26 NOV 2006
rubriche

Conversazione settimanale con Marco Pannella

RUBRICA | di Massimo Bordin - RADIO - 20:37 Durata: 1 ora 55 min
A cura di Guido Mesiti e Pantheon
Player
Consueto appuntamento della domenica sera con Marco Pannella.

Interviene Paolo Guzzanti, senatore, editorialista de Il Giornale, già presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta concernente il "dossier Mitrokhin".

Puntata di "Conversazione settimanale con Marco Pannella" di domenica 26 novembre 2006 condotta da Massimo Bordin con gli interventi di Marco Pannella (europarlamentare, Lista Bonino), Paolo Guzzanti (giornalista).

Tra gli argomenti discussi: Politica.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 1 ora e 55 minuti.
  • Sommario

    20:37 Durata: 2 min 37 sec
  • Il Consiglio generale del Partito Radicale

    Marco Pannella

    europarlamentare (Lista Bonino)

    L'appuntamento di dicembre a Bruxelles. Il Consiglio generale del Partito radicale, spiega Marco Pannella, è costituito da cinquanta membri. Venticinque sono stati eletti dall'ultimo Congresso del Prt, che si è svolto a Tirana nel 2002. Venticinque invece devono essere eletti dall'Assemblea dei parlamentari aderenti al Partito. Quest'ultima clausola non è stato possibile realizzarla per diverse ragioni. L'aggiornamento della denominazione, da Prt a Prttn (Partito radicale transpartito transnazionale nonviolento), sarà sottoposto al Consiglio generale. Il Grande satyagraha mondiale per la pace. Il concetto di pace. L'iniziativa «Iraq libero!». Il cahier sul Vicino Oriente di [«Le Monde diplomatique»](http://www.monde-diplomatique.fr/cahier/proche-orient/). Le partecipazioni annunciate (tra cui due ministri, Emma Bonino e Alfonso Pecoraro Scanio) e le presenze da valorizzare (il Sudest asiatico, ma anche la Turchia e i Curdi). La necessità e l'utilità del Partito radicale transpartito transnazionale nonviolento. Il prossimo incontro di Marco Pannella con Fausto Bertinotti.
    20:39 Durata: 16 min 49 sec
  • Il J'accuse di Paolo Guzzanti

    Paolo Guzzanti

    giornalista

    In collegamento telefonico L'omicidio a Londra di Aleksandr Litvinenko. L'articolo di Paolo Guzzanti pubblicato stamani da [«Il Giornale»](http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=136257&START=0). La collaborazione con Mario Scaramella. L'articolo de «La Repubblica». La solitudine dell'investigatore (Guzzanti stesso, che in questo momento non è nemmeno in buone condizioni fisiche), l'inchiesta e i risultati della Commissione Mitrokhin. I consigli di Francesco Cossiga. L'omicidio a Mosca di Anna Politkovskaja (Pannella afferma che lasciò prima la clinica dove era stato sottoposto a un intervento per partecipare ai funerali della giornalista). [Il blog di Paolo Guzzanti](http://www.paologuzzanti.it/il-caso-litvinenko/).
    20:56 Durata: 17 min 53 sec
  • Gli scenari internazionali

    La coalizione dei capaci di tutto e quella dei buoni a niente. Il voto dei senatori a vita, legittimo anche quando è determinante. Gli inquietanti scenari che si aprono con l'Iran, la Siria e la Cina. Il ruolo di George W. Bush. Le posizioni di Michael Ledeen. Le posizioni dei neoconservatori da una parte e quelle di George W. Bush dall'altra.
    21:14 Durata: 14 min 25 sec
  • L'incontro con Romano Prodi

    La risposta di Romano Prodi sul Tavolo dei Volenterosi, valutata positivamente. Le risposte dare a Rita Bernardini sulle altre questioni, soltanto interlocutorie. Il voto del Senato. Le sintonie naturali tra Gianfranco Fini e Massimo D'Alema. Le questioni poste da Piero Welby.
    21:28 Durata: 15 min 37 sec
  • L'auspicio di Giorgio Napolitano

    Giorgio Napolitano: «Confido che il riconoscimento, anche da parte dalle più alte autorità religiose, della conoscenza scientifica e del progresso tecnologico come "autentici valori della cultura del nostro tempo", consentirà di dare soluzioni ponderate e condivise ai problemi della libertà della ricerca, con il suo codice e con le sue regole, e ai più complessi temi bioetici» [link](http://www.quirinale.it/Discorsi/Discorso.asp?id=31543). L'intervista di Antonella Rampino. L'interpretazione controcorrente di Marco Pannella. Il precedente di qualche giorno prima in occasione della visita in Vaticano. L'atteggiamento tenuto in Vaticano da Napolitano, dritto «come se avesse ingoiato una scopa». La lettera di Luigi Castaldi sul «Riformista» [in realtà dovrebbe trattarsi della lettera di Federico Punzi, Luigi Castaldi ha sostenuto una posizione analoga a quella di Pannella, cfr. [Malvino](http://malvino.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1263339)]. [Le dichiarazioni di Giorgio Napolitano davanti al busto di Giovanni Leone](http://www.quirinale.it/Discorsi/Discorso.asp?id=31556). Le dimissioni di Giovanni Leone e il contributo dei radicali. [Le dichiarazioni di Giorgio Napolitano su Piero Welby](http://www.radioradicale.it/giorgio-napolitano-risponde-a-piero-welby-sarebbe-ingiustificabile-il-silenzio-su-questo-tema). La marcia di Natale dell'anno scorso e quella che avrebbe potuto esserci quest'anno. La partecipazione di Giorgio Napolitano per l'amnistia e quella di Sandro Pertini per la fame. La presidenza di Carlo Azeglio Ciampi. La necessità che il Presidente della Repubblica, nella nostra Costituzione, ascolti molto e parli soltanto al Parlamento. Il potere di ascolto sottolineato da Napolitano anche nella sua risposta a Welby.
    21:44 Durata: 18 min 43 sec
  • Il Caso di Piero Welby

    Due nomi: Ignazio Marino, presidente della Commissione Sanità del senato, e Furio Colombo. Il testamento biologico, dice Pannella, non è una risposta all'atroce tortura di Stato imposta a Piero Welby. La ristampa del libro di Welby che però, per il momento, non ha avuto molte critiche, né positive né negative. L'articolo di Dacia Maraini. Gli interventi pubblicati dal Corriere della sera. Lo sciopero della fame di Marco Cappato e di decine e decine di cittadini.
    22:03 Durata: 7 min 20 sec
  • La Rosa nel pugno

    La segreteria della Rosa nel pugno di giovedì notte. L'intervento di Marco Pannella a Radio Radicale, della [mattina successiva](http://www.radioradicale.it/la-rosa-nel-pugno-va-avanti). Le dichiarazioni di tono diverso degli esponenti dello Sdi. La concorrenza tra «Il Riformista» e «Il Corriere della sera» per fare fuori la Rosa nel pugno così come auspicato dai Ds, da Massimo D'Alema e da Piero Fassino. Gli «eccessi di megalomania» di Lanfranco Turci. L'aiuto di Ciucchi, «specializzato su Sergio D'Elia». Il Comitato dei cinque per stilare le proposte da portare alla direzione entro il 16 dicembre. La convocazione della riunione di lavoro del Comitato dei cinque da parte di Emma Bonino. I membri: Lanfranco Turci, Roberto Villetti, Enrico Boselli (Pannella si augura che partecipi), Emma Bonino e Daniele Capezzone. La linea di Massimo D'Alema e Piero Fassino portata avanti lealmente dall'«Unità». Il problema della rappresentanza al Governo, in caso di separazione. La necessità di un cambiamento da una parte, lo Sdi, e non dall'altra, i Radicali. Le dichiarazioni di Salvatore Buglio, «noi dello Sdi», come responsabilità dei Radicali. Gli analoghi precedenti. Da Vladimir Putin a Lanfranco Turci. La mancanza di notizie di Buglio.
    22:10 Durata: 19 min 19 sec
  • Il malore di Silvio Berlusconi

    Il discorso di Silvio Berlusconi interrotto dal malore. Un discorso, secondo Massimo Bordin, molto simile a quelli che faceva nel 1994. Per Pannella la stessa espressione di Bordin («quelli che faceva nel 1994») è un'epigrafe. In parte anche un discorso da liberale di destra, aggiunge Bordin.
    22:29 Durata: 2 min 23 sec