19 APR 2001

Rutelli e Fassino incontrano la Confcooperative

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 29 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 19 aprile 2001 - Documento audiovisivo dell'incontro organizzato da Confcooperative con Francesco Rutelli e Piero Fassino.Durante l'incontro viene focalizzata l'attenzione sul sistema cooperativo come settore fondamentale per la relazione tra welfare e sviluppo economico e quindi sulla proposta di democrazia economica.

Gli organizzatori hanno chiesto conto delle iniziative in materia di federalismo, riforme strutturali e democrazia economica.Il primo a rispondere è stato Fassino che ha rivendicato anzitutto l'azione del governo di centrosinistra: "Abbiamo realizzato strategie di
risanamento finanziario, coniugate con una politica di coesione sociale e di crescita", ma ha anche affrontato "le nuove sfide da affrontare": sostegno alla competitività del sistema delle imprese a partire dagli investimenti in ricerca e innovazione, investimenti nella formazione e nella coesione sociale: "Noi abbiamo - afferma - un'idea di modernità per cui la coesione sociale è un elemento interno alla modernità non esterno".

Fassino conclude sugli aspetti normativi e ricorda la riforma della giustizia amministrativa.

Rutelli focalizza il suo intervento affrontando le questioni del futuro del paese anche nel contesto internazionale, soffermandosi sulla crisi in Medio Oriente e sulle possibilità di un intervento italiano nella crisi arabo-israeliana.

Sul fronte interno, il candidato premier del centrosinistra, prendendo ad esempio le grandi privatizzazioni, ribadisce che "l'Italia è migliorata perché ha fatto delle grandi innovazioni mantenendo la coesione sociale" e riafferma il ruolo della cooperazione, soprattutto di impostazione cristiana.

Sulle riforme istituzionali Rutelli afferma: "Il federalismo lo dobbiamo fare in tutta Italia".

L'ex sindaco di Roma attacca quindi Silvio Berlusconi sul conflitto di interessi riferendosi in particolar modo alla pubblicazione dell'editoriale di William Pfaff sull'International Herald Tribune che paragona l'Italia alla Russia di Putin e sostiene che se Berlusconi dovesse vincere le elezioni l'Occidente si troverebbe di fronte ad una concentrazione di mezzi d'informazione senza precedenti in una nazione democratica che è membro dell’Unione europea e della Nato.

leggi tutto

riduci

  • Luigi Marino, presidente Confcooperative

    <strong>Indeice degli interventi</strong>
    0:00 Durata: 22 min 17 sec
  • Alessandro Azzi, presidente Federcasse

    0:22 Durata: 5 min 23 sec
  • Giovenale Gerbaudo, presidente della Federagroalimentare Confcooperative

    0:27 Durata: 3 min 11 sec
  • Franco Marzocchi, presidente di Federsolidarietà

    0:30 Durata: 2 min 34 sec
  • Angelo Grasso, presidente FederAbitazione

    0:33 Durata: 2 min 27 sec
  • Piero Fassino, ministro della Giustizia e candidato vice-premier dell'Ulivo

    0:35 Durata: 20 min
  • Francesco Rutelli, candidato premier del Centrosinistra

    0:55 Durata: 32 min 6 sec
  • Luigi Marino, presidente Confcooperative

    1:27 Durata: 1 min 15 sec