25 SET 2005

Conversazione settimanale con Marco Pannella

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 4 ore 5 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Conversazione settimanale con Marco Pannella", registrato domenica 25 settembre 2005 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione video ha una durata di 4 ore e 5 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • L'uso del termine «liberale»

    L'intervento di Marco Pannella alla Convenzione laica, socialista, liberale e radicale e il suo trattamento da parte degli organi di stampa. L'articolo di Biagio de Giovanni, pubblicato sabato sul <em>Riformista</em>. Il rimprovero mosso allo Sdi dall'Unione: avere usato il termine «liberale». Il presunto malumore di Piero Fassino. La scelta dei tg di trasmettere un determinato dettaglio del discorso del segretario Ds. D'altra parte: gli interventi nelle ultime direzioni Ds che partivano dalla necessità di una riforma liberale (Turci e Pollastrini). Gli importanti inteventi di Luigi Angeletti, Walter Galbusera e Raffaele Gentile, segretario siciliano dello Sdi. <strong>Indice</strong>
    0:03 Durata: 12 min 7 sec
  • L'intervista a Marco Pannella

    <em>Roma, 26 settembre 2005</em><br>Consueta intervista della domenica a Marco Pannella. A cura di Massimo Bordin.<p>
    0:03 Durata: 2 ore 3 min
  • L'esempio di Francesco Rutelli

    L'intervento di Francesco Rutelli. L'aut aut di Clemente Mastella. Il problema dell'adesione al programma dell'Unione, che al momento ancora non esiste, e la piattaforma generale firmata dai candidati alle primarie. Il rispetto di Pannella per la conversione di Rutelli e, d'altra parte, il voto sui diritti civili annunciato da quest'ultimo. Pannella, tuttavia, spera che nessuno di coloro che entrerà nel futuro Parlamento rinunci alle proprie iniziative nonviolente, di opinione, di associazione, di referendum eccetera e anche parlamentare, intendendo che i programmi o gli schieramenti siano domini al cento per cento del lavoro del politico che fa parte di quello schieramento.
    0:15 Durata: 10 min 52 sec
  • L'accelerazione di Fiuggi

    La parola «accelerazione» pronunciata da Pannella e da Emma Bonino. I documenti prodotti a Fiuggi, le riunioni di direzione e quelle dei comitati, il Comitato di coordinamento e il prossimo Congresso di Radicali Italiani. D'altra parte: il sorprendente intervento di Salvo Andò. Ancora sull'intervento di Luigi Angeletti. Ancora sul fondo di Biagio Di Giovanni. La tendenza del Riformista, spiega Pannella, è dire che «questa è una cosa tra De Michelis e Sdi».
    0:26 Durata: 10 min 20 sec
  • Il titolo della Stampa di domenica

    I problemi che potrebbero venire dalla dialettica socialista. L'entusiasmo della base dello Sdi e dello stesso Enrico Boselli. Gli ottimi interventi dei deputati e dei senatori dello Sdi. Il titolo sparato dalla Stampa (sull'articolo di Jacopo Jacoboni) a proposito dei quindici deputati e i sette senatori che Pannella avrebbe chiesto a Claudio Signorile. La frase e il significato della frase pronunciata da Pannella. L'ottima cronaca del Corriere della Sera di ieri e il recupero di oggi.
    0:37 Durata: 4 min 18 sec
  • La barbarie dell'esclusione degli omosessuali dai seminari

    L'intervento di Ugo Intini. Il necessario rilancio del Partito radicale nonviolento transpartito e transnazionale. Domani e dopodomani Pannella sarà a Strasburgo e martedì farà una conferenza stampa sul caso Sofri, sull'amnistia e sul caso Napoli (il caso Vesuvio). Pannella nota che tra i documentati all'ingresso della Convention mancano le parti ambientaliste e demografiche. Il problema demografico e la politica delle gerarchie ecclesiastiche. Il problema dell'educazione anche nei seminari. La barbarie (rispetto alla quale quella dei Pacs è una questione di secondo piano) del preannuncio di un intervento pontificio che affermerà che si possono chiudere i seminari a quelli che sono sospetti di essere omosessuali. Questo è un tema significativo. I goliardi di Siena che hanno fatto l'interruzione ritenuta <em>simpatica</em> dallo stesso Camillo Ruini. I temi anticlericali che trovano d'accordo anche Rizzo (che ha fatto un intervento) e Bertinotti. Le osservazioni del Forum che criticano Pannella per avere difeso quei No Global. Pannella ricorda il suo passato goliardico. La dichiarazione del Caffé Florian, che fondò l'Unione goliardica, un documento di ottima retorica sulla goliardia come storia della libertà (nel 1946 i Principi della Goliardia italiana si riunirono al caffe Florian di Venezia dove stilarono il "Santa Goliardia", un manifesto che ne chiariva i connotati, <em>ndr</em>). Erano presenti Lino Jannuzzi, Guido Rossi, Sergio Stanzani, ma Pannella era ancora al liceo.
    0:41 Durata: 15 min 58 sec
  • La mancanza di Bettino Craxi tra i riferimenti

    Ancora sull'accelerazione dei tempi del dialogo tra socialisti e radicali. Il discorso di Gianni De Michelis e l'esigenza di portarsi dietro tutti i suoi. La mancanza di Bettino Craxi tra i riferimenti. La spiegazione di Pannella: «C'è Fortuna ed abbonda». «Fortuna - ricorda ancora Pannella - è anche il presidenzialismo e la riforma americana». L'intervista di Margherita Boniver sulla RU486. La storia, raccolta da Bobo Craxi nel suo libro, su presunti problemi di finanziamento del partito avuti dai radicali. Storia smentita da Antonio Di Pietro.
    0:57 Durata: 7 min 16 sec
  • I radicali non sono pentiti

    Domanda di Bordin: la divisione tra radicali e socialisti anche nell'abbigliamento; i due modi di vivere la politica, la militanza politica; il problema delle elezioni amministrative. Marco Pannella dichiara di non avvertire i due stili. Poi rammenta la tessera socialista sempre rifiutata da Craxi a Pannella. Ammette le storie e le scelte diverse a livello amministrativo, municipale e provinciale. Torna sul contributo di Piero Fassino che ha sottolineato che i radicali sono stati berlusconiani. Pannella ricorda che in dieci anni non c'è stato un solo amministratore locale radicale né con il centrosinistra né con il centrodestra. Pannella è uscito dal Parlamento italiano perché il Pds scelse di fare eleggere Gianfranco Fini piuttosto che Pannella. «Bisogna smetterla con la necessità di caricaturizzare», dice Pannella. Dai fratelli Rosselli ai radicali di oggi. «Non siamo pentiti, mentre tutti i partiti italiani sono pentiti della nostra storia». Ancora sul problema delle amministrazioni locali. Pannella ricorda a Boselli di non dimanticare mai nei suoi interventi la parola «liberale». Il problema di Zapatero che ritira i militari anche dall'Afghanistan.
    1:05 Durata: 14 min 3 sec
  • Benedetto Della Vedova alle primarie

    La lettera di Benedetto Della Vedova. Il problema del primarie nel ccentrodestra e Daniele Capezzone che si chiede se, a parte Margherita Boniver, c'è qualche liberale disposto a candidarsi. Pannella si augura un po' di lotta e si augura Benedetto Della Vedova candidato alle primarie. La segnalazione di Simone Sapienza su un libro di Sturzo contro il proporzionale. Don Sturzo usa un'espressione forte contro i proporzionalisti. La prudenza di Della Vedova: non una rottura, ma una scelta diversa che si colloca nelle tradizioni radicali. Pannella, da presidente del senato radicale, si augura dunque che questa divergenza sia alta, che Della Vedova, che ha già il suo programma liberale-radicale, si presenti alle primarie.
    1:19 Durata: 10 min 8 sec
  • L'Assemblea dei parlamentari del transpartito

    La necessità di fare una riunione dell'Assemblea dei parlamentari del transpartito entro poche settimane. L'iscrizione al Partito radicale di Gavino Angius, presidente dei ds al Senato. Il simbolo della Rosa del pugno e il dono fatto agli utenti di www.radicali.it.
    1:29 Durata: 7 min 1 sec
  • L'atteggiamento del Papa

    Domanda di Bordin: la posizione di Antonio Fazio e lo sbilanciamento di Camillo Ruini. L'atteggiamento del Papa, spiega Pannella, è diverso. La questione del Sinodo e la nomina da parte del Pontefice di quattro vescovi più due. Il referendum vinto in svizzera (senza quorum): nel 2001 i cittadini di 25 paesi europei avranno libertà di circolazione. Le elezioni in Polonia. Le madonne nere di Cestocova e Medjugorie e il riferimento alla canzone <em>Angeli negri</em> (Pittore ti voglio parlare/ mentre dipingi un altare/Io sono un povero negro/ e di una cosa ti prego/ Pur se la Vergine è bianca/ fammi un angelo negro).
    1:36 Durata: 6 min 28 sec
  • Una soluzione per la candidatura di Adriano Sofri

    La questione delle primarie nel centrodestra e del delfino di Silvio Berlusconi. Pannella ricorda che mercoledì la Corte Costituzionale dovrebbe decidere se è ammissibile un conflitto di poteri tra Presidente della Repubblica e Ministro della Giustizia sul potere di grazia. La nomina dei tre nuovi giudici su consiglio della <em>Presidenza</em> della Repubblica. La possibilità di una candidatura di Adriano Sofri alle prossime elezioni politiche, con l'intervento di Carlo Azeglio Ciampi (che, a quanto dichiara, soffre per Sofri dal 2002), nonostante la mancanza del diritto di elettorato passivo. La questione dell'amnistia e l'ingerenza del Papa o delle gerarchie cattoliche. I divieti contenuti nella legge elettorale. Parentesi di Mariologia. Il dibattito a Strasburgo di mercoledì sulla Turchia. Il viaggio di Emma Bonino e Non c'è pace senza giustizia a Rabat per un convegno sulle orme di Sana. L'intervista di Bordin a Sergio Scalpelli di <em>Critica sociale</em>. La raccomandazione finale di Pannella: «C'è da accelerare».
    1:42 Durata: 24 min 19 sec