01 MAR 2001

Voto sul federalismo: I commenti «a caldo» dei leader

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 6 min 55 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 1 marzo 2001 - Documento sonoro delle interviste "a caldo" raccolte da Roberto Iezzi ai principali leader politici dopo l'approvazione della riforma costituzionale in tema di federalismo.

Dalla soddisfazione del centrosinistra alle critiche del centrodestra.

Registrazione audio di "Voto sul federalismo: I commenti «a caldo» dei leader", registrato giovedì 1 marzo 2001 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
  • Mario Clemente Mastella, segretario nazionale Udeur: "A questo punto si dovrà votare a scadenza normale"

    <strong>Indice degli interventi</strong>
    0:00 Durata: 6 sec
  • Gianfranco Fini, segretario Alleanza Nazionale: "Coloro che hanno esultato dopo aver appreso l'esito della votazione si renderanno conto nella prossima legislatura di quanto sia stata ingiustificata e controproducente l'isterica esaltazione di oggi, soprattutto per il precedente che questa votazione rappresenta"

    0:00 Durata: 38 sec
  • Silvio Berlusconi, presidente Forza Italia: "Un atto di puro masochismo da parte della sinistra e la dimostrazione di un cultura antidemocratica che ha portato ad una modifica della Costituzione con soli 4 voti di maggioranza. Si è introdotto nella storia italiana un precedente: la Costituzione si cambia a maggioranza da parte di chi ha la maggioranza dei seggi in Parlamento"

    0:00 Durata: 2 min 42 sec
  • Pietro Folena, coordinatore segreteria nazionale DS: "Uno splendido risultato però mi dispiace che la destra abbia assunto una posizione aventiniana"

    0:03 Durata: 42 sec
  • Armando Cossutta, segretario Pdci: "Questo voto dimostra la forte compattezza del governo di sinistra per questo chiedo che si voti subito il provvedimento sul conflitto d'interessi"

    0:04 Durata: 43 sec
  • Fabio Mussi, capogruppo alla Camera Ds: "L'accordo è stato anche con gli amministratori locali e regionali del centrodestra. Il Polo si è intestardito per motivi propagandistici"

    0:04 Durata: 2 min 4 sec