20 SET 2001

XX settembre: Radicali Italiani, Fiaccolata anticlericale da Porta Pia a San Pietro

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 42 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Roma, 20 settembre 2001 - In occasione del 131° anniversario della presa di Porta Pia e dela liberazione di Roma dal potere temporale dei papi, dirigenti e militanti di Radicali Italiani hanno dato vita ad una fiaccolata anticlericale per riaffremare il diritto alla libertà, contro i concordati, per la liberazione dello Stato dal potere vaticano, delle religioni dalla sovrapposizione di potere temporale e spirituale, contro tutti i fondamentalismi.

La fiaccolata, iniziata simbolicamente a Porta Pia è terminata a piazza San Pietro.

Il percorso prevedeva che il corteo pacifico passasse davanti
al Quirinale, ma la polizia ha fermato i manifestanti a largo di S.

Susanna, alla fine di via XX settembre, dove è stato improvvisato un sit-in.

La Questura di Roma aveva infatti negato l'autorizzazione a passare davanti alla Presidenza della Repubblica, adducendo motivi di ordine pubblico, che i radicali hanno contestato."Non comprendiamo quali siano i motivi di sicurezza visto che da anni le nostre marce e fiaccolate, sulla fame nel mondo piuttosto che sulla pena di morte o sul potere del Vaticano, hanno sempre previsto il passaggio davanti al Quirinale senza mai creare il benché minimo problema di ordine pubblico".

Con questo comunicato i Radicali Italiani hanno annunciato un'azione di disobbedienza civile "essendo disposti, da nonviolenti, ad essere processati - prosegue il comunicato - per il mancato rispetto di un ordine che riteniamo immotivato e ingiusto".

La fiaccolata, cui hanno partecipato, tra gli altri Emma Bonino e Marco Pannella, è stata accompagnata dalla musica della Carlo Loffredo Jazz Band, che a piazza San Pietro ha intonato "New York, New York".

Come nei funerali afro-americani, infatti, accompagnati dalle brass-band, il jazz ha "riportato il sorriso - secondo Marco Pannella - per trasformare il dolore della perdita".Interviste e commenti a cura di Massimo Bordin, Andrea de Angelis e Alessandro Caforio.

leggi tutto

riduci