23 GIU 2006
intervista

La vicenda di Credieuronord, la banca della Lega. Intervista a Rosanna Sapori

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo - RADIO - 12:30 Durata: 25 min 36 sec
A cura di Guido Mesiti
Player
Il 28 ottobre 1998, a Samarate, in provincia di Varese, si costituisce il comitato promotore per la costituzione della Banca Credieuronord.

Le quote sono raccolte battendo a tappeto le sezioni della Lega Nord di Piemonte, Lombardia e Veneto.

Sono coinvolti i segretari di sezione e di circoscrizione che, raccogliendo l’appello del Segretario Federale Umberto Bossi, organizzano apposite riunioni tra militanti e simpatizzanti del partito.

Il quotidiano La Padania e l’emittente Radio Padania Libera, invitano lettori e gli ascoltatori a sottoscrivere le quote.

Anche durante i raduni nel prato di
Pontida sono raccolte adesioni tra i militanti, finché, il 21 febbraio 2000, l'obiettivo è raggiunto.

Con atto notarile si costituisce la Banca Popolare CredieuroNord, società cooperativa per azioni a responsabilità limitata, con l’adesione di circa 2600 soci, per un capitale nominale di 17 miliardi e 76 milioni di lire.

Ben presto, però, la gestione della CredieuroNord si rivela fallimentare.

Tant'è che, in queste ore, sembra probabile la rinuncia di Banca Popolare Italiana all’acquisizione di quel che resta della cosiddetta «banca della Lega».

leggi tutto

riduci