27 FEB 2003

Art.18: Comitato associazioni imprenditoriali per il «no» al referendum

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 18 min 28 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 27 febbraio 2003 - Sono diciassette le organizzazioni che in rappresentanza di quasi quattro milioni di imprese hanno deciso di costituire un Comitato per il «no» al referendum sull'estensione dell'art.18.

«Abbiamo voluto riunire tutta la rappresentanza delle imprese italiane» - ha spiegato oggi Stefano Parisi, direttore generale di Confindustria, che insieme ai rappresentanti di Abi, Ania, Confcommercio, Confesercenti, del mondo agricolo e dell'artigianato promuovono l'iniziativa.

«Le imprese - ha aggiunto Parisi - sono tutte schierate per il no perché riteniamo che, qualora
vincesse il sì, in Italia aumenterebbe la disoccupazione e aumenterebbe il lavoro sommerso.

Invece da molti anni questo mondo di rappresentanza d'impresa lavora in un'altra direzione, che è quella che vuole più sviluppo e più occupazione».

Anche per il presidente di Confartigianato, Luciano Petracchi, «il referendum è un grave attacco alle potenzialità occupazionali e alle prospettive di sviluppo del Paese».

«Soprattutto nell’attuale difficile fase economica - ha sottolineato Petracchi - l’occupazione non si favorisce aumentando le rigidità nel mercato del lavoro.

Un sistema più equo e generalizzato di tutele per tutti i lavoratori si deve realizzare, invece, attraverso la riforma del welfare e degli ammortizzatori sociali».

leggi tutto

riduci