02 LUG 2006
rubriche

"Dite qualcosa di socialista". Conversazione settimanale con Marco Pannella

RUBRICA | di Massimo Bordin - RADIO - 20:31 Durata: 1 ora 57 min
Scheda a cura di Guido Mesiti
Player
La consueta conversazione settimanale tra Marco Pannella e il direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin.

Questa settimana sul dibattito interno alla Rosa nel Pugno, il satyagraha per la legalità, l'amnistia e le liberalizzazioni avviate dal pacchetto Bersani.

Puntata di ""Dite qualcosa di socialista". Conversazione settimanale con Marco Pannella" di domenica 2 luglio 2006 , condotta da Massimo Bordin con gli interventi di Marco Pannella.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amnistia, Bersani, Bonino, Boselli, Camera, Capezzone, Cattolicesimo, Chiesa, Csm, D'alema, D'elia, Dalai Lama, De
Finetti, Diritto, Fortuna, Giustizia, Governo, Hamas, Iraq, Israele, L'unione, La Rosa Nel Pugno, Liberalizzazione, Mastella, Medio Oriente, Mercato, Milingo, Palestina, Pena Di Morte, Prodi, Radicali Italiani, Saddam Hussein, Sdi, Socialismo, Terrorismo, Tibet, Villetti.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 1 ora e 57 minuti.

Questa rubrica e' disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Sommario degli argomenti

    Marco Pannella

    (La Rosa nel Pugno laici socialisti liberali radicali)

    20:31 Durata: 1 min 13 sec
  • Il dibattito interno alla Rosa nel Pugno. «Diteci qualcosa, fate qualcosa di socialista...»

    I contributi di De Giovanni, Turci e Landolfi, in attesa di Pellicani e Benzoni. «Se dalla e nella Rosa nel Pugno non dilaga un grande dibattito nazionale, può sopravvivere, ma non ha nulla a che vedere con la "nostra". Ci siamo». Ai compagni del vertice dello Sdi: «Diteci qualcosa, fate qualcosa di socialista... nel contenuto, nel metodo, nello stile...». La fine degli accordi elettorali dello Sdi alle tre precedenti elezioni. Al 100% battaglie di segno e di qualità socialista. Al 100% laici, liberali, socialisti, radicali, abbiamo «dato corpo sociale a bande partigiane o corsare, democratiche, alternative alla oligarchia che domina e annienta lo stato di diritto e la democrazia». Connotato anche di Luca Coscioni, «rivoluzionario con la sua parola», di "Non c'è Pace senza Giustizia", "Nessuno Tocchi Caino" e del PRT. La Segreteria della Rosa nel Pugno «assassinata, impedita e farebbe bene Turci a dire da chi». Chi ogni giorno la chiede e chi la vieta. Rosa nel Pugno fuori dalla rosa dei candidati per il Csm. Candidatura ce la siamo venduti per scopriremo presto cosa. Escluso che lo Sdi rompa. Rosa nel Pugno costruita sulla base dei Congressi. Un organo esecutivo come la Direzione non può ribaltare quelle decisioni. Non democratico né legale. «Siamo condannati noi radicali e loro dello Sdi ad essere ed operare come Rosa nel Pugno». Stiamo procedendo a una «soggettiva, consapevole, riorganizzazione della presenza socialista di Salvemini, Loris Fortuna, del socialismo "vincente" di Fortuna, quindi di Blair e Zapatero, contro una visione più gestionale dei residuati degli anni disastrosi...». Le «oasi di ricerca socialista». La rivoluzione «armonica antiviolenta», opposta ai rivoluzionismi. Le dimissioni di Villetti da capogruppo. Rosa nel Pugno era di fatto commissariata dal capogruppo. Dimissioni di Villetti non ancora presentate a Bertinotti. Alla Camera tra gli Sdi eletti solo "maschietti", tra i radicali Turci e Buglio, per non fare la "bicicletta". Rosa nel Pugno idea «totalmente laica, socialista, radicale, liberale. Se non è una di queste cose cade tutto il resto». La candidatura dell'ultima ora di Mario Patrono al Csm. Il «razzismo» nei confronti dei radicali. Pressioni esterne di D'Alema, che ha preso Intini e Craxi come sottosegretari, facendo intorno a sé unità socialista.
    20:32 Durata: 29 min 14 sec
  • Liberalizzazioni. La sorpresa Prodi-Bersani-Bonino-Capezzone

    Le liberalizzazioni e le dichiarazioni di Prodi in favore dei diritti dei cittadini in quanto tali. «Successo di immagine del Governo, di un'antica rivendicazione radicale delle riforme senza spesa contro le antiche bardature corporative». I Nicola Rossi e i Tito Boeri «espressione anche di osservazioni critiche radicali», come su art. 18 e sindacati. Dobbiamo realizzare dei segmenti, dei mattoni. Il divorzio un mattone con il quale è crollato il vecchio diritto di famiglia. La figura e i "ripensamenti" di Sarkozy.
    21:01 Durata: 5 min 54 sec
  • L'ostilità dell'Unione nei confronti della Rosa. Adesso comincia l'opera per l'alternativa

    Contro l'amnistia, sulla legge elettorale. Il nostro impegno a «trasferire nel centrosinistra i voti necessari all'alternanza prodiana per un'alternativa al regime di palermitani e corleonesi». Adesso comincia l'opera per l'alternativa.
    21:07 Durata: 4 min 4 sec
  • Liberalizzazioni. «Difesa blairiana e zapateriana del mercato»

    La reazione delle categorie interessate. «Difesa blairiana e zapateriana del mercato» è «un segmento di presenza importante». «Centralità e meriti» di Bersani. L'appello di Capezzone. Per Della Vedova è «quello che doveva fare il centrodestra». Adesso bisogna vedere «se» queste cose vengono attuate e difese.
    21:11 Durata: 3 min 29 sec
  • «Siamo tutti Sergio D'Elia»

    Tutti quanti noi socialisti possiamo dire che «siamo tutti Sergio D'Elia, per quello che è e per quello che è stato. Per come difende le ragioni per le quali sono stati massacrati coloro che difendevano in modo esposto i valori dello Stato e del diritto», come il maresciallo Bernardi. Oggi «si tende a offendere la loro memoria chiedendo vendetta». D'Elia ha «rischiato la vita» contro il terrorismo con la dissociazione. La mozione Bondi. Mauro Del Bue ha parlato di «ignominia» a proposito degli attacchi a D'Elia.
    21:14 Durata: 5 min 49 sec
  • D'Alema «sicuro che lo schiacciasassi un giorno o l'altro schiacci Rosa nel Pugno»

    Mauro Del Bue socialista che dovrebbe stare nella Rosa nel Pugno? «Appartiene a quella grande parte dell'elettorato socialista che dal '94 ha scelto l'area berlusconiana. Oggi con atti e gesti qualifica la sua presenza». Boniver e Prestigiacomo. «Spero che noi sappiamo meritare per la Rosa nel Pugno questa forma di unità laica, liberale, socialista, alternativa anche a questo tipo di partito democratico e all'oligarchia dominante». Rosa nel Pugno più avanti del partito democratico? La Chiesa pagherà l'Ici, ribaltata la «zelota prestazione» della CdL. Novità dai governi portoghese e spagnolo. D'Alema «sicuro che lo schiacciasassi un giorno o l'altro schiacci Rosa nel Pugno». Richiamo di Napolitano al Parlamento per l'elezione dei membri del Csm. Nei confronti di Sofri qualcosa di «vergognoso» come il rifiuto del nome di Coscioni. Dall'Europa tornano i referendum radicali impediti dalla Corte costituzionale
    21:20 Durata: 10 min 9 sec
  • «Le uniche grandi lotte istituzionali, parlamentari, socialiste realizzate da noi e Fortuna»

    Satyagraha prosegue, ma possibili iniziative di aula. Convivenza di forme di lotta nonviolenta e "istituzionali". La "governante" Emma Bonino e le lotte parlamentari dei radicali. «A Robe' [Roberto Villetti, n.d.r.], ma de' che' parli?!». Fatte come lo Sdi le ha fatte da 15 anni con Prodi e Ds avremmo «zero» sul problema della giustizia. Quando Rachele Mussolini parlò di Pannella: «Mi ricorda Benito quando l'ho sposato». Dov'è questa lotta socialista, istituzionale, in cui non si dimagrisce? I socialisti e i liberali «fanno lotte». Il socialismo liberale e democratico «non è subito divenuto burocratico». Il riferimento nei paesi di common law «è alla responsabilità della persona come sintesi della coscienza storica del mondo umano di un territorio». I detenuti stanno diventando la «forza dell'alternativa e della nonviolenza». «La vita del diritto per il diritto alla vita. Quando c'è strage di diritto c'è poi strage di umanità». Boselli un «dolce, giovane monarca che regna attraveso l'assenza e l'irresponsabilità, non è una militanza socialista... dobbiamo usare politicamente i consigli d'amministrazione». La Rosa nel Pugno, radicale di proprietà e d'uso, ha portato nel Parlamento italiano ed europeo Sciascia, Tortora e una serie di altri apporti.
    21:30 Durata: 16 min 3 sec
  • La figura di Bruno De Finetti e l'intervista a Carla Rossi

    La pagina a lui dedicata sul Sole 24 Ore. De Finetti noto nel mondo. Ad Harvard tesi su De Finetti. Pasolini su "Notizie Radicali". «Non far compiere l'errore di far trattare la Rosa nel Pugno come la Lista Dini o il Girasole».
    21:46 Durata: 13 min 57 sec
  • Amnistia. Dopo l'incontro con il ministro della Giustizia Mastella

    «In Mastella c'è una componente di un'intelligenza ruspante... la speranza, la volontà di farla questa amnistia». Gli manca l'aiuto dei grandi giuristi. Solo Vassalli intervenuto. «Strage di legalità non può non costituire il passaggio antropologico a una società fondata sulla violenza». Battaglia socialista. Il vertice oligarchico dei Ds problema come tutti gli altri. Fortuna disse dei radicali «sorprendenti e isolati attivatori delle istituzioni democratiche».
    22:00 Durata: 6 min 33 sec
  • Il radicamento sociale dei radicali

    Non è una «terza componente». Rosa nel Pugno non si rivolge alle «macerie del passato», ma è una proposta per l'oggi. Radicali non organizzati come partito tradizionale sul territorio. Eppure i militanti hanno raccolto 70-80 milioni di firme con tutto l'apparato dello Stato contro. I consensi alle iniziative radicali. Centralità obiettivi Coscioni: libertà di terapia per medico e malato. Pericolo Vesuvio. Cosa di più socialista?
    22:07 Durata: 6 min 48 sec
  • «La risposta alla tragedia mediorientale nella crescita di Israele come idea forza alternativa alla morte»

    La confitta del Dalai Lama; l'incredibile vicenza Milingo; l'assassinio degli innocenti in Iraq. Israele che arresta i ministri di Hamas: ma se fanno parte di un'organizzazione ufficialmente terroristica? Amato che propone partnership contro membership di Israele nell'Ue è «quel tanto di riformismo che impedisce la riforma». La proposta di Vernetti di Israele nella Nato. La lettera di Pannella a Morpurgo.
    22:14 Durata: 9 min 18 sec
  • Le candidature per l'elezione dei membri "laici" del Csm

    Patrono, Siniscalchi.
    22:23 Durata: 2 min 59 sec
  • Evitare la condanna a morte di Saddam Hussein

    22:26 Durata: 2 min 11 sec