propria azione nonviolenta.Per oggi nessuna votazioneStamani, in collegamento telefonico con Radio Radicale, il leader radicale ha spiegato che anche per oggi non ci sarà alcuna seduta.

«Ieri sera all'improvviso - ha detto il leader radicale - il Governo ha preannunciato alla conferenza dei capigruppo della Camera che metteva immediatamente la fiducia sull'approvazione di un decreto e che di conseguenza venivano annullate le sedute parlamentari di oggi.

Almeno quelle di oggi, poi bisogna vedere il Senato».«Il Governo sapeva benissimo che la lotta era in corso per interrompere la flagranza di un reato permamente» - ha aggiunto Pannella.

«Fra qualche ora potremo certamente verificare che cosa c'è dietro questa inopinata iniziativa».

Da ieri mattina ufficialmente il Parlamento italiano ha rimesso la questione della nomina dei giudici nelle mani dei gruppi parlamentari per trovare un accordo sulla spartizione dei nomi.

«Nessuno - ha assicurato il leader radicale - aveva mai preannunciato questa possibilità».

Lo sciopero civile e nonviolento di mille cittadini Cionostante, Pannella dichiara di non aver alcuna intenzione di rivedere la sua decisione.

«Due giorni di più? Saranno due giorni di più.

Il confronto è aperto».

L'iniziativa radicale assume un significato più importante ora per ora.

«Significa - ha osservato Pannella - che avevamo visto giusto.

Erano capaci di andare avanti per mesi e mesi».

A questo punto, piuttosto, occorre moltiplicare le energie e le iniziative.

Nel momento in cui scriviamo sono 1090 i militanti radicali che partecipano al satyagraha con diverse modalità di azione.

«Mi auguro - è l'appello del leader radicale - che ci sia una scelta tra gli apologeti di uno sciopero generale e coloro che intendono dare forza ad uno sciopero civile, non violento, uno sciopero caporale».

leggi tutto

riduci

  • <strong>Documenti</strong> L'ordine del giorno della Camera dei Deputati<strong>Servizi correlati</strong> (15.04.2002): Pannella beve l'ultimo bicchiere d'acqua ed avvia lo sciopero della sete (15.04.2002): Verso una nuova fumata nera e niente "seduta fiume" (13.04.2002): Abbattere il regime fondato sul culto dell'illegalità (11.04.2002): Casini e Pera annunciano «votazioni continue», parte il Satyagraha (11.04.2002): Verso la nuova fumata nera (10.04.2002): Se domani ci sarà l'ennesima fumata nera, Pannella inizierà lo sciopero della sete (09.04.2002): Fumata nera sulla consulta, Pannella incontra Casini e insiste per "seduta fiume" (28.03.2002): Conferenza stampa di Pannella sul rilancio del Satyagraha al 12 aprile (27.03.2002): Sospensione del Satyagraha e il rilancio al 12 aprile (26.03.2002): Pannella chiede chiarimenti a Pera e Casini (25.03.2002): Pannella a Pera e Casini: "Interrompere 'flagranza del reato'" (25.03.2002): Casini e Pera: "Se necessario votazioni senza interruzioni" (24.03.2002): Pannella: Casini ha proposto una seduta-fiume del Parlamento (22.03.2002): Pannella: Il mio sciopero della sete vuole aiutare il rientro nella legalità costituzionale (21.03.2002): Pannella incontra Casini (21.03.2002): Reazioni positive di politici e parlamentari all'annuncio di Pannella (17.03.2002): Pannella: «E' un messaggio alle Camere» (17.03.2002): Pannella annuncia lo sciopero della sete (22.02.2002): Dopo la denuncia di Ruperto, Ciampi scrive a Pera e Casini (16.02.2002): I Radicali denunciano l'Italia in sede Europea (11.02.2002): Un anno dopo anche Ruperto "striglia" il parlamento: «Eleggete i giudici mancanti» (14.01.2001): Pannella denuncia la mancata elezione dei due giudici costituzionali
    0:00 Durata: 9 min 42 sec
  • L'intervento di Marco Pannella a Radio Radicale

    0:00 Durata: 9 min 42 sec