26 MAG 2001

Speciale elezioni a Roma: Intervista ad Antonio Tajani

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 11 min 54 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 26 maggio 2001, h14.30 - Il direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin, ha intervistato il giorno prima del voto per il ballottaggio nella capitale il candidato sindaco del centrodestra, Antonio TajaniDurante l'intervista Antonio Tajani ha affermato l'importanza della questione del patrimonio immobiliare del Comune di Roma sollevata da Rita Bernardini in Consiglio comunale: "da tempo sto insistendo perché si faccia chiarezza" in particolare sulle case popolari che "devono essere date al popolo e non ai soliti raccomandati da alcuni sindacati e da alcuni partiti" Sul tema delle tossicodipendenze il candidato del centrodestra ha ribadito la sua posizione proibizionista, "bisogna continuare sulla linea della fermezza perché l'antiproibizionismo non porta a risultati positivi", e sull'Agenzia per le tossicodipendenze ha dichiarato che "si può aprire un confronto" ma "credo che possa rimanere" Tajani facendo riferimento alla privatizzazione della Centrale del latte, che è stata "un marchingegno politico per occupare spazi di potere che non dovrebbero essere occupati dai partiti", ha chiarito la sua posizione in merito: "In linea teorica - ha affermato - sono favorevole alle privatizzazioni" che "debbono avere un obiettivo, quello di rendere un servizio migliore ai cittadini, portare degli utili al Comune e non far perdere posti di lavoro" ma "non devono essere uno strumento per controllare ancora meglio alcuni servizi" Alla domanda sui motivi per cui un elettore radicale dovrebbe votarlo, Tajani ha ribadito i punti del suo programma, a partire dall'istituzione della "Consulta dell'elettore" per garantire trasparenza e partecipazione dei cittadini nella vita pubblica, agli "impegni concreti" che "la giunta di centrosinistra non ha portato avanti".

leggi tutto

riduci