10 MAR 2002

PRT: Intervista filodiretto con Olivier Dupuis

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 1 ora 43 min
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Olivier Dupuis, al 17° giorno di sciopero della fame, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Radicale Testo e modulo di adesione al Satyagraha mondiale per la Cecenia Roma, 10 marzo 2002 - Il segretario del Partito Radicale Transnazionale è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Radicale in un filodiretto con gli ascoltatori.Nell'intervista realizzata da Emilio Targia a preambolo del filo diretto, Dupuis ha spiegato le ragioni del Satyagraha dal 12 al 14 marzo 2002 e ha parlato dei temi che saranno al centro del prossimo congresso del Prt di aprile in concomitanza con i lavori della Commissione Onu per i diritti umani.L'europarlamentare radicale, al 17° giorno di sciopero della fame, ha denunciato l'indifferenza dell'Europa in Cecenia, e la drammatica situazione del governo tibetano in esilioVerso il Satyagraha mondiale"Un terzo degli aderenti al Satyagraha sono russi", ha rilevato Dupuis, che ha ricordato che "i compagni radicali di Mosca in tutti questi anni hanno continuato a manifestare, ad organizzare proteste e a cercare di interloquire con il parlamento russo"I russi sono contrari alla "politica criminale di Putin""Alcuni giorni fa c'è stato un sondaggio in cui si rivelava che oltre il 52% dei russi è contrario" alla "politica criminale" del presidente Putin.

"È importante anche per i cittadini russi" porre fine a questa seconda guerra cecena, ha chiarito il segretario del Prt."Siamo al di là – ha affermato - degli orrori della guerra in Bosnia, i crimini di guerra e contro l'umnaità.

C'è un grado ulteriore, se possibile, che è stato raggiunto in Cecenia.

C'è questo traffico di persone umane – ha denunciato - che vengono rapite e rivendute" a prezzi esorbitanti "dalle forze militari e paramilitari russi".

Dato che le famiglie spesso non possono "ricomprare i loro familiari", questi civili vengono uccisi e poi "vengono venduti i cadaveri per 50 o 100 dollari". .

leggi tutto

riduci

  • Intervista ad Olivier Dupuis, segretario del PRT (a cura di Emilio Targia)

    0:00 Durata: 44 min 17 sec
  • Spazio dedicato al filodiretto con gli ascoltatori(a cura di Emilio Targia e Lanfranco Palazzolo)

    <strong>Argomenti correlati</strong><br> 07.03.2002Primi risultati per Olivier Dupuis al 14° giorno di sciopero della fame 05.03.2002: <strong></strong>Cecenia</strong>: Il ministro Khanbiev si unisce allo sciopero della fame di Dupuis 05.03.2002: <strong></strong>Cecenia</strong>:Olivier Dupuis al 12° giorno di sciopero della fame lancia il Satyagraha mondiale del 12-14 marzo 02.03.2002: Pr: «Chechnya needs you», Intervista ad Olivier Dupuis 24.02.2002: Manifestazione davanti all'ambasciata russa a Roma 22.02.2002: Intervista a Akhmed Zakaev, il ministro che ha tentato di negoziare con Putin 22.02.2002: Dupuis: Digiuno perchè l'Europa fermi il genocidio in Cecenia 06.02.2002: Intervista a Nicolaj Khramov sulla situazione in Russia e Cecenia 04.02.2002: Nato-Russia: Conferenza stampa di Ivanov e Robertson al Nato Defense College di Roma 24.10.2001: Cecenia: Qualche difficile spiraglio di pace? 04.02.2002: Nato-Russia: Conferenza stampa di Antonio Martino 22.01.2002: Russia: Chiusa l'ultima televisione indipendente 10.10.2001: Intervista a Gabashvili, "Attenti ai proclami antiterroristici di Putin" 10.10.2001: Cecenia: I pericoli della santa alleanza anti-terrorismo 13.04.2001: Il ministro ceceno Kambiev ai Radicali: La vostra battaglia in Italia serve anche alla Cecenia 04.04.2001: Cecenia: Olivier Dupuis attacca duramente Prodi e chiede l'esautorazione di Nielson Marzo 2000: <strong>Il videoreportage di Antonio Russo dalla Cecenia</strong>
    0:44 Durata: 58 min 48 sec