21 MAR 2002

Ue: Conferenza stampa di Giuliano Amato a margine lavori II sessione Convenzione europea

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 19 min 14 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Amato traccia un bilancio dei lavori svolti dalla Convenzione e anticipa le linee future.

Occorrono più Europa e sussidiarietà, insieme Bruxelles, 21 marzo 2002 – Giuliano Amato, vicepresidente della Convenzione illustra i lavori odierni della Convenzione: "La discussione che si sta svolgendo oggi, ancorché molto generale, è una discussione che sta servendo a mettere a fuoco proprio le finalità dell’Europa e le aspettative maggiori".

C’è bisogno di più Europa Secondo Amato, c’è bisogno di più Europa "sui grandi temi internazionali, la sicurezza, l’ambiente, la politica
estera".

Al tempo stesso, occorre più sussidiarietà, ovvero decentralizzazione delle competenze e dei poteri verso gli stati membri.

Il futuro della Convenzione Il vicepresidente traccia un bilancio e anticipa le linee future dei lavori: "La Convenzione oggi si occupa delle grandi finalità dell’Europa, la prossima volta entrerà già nelle conseguenze istituzionali che pensiamo si possano continuare a trarre dalle convergenze che oggi verifichiamo sulle grandi finalità dell’Europa.

Amato si dice convinto che "entro la fine del periodo pre-estivo, cioè metà luglio, noi avremo già attraversato i grandi capitoli della governance europea".

Infine, Amato fa un riassunto per quanto concerne la famiglia socialista: "Sono qui per raccontarvi dove siamo arrivati nella famiglia socialista a proposito dei lavori della Convenzione.

Abbiamo avuto due lunghe riunioni stamattina; noi ci siamo già liberati dei problemi procedurali.

Questa è una grande notizia perché all’inizio essi destano la massima attenzione nei convenuti o convenzionali, ma dopo qualche giorno tutti sentono il bisogno di entrare a discutere la sostanza delle cose".

leggi tutto

riduci