15 APR 2007
rubriche

Conversazione settimanale con Marco Pannella

RUBRICA | di Massimo Bordin - RADIO - 22:02 Durata: 1 ora 55 min
Scheda a cura di Guido Mesiti e Iva Radicev
Player
Puntata di "Conversazione settimanale con Marco Pannella" di domenica 15 aprile 2007 , condotta da Massimo Bordin con gli interventi di Marco Pannella (deputato europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Politica.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 1 ora e 55 minuti.

Questa rubrica e' disponibile anche nella sola versione audio.
  • Sommario degli argomenti

    Marco Pannella

    deputato europeo (Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa)

    22:02 Durata: 1 min 8 sec
  • Iniziativa nonviolenta per la moratoria Onu sulla pena di morte: sciopero della fame "a oltranza"

    Da un contributo al potere perché trovi la forza di attuare i propri impegni a una forma di lotta fino al perseguimento dell'obiettivo proclamato dall'iniziativa. Non più la «pressione», ma il «perseguimento». L'esigenza di riflettere sulla «lettera dell'obiettivo». «Perdita dell'autocontrollo e della capacità critica» in chi fa lo sciopero della fame.
    22:03 Durata: 4 min 47 sec
  • Moratoria. L'operato del Governo e del Ministero degli Esteri

    Da gennaio, da quando c'è una collaborazione formale con Farnesina e Presidenza del Consiglio, pare sempre di più «che in realtà il ministro degli Esteri D'Alema si muove nella prospettiva di un rinvio alla prossima Assemblea generale». I "costi" dell'esecuzione di Saddam Hussein. Unanimi Commissione Esteri e Parlamento italiano per presentare la risoluzione già a in questa sessione. Parlamento europeo ha dato mandato affinché l'Ue sostenesse l'iniziativa italiana. L'adesione del Sudafrica come co-promotore della risoluzione di moratoria. Invece si è proseguito a raccogliere firme sulla dichiarazione simbolica. Le adesioni raccolte da Ajello. La «balla» di dover avere il sostegno unanime dell'Unione europea: «balla tetra, scontata e disonesta». I precedenti tentativi del 1994 e del 1999. Da un mese Pannella e Bonino hanno chiesto a D'Alema di ricevere una delegazione radicale. Se verrà sostenuto essere «inevitabile» il rinvio a settembre bisognerà passare allo sciopero della sete.
    22:08 Durata: 15 min 3 sec
  • La Rosa nel Pugno, l'unità socialista e il laicismo come «elemento dominante» del Congresso dello Sdi

    «Le iniziative politiche serie non sono quelle che si concludono in sette mesi». Pareva che bisognasse rimandare al 2009 non avendo preso 2 milioni di voti. In campagna elettorale soprattutto Boselli ha enfatizzato la Rosa nel Pugno come soggetto politico strategico, non un'alleanza elettorale. Subito dopo la «catastrofe refendaria» si è svolta l'"assemblea dei mille" e quattro settimane dopo annunciata l'imminente nascita della Rosa nel Pugno. Otto settimane dopo 31 punti di Fiuggi. A "8 e mezzo" Boselli ha parlato di "superamento" del Concordato. «Lì è scattata una bomba nel mondo socialista e nell'opinione pubblica». Boselli «portavoce esaltante della risposta all'offensiva fondamentalista, vetero-clericale, da Papa re». Poi Marcia di Natale su amnistia e giustizia, lotta contro la discriminazione prevista dalla legge elettorale. L'esclusione dal Senato: Pannella «incazzatissimo» con i compagni dello Sdi che hanno accettato di essere esclusi. «I nostri averi ce li fabbrichiamo, non ce li rilasciano». L'obiettivo era «reincardinare» tema della laicità in questo paese. In questi giorni di Congresso dello Sdi, «a fondamento dell'unità socialista, e delle opposizioni al Partito democratico, c'è una profonda, convinta, da neofiti, azione e proclamazione di volontà di azione, di laicismo. Elemento dominante di tutte le componenti: socialista e comunista. Un peana al laicismo». Interventi di Angius e Mussi. Pannella e Fortuna dimostrazione che si può essere socialisti al 100% e radicali al 100%. La Federazione Giovanile Socialista soggetto costituente. Le risposte alle e-mail di Pannella, «campionatura target area radicale e socialista». E' una «sera di festa se l'unità socialista, che rischiava di esserlo sul compromesso craxiano, è invece l'unità anti-concordataria, il canto e l'elogio della laicità e del laicismo come alternativa a questa democrazia bastarda e a questo stato non di diritto». Per il 12-13 giugno Rosa nel Pugno e Radical - Pride. Presto un convegno sulla "famiglia oggi". Passata dalla crisi della Rosa nel Pugno «l'acqua pura, filtrata e distillata, è il laicismo, di questi tre giorni, di tutte le correnti socialiste». «Cantiere» radicale sempre aperto. Lo sciopero della fame di Roberto Giachetti. «Doveva essere seppellita la Rosa nel Pugno e sancito l'isolamento dei radicali... a questo punto la posizione dello Sdi diventa co-egemone della alternativa laica a un Partito democratico imbastardito». «W Boselli, W lo Sdi, hanno regalato all'Italia un'immagine di se stessi animata anche dalla nostra presenza ideale». Pannella chiederà la tessera del nuovo Psi. Le posizioni minoritarie di Del Turco.
    22:23 Durata: 37 min 15 sec
  • Il 12-13 maggio festa dell'"orgoglio laico" radicale e della Rosa nel Pugno

    Possibile che non ci sia un giornale popolare che dia l'annuncio?
    23:00 Durata: 3 min 29 sec
  • L'amicizia tra Berlusconi e Putin, l'assemblea di Forza Italia a San Pietroburgo

    Berezovsky personaggio «controverso».
    23:03 Durata: 2 min 6 sec
  • I comunicati di Capezzone della giornata di domenica

    Sul silenzio della politica riguardo Putin e i fatti di Mosca e San Pietroburgo; su Romiti; sul Congresso dello Sdi. «Capezzone lo disturbiamo se lo convochiamo perché mentre stiamo a discutere lui fa il suo comunicato su tutto». Dichiarazioni opposte di Pannella e Capezzone sullo Sdi. «La vita di un soggetto politico è fatta anche di vita in comune con altri che non siano quelli che leggono le agenzie». Capezzone che dichiara «come presidente della Commissione Attività produttive».
    23:06 Durata: 13 min 1 sec
  • In aula la proposta di legge Capezzone "7 giorni per un'impresa"

    Presenti tutti i deputati radicali. «Ciascuno sa cos'ha fatto» per questa legge. Nessuno in Italia contrario a questa legge.
    23:19 Durata: 1 min 11 sec
  • Gli «ottimi» interventi al Congresso dello Sdi; il problema «strutturale della pace e della guerra»

    «La metodologia laica dei mezzi che prefigurano i fini». Da Bobo Craxi l'accusa ai radicali di «impazienza» sulla moratoria.
    23:20 Durata: 6 min 16 sec
  • Le primarie proprie del sistema politico uninominale e bipartitico

    Il sistema "bastardo" italiano delle false primarie che eleggono un premio di maggioranza.
    23:26 Durata: 2 min 59 sec
  • L'espressione "Sinistra radicale". L'ipotesi di liste a Genova e a Palermo

    «Potrei fare una piccola associazione: "Sinistra radicale: civica, laica e verde, socialista, liberale, radicale"». «Caratteristica storica del movimento radicale ci ha consentito, attraverso gli "Amici della Terra", di regalare una nostra sigla, "Il Sole che ride"». A Genova decisione di Pecoraro Scanio di un'alleanza con radicali e socialisti. A Palermo la "lista Garibaldi". Dallo Sdi accettato il fatto compiuto dell'esclusione al Senato. La questione degli stili diversi tra radicali e socialisti.
    23:29 Durata: 7 min 9 sec
  • Gli interventi di Mussi e Angius al Congresso dello Sdi; l'«orgoglio laico»; il popolo italiano più avanti della politica

    Pannella «felice» nell'ascoltare gli interventi di Mussi e Angius. «Qui forse riusciamo ad avere un 12-13 maggio dell'orgoglio della storia laica». Sul problema della giustizia «siamo ancora a zero... Dobbiamo riuscire a fare quello che abbiamo fatto con la risposta dell'orgoglio laico». Il «culto della roba» nella Chiesa. «Il popolo italiano è molto più avanti del ceto politico»., ha detto Angius. «Che cosa può avere immunizzato se non i tanti episodi Welby, i tanti compagni Coscioni, Tortora, Corsi... la battaglia Saddam? Questo popolo ha discusso costantemente di emozioni, invasioni, scandali interiori da quattro generazioni. L'unico che gli arrivava era quello nostro, costante, che ancora sopravvive». La presunta assenza dei radicali dal territorio. Le morti sul lavoro e il referendum radicale sull'Inail. Costituzione «stracciata per 21 anni da tre presidenti della Repubblica. Napolitano ha scelto la costituzione materiale secondo Mortati, non secondo i giuristi pezzenti giustificazionisti del potere». «Problema non elettorale, ma costituzionale». Interventi di Napolitano «seri». Il Governo non esercita. L'uninominale alternativa di civiltà democratica.
    23:36 Durata: 14 min 18 sec
  • Il cambio di passo dell'iniziativa nonviolenta per la moratoria Onu della pena di morte e la giornata dell'orgoglio laico del 12 maggio.

    Fissare l'obiettivo e vedere chi se la sente di andare "a oltranza". Le risposte alle e-mail di Pannella. Il "Rosa nel Pugno e Radical Pride" del 12-13 maggio. «L'orgoglio laico, l'orgoglio radicale, l'orgoglio Rosa nel Pugno». «Non abbiamo vissuto la tragedia del trionfo degli altro nel referendum». «Da Fiuggi grande coro dell'alternativa laica rispetto alla cultura e all'antropologia di questo regime».
    23:50 Durata: 6 min 27 sec