04 NOV 2001

Afghanistan: L'Italia parteciperà alle operazioni militari

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 0 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione video di "Afghanistan: L'Italia parteciperà alle operazioni militari", registrato domenica 4 novembre 2001 alle 00:00.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Dall'archivio 23 ottobre: Italia pronta a sostegno agli Usa per cielo, terra e mare 23 ottobre: Audizione del ministro Martino in Commissione esteri e difesa sul contributo militare italiano nelle operazioni in Afghanistan 22 ottobre: Martino e Solana, Gand non ha umiliato l'Europa 19 ottobre: Le polemiche dopo il mini-vertice di Gand Dopo le indiscrezioni, la conferma ufficiale della Difesa: le forze italiane parteciperanno ad Enduring Freedom. Intanto Berlusconi vola a Londra alla cena con Blair e gli altri leader Europei. <p>Roma, 4 novembre 2001, ore 22.15 (CET) - Le indiscrezioni erano cominciate a trapelare nella tarda serata di ieri, da Bruxelles, dove fonti Nato avevano annunciato l'invio di una lettera dell'ambasciata americana a Roma al Governo italiano, in cui gli Usa accettano l'offerta di contributo militare italiano, con la disponibilità italiana ad inviare forze aeree, marine e terrestri per sostenere l'offensiva anglo-americana in Afghanistan.<p>Parte integrante di "Enduring Freedom"<p>"In relazione alle disponibilità indicate dal Governo Italiano al Governo degli Stati Uniti, le nostre forze sono ora parte integrante degli assetti operativi che potranno essere impiegati dal comando di Tampa nell'operazione Enduring Freedom". Questo l'annuncio ufficiale del Ministero della Difesa che ha confermato tutte le anticipazioni riportate dalla stampa e dalle agenzie.<p>Prima il dibattito parlamentare<p>La difesa ha spiegato anche che "i tempi e le modalità di impiego saranno di volta in volta concordati a livello militare", ma soprattutto ha precisato che "l'intervento potrà comunque aver luogo solo dopo il previsto imminente, passaggio parlamentare".<br>Nel pomeriggio si è appreso poi che alla Camera dei Deputati il confronto tra le forze politiche in Parlamento avverrà mercoledi pomeriggio.<p>Berlusconi a Londra<p>Ancor prima della conferma ufficiale del ministero della Difesa, che le indiscrezioni avessero qualche solido fondamento lo si era compreso quando il portavoce di Berlusconi aveva confermato la notizia che anche il capo del Governo italiano era stato invitato alla cena a Londra, cui inizialmente erano stati invitati solo i leader francesi e tedeschi, di quei paesi a vario livello coinvolti militarmente nell'azione in Afghanistan contro Bin Laden e i Taleban.<p>"Blair ha invitato il presidente Berlusconi alla cena di stasera - aveva confermato Bonaiuti - ed ha voluto anche rendere nota la serie di circostanze successive che ha portato, dagli incontri bilaterali inizialmente previsti, ad un incontro congiunto che, a questo punto, era naturale si estendesse al presidente Berlusconi".<p>Vertice europeo al n.10 di Downing street<p>Nella giornata odierna l'incontro promosso da Tony Blair - nonostante le ripetute assicurazioni del governo britannico - ha assunto sempre più la forma di una sorta di Consiglio Europeo ristretto: oltre a Berlusconi, si sono infatti aggiunti il premier spagnolo Josè Maria Aznar, il premier belga Guy Verhofstadt (rispettivamente il prossimo e l'attuale presidente in carica dell'Unione Europea), l'alto rappresentante per la politica estera e di difesa, Xavier Solana e il premier Olandese Wim Kok.