24 SET 2002

Finanziaria: Dichiarazioni di Rocco Buttiglione al termine del vertice di maggioranza

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 3 min 45 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Il ministro per le politiche comunitarie: «Ci sono le condizioni per varare una finanziaria di rigore».

Il provvedimento sarà presentato domani alle parti sociali.

Giovedì nuovo vertice della CdlRoma, 24 settembre 2002 - «Ci siamo esercitati come buoni padri di famiglia per non mettere assolutamente le mani nelle tasche degli italiani, ed anzi per lasciare un po' più di soldi nelle tasche di quelli meno abbienti».

Questa la dichiarazione di Silvio Berlusconi, presidente del consiglio, al termine del vertice di maggioranza sulla Finanziaria.

Un incontro che si è svolto nella sede di Forza
Italia in via del Plebiscito e che dovrà aggiornarsi a giovedì prossimo.

Sui primi esiti mostra un cauto ottimismo Rocco Buttiglione, ministro per le politiche comunitarie, che dichiara ai giornalisti: «Ci sono le condizioni per varare una finanziaria di rigore».Ancora: secondo Buttiglione la finanziaria prende in considerazione le richieste del suo partito per gli aiuti al Mezzogiorno, rispetta gli impegni assunti con i partner europei, e potrà segnare un rilancio nel Paese e l'inizio del calo della tassazione.

«Questa finanziaria - ha confermato il ministro - verrà presentata domani alle parti sociali».Diversi i toni dell'opposizione.

Per il verde Pecoraro Scanio: «La disastrosa situazione dei conti pubblici non si risolve facendo uno spot o chiedendo agli italiani di spendere di più, che poi è un altro modo per svuotargli le tasche».Più tranquillo il presidente di Confcommercio, Sergio Billè.

L'invito di Berlusconi agli italiani a spendere è sembrato opportuno: «Mi sembra - afferma Billé - che il governo abbia finalmente compreso che se non si rilanceranno prima di tutto i consumi la nostra economica rischia davvero di entrare in una fase di recessione».«Ora - conclude il leader dei commercianti - si tratta di vedere come la legge finanziaria saprà affrontare questo problema in modo che possa produrre risultati concreti anche nel breve periodo».

leggi tutto

riduci