06 FEB 2003

«Iraq libero»: Intervento di Marco Pannella a Radio Radicale

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 22 min 35 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 6 febbraio 2003 - Sono 7736 da 89 paesi i firmatari dell'appello di Marco Pannella fino a questo momento.

La proposta è quella di «investire il Consiglio di Sicurezza dell'Onu del compito di assicurare e governare la transizione del regime iracheno verso la democrazia ed il rispetto dei diritti umani e civili fondamentali degli iracheni, sia che Saddam Hussein cada per intervento militare, golpe, assassinio sia per scelta di un esilio "protetto" (della sua incolumità, e non impunità)».

Dopo la «requisitoria» statunitense di ieri davanti al Consiglio di sicurezza dell'Onu,
quest'oggi il premier Silvio Berlusconi riferirà in Parlamento sulla situazione.

«Mi auguro - ha affermato stamani Pannella in un intervento a Radio Radicale - che in Parlamento, oggi, il Governo e le forze parlamentari non ignorino la proposta, nel solo modo possibile ed efficace: evocandola con sufficienza, quasi incidentalmente.

Thomas Mann e Gaetano Salvemini ammonirono, inascoltati, che Italia e Germania libere, democratiche, doveva essere l'obiettivo e lo slogan per scongiurare il pericolo di una guerra immane e della perdita ovunque della libertà».

«Oggi, - ha concluso il leader radicale - Iraq libero e democratico è l'arma, l'obiettivo di attrazione assoluta di popoli e degli irakeni, in tutto il mondo.

Che il fascio e il fascismo dei "democratici" non torni a produrre quel che si finge di rimproverare a Saddam».

leggi tutto

riduci

  • Ascolta l'intervento

    Firma l'appello Speciale «Iraq Libero» Le accuse di Powell all'Onu
    0:00 Durata: 22 min 35 sec