07 AGO 2007
dibattiti

Nicola Matteucci, il liberale scomodo

DIBATTITO | - Porto San Giorgio - 21:44 Durata: 1 ora 40 min
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Presentazione del libro di Massimo Teodori (Luiss University Press).

Con Nicola Matteucci è scomparso il maggiore intellettuale liberale italiano dopo Benedetto Croce.

Filosofo politico e storico delle idee, Matteucci ha contribuito allo studio del costituzionalismo anglosassone come dottrina delle libertà e dei diritti individuali alternativa all’onnipotenza dello Stato propugnata dal giacobinismo francese.

Sono qui analizzati gli aspetti essenziali della vita e dell’opera del pensatore controcorrente che in Italia è stato osteggiato dall’intellighenzia marxista, populista e
conservatrice di destra e di sinistra.

Lo testimoniano le brillanti interviste di Luigi Pedrazzi, Gianpaolo Pansa, Edmondo Berselli, Angelo Panebianco, Luigi Compagna, Roberto Pertici e Tiziano Bonazzi.

Questo piccolo ma intenso profilo è indispensabile per chiunque voglia riscoprire le origini e il vigore di un pensiero liberale tutt’altro che obsoleto nella stagione in cui sono tramontate le illusioni dei grandi rivolgimenti palingenitici.

leggi tutto

riduci