10 APR 2001

Il Ministero dell'Industria presenta il piano per gli incentivi all'e-commerce

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 7 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 10 aprile 2001 - Documento audiovisivo della conferenza stampa di presentazione degli incentivi stanziati all'interno del piano per l'e-commerce nel quadro dell'action plan italiano per la realizzazione del progetto e-Europe."L'intero progetto attuativo - informa Passigli durante la relazione introduttiva - è impostato in termini di progetti associativi.

Le varie imprese si devono associare per creare portali verticali, di settore produttivo o territoriale e vengono finanziate solo le spese comuni".

Gli incentivi ammontano a 240 mld impostati come crediti di imposta e destinati a tutti i
settori.

Le imprese riceveranno un credito d'imposta pari al 60% dei costi sopportati per la realizzazione di un portale (sistemi di sicurezza, hardware, software, consulenze, formazione del personale).

Attualmente è in corso la gara per l'assegnazione del gestore che esaminerà le domande e redigerà la graduatoria per cui sono stati identificati cinque parametri principali: il numero delle imprese coinvolte nel progetto (minimo 20), rapporto tra numero di imprese e costo ammissibile del progetto, rapporto tra il numero di piccole medie imprese sul totale delle imprese coinvolte, rapporto tra numero di imprese con meno di 50 dipendenti e totale delle imprese, numero totale di occupati (max 2000 occupati).

Gli incentivi per lo sviluppo del commercio elettronico sono dunque rivolti in particolare alle piccole e medie imprese che intendano associarsi per la creazione di portali verticali, considerando in particolar modo i prodotti tipici di nicchia e il settore business to business.

Le imprese interessate sono nell'ordine delle decine di migliaia, probabilmente circa 10.000 potranno ricevere il credito d'imposta. .

leggi tutto

riduci

  • Stefano Passigli, sottosegretario per l'industria, il commercio, l'artigianato e per il commercio con l'estero

    <strong>Indice degli interventi</strong>
    0:00 Durata: 27 min 48 sec
  • Paolo Annunziato, Confindustria: "Per molte pmi l'e-commerce rappresenta un vantaggio soprattutto per un ampliamento delle potenzialità" (problemi audio durante l'intevento)

    <em>Domande dei gionalisti</em>
    0:27 Durata: 3 min 38 sec
  • Elio Ciaccia, responsabile area sviluppo Confartigianato, sul bacino d'utenza

    0:31 Durata: 4 min 46 sec
  • Ugo Girardi, vicesegretario nazionale Unioncamere: "Le camere di commercio stanno già promuovendo l'aggregazione delle imprese"

    0:36 Durata: 2 min 54 sec
  • Gianfranco Ruta, direttore area territorio Confcommercio: "L'e-commerce permette di qualificare la capacità di domanda delle imprese commerciali"

    0:39 Durata: 3 min 28 sec
  • Domande dei giornalisti

    0:42 Durata: 2 min 28 sec
  • Carlo Sappino, responsabile della Direzione incentivi del Ministero dell'Industria: "La gara individuerà un solo gestore"

    0:45 Durata: 1 min 32 sec
  • Mauro Bussoni, Confesercenti: "Le imprese del Sud sono più propense ad avvicinarsi all'e-commerce come opportunità. A noi chiedono la formazione e l'esperienza"

    0:46 Durata: 2 min 53 sec
  • Stefano Passigli: "Il numero di imprese che potranno beneficiare degli incentivi si potrà stabilire solo dopo che i progetti saranno stati presentati"

    0:49 Durata: 4 min 43 sec
  • Elio Ciaccia: "Il micro-operatore ha bisogno di reti di fiducia e di infomediari di cui possa fidarsi"

    0:54 Durata: 4 min 5 sec
  • Paolo Annunziato, sulla direttiva comunitaria sull'applicazione dell'Iva sull'e-commerce

    0:58 Durata: 2 min 2 sec
  • Stefano Passigli: "Essenziali per il piano e-commerce sono i programmi per la formazione"

    1:00 Durata: 7 min 33 sec