12 GIU 2001

Governo: Berlusconi alla cerimonia di giuramento dei sottosegretari "Ora dipende esclusivamente da noi realizzare il programma"

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 30 min 45 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Governo: Berlusconi alla cerimonia di giuramento dei sottosegretari "Ora dipende esclusivamente da noi realizzare il programma"", registrato martedì 12 giugno 2001 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Governo italiano.

La registrazione video ha una durata di 30 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Cerimonia di giuramento

    Roma, 12 giugno 2001, ore 18.40 - La cerimonia di giuramento dei sottosegretari di Stato, è stata l'occasione per Silvio Berlusconi di svolgere un breve intervento nel quale, oltre all'augurare buon lavoro ai componenti del Governo, il primo ministro ha espresso l'atteggiamento e lo stato d'animo con il quale intende intraprendere la sfida di governo. <p>Anzitutto da parte di Berlusconi, un elogio della propria squadra di governo, giudicata come "il meglio di un classe dirigente nuova che si è formata nel Paese e che può garantire al Paese e a tutti i cittadini di impegnarsi a fondo per la realizzazione di questo grande progetto di riforma o addirittura di rivoluzione della struttura dello Stato".<br> "C'è grande attesa nel Paese", ha afferamato Berlusconi rivolgendosi ai propri sottosegretari e per questo "è urgente la risposta che noi siamo tenuti a dare a tutti coloro che hanno avuto fiducia in noi: ce l'hanno data - ha ricordato - e sta a noi di corrispondere la loro fiducia, di dare delle risposte concrete". <br> Un ulteriore richiamo alle responsabilità di Governo è è giunto dal ricordo dell'esito elettorale: "Rispetto alla coalizione avversaria, nel voto proporzionale abbiamo avuto un distacco di oltre 14 punti. Tutto questo ci deve rendere consapevoli che sta esclusivamente in noi di fare bene, di stare uniti, di progredire, di impegnarci, di lavorare e di esprimere ciò che noi saremo capaci di fare attraverso i fatti, meno attraverso le parole. Questo è un invito ad un comportamento e ad un atteggiamento di prudenza, prima lavoriamo, prima facciamo dei risultati e poi potremo anche far seguire le parole, ma è la concretezza quello che la gente si aspetta da noi".<p> Per quanto riguarda le decisioni prese per la scelta della propria compagnine governativa, Berlusconi ha parlato di "no dolorosi" anche ad alcuni che "si erano impegnati lungo sette anni di attività parlamentare all'opposizione e che avremmo potuto inserire anche nella squadra di governo, ma - ha assicurato - la scelta fatta è stata la scelta migliore, tutti insieme saremo capaci davvero di impegnarci in un grande lavoro di modernità". <p> Il Presidente del Consiglio ha fatto quindi riferimento alla discussione sulle deleghe: "Non c'è alcuna premura - ha dichiarato - perché queste deleghe siano definite, formalizzate, credo che tutti debbano mettere in campo una grande elasticità e vedere che le deleghe siano adeguate alle necessità funzionali di ogni singolo ministero". Il consiglio dei ministri comunque stilerà l'elenco dei nomi dei ministri delegati "nei prossimi 15-20 giorni".<p> "Credo che ci siano tutte le premesse per poter lavorare in tutta serenità" ha sostenuto Berlusconi e quindi rivolgendosi ai sottosegretari ha aggiunto: "Se sorgeranno dei dubbi siamo qui tutti a discuterne insieme in modo che ci debba essere davvero una attribuzione davvero convincente all'interno dei ministeri che l'intero governo possa condividere".<p> In conclusione, da protocollo, ha inviato un "saluto cordiale al Presidente della Repubblica che ci ha sostenuto in questa decisione di formazione della squadra con grande positività, che è stato di impulso e di incoraggiamento" ed ai presidenti di Senato e Camera e alla Presidenza della Corte Costituzionale. "Insieme con le istituzioni noi ci avviamo per cercare di dare al nostro Paese davvero qualcosa di nuovo. Questo è l'impegno che abbiamo rappresentato ai nostri elettori che hanno creduto alle nostre parole in campagna elettorale. Il programma non sarà altro che il piano di governo che abbiamo presentato agli elettori chiedendo la loro fiducia".<br>
    0:00 Durata: 24 min 7 sec
  • Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio dei Ministri

    0:24 Durata: 6 min 38 sec