15 SET 2007
intervista

Downtown: voci e testimonianze dal centro storico di Beirut

SERVIZIO | di Francesco De Leo - BEIRUT - 18:07 Durata: 1 ora 13 min
Player
E’ la testimonianza della tragica situazione in cui versa il quartiere centrale di Beirut, ora chiamato ‘Downtown’, conosciuto negli anni ’70 come la Parigi del Medio Oriente.

Negli anni ’80 il quartiere divenne una pericolosa zona di guerra, mentre negli anni ’90 iniziò quella che molti hanno definito una delle più ambiziose opere di ricostruzione di tutti i tempi.

Da un anno il presidio delle forze di opposizione al governo Siniora, un accampamento con tende piene di militanti di Hezbollah e dei partiti filosiriani, minaccia apertamente i deputati libanesi, tenendoli lontani dal
Parlamento, simbolo della democrazia libanese.

L’esercito libanese con filo spinato, posti di blocco e carri armati protegge tutto il quartiere.

Oggi ‘Downtown’ è una grande gabbia vuota al cui interno eleganti strade deserte e lussuosi locali vuoti caratterizzano un’area dove un tempo tantissima gente sedeva nei caffè all’aperto bevendo arak o birra e fumando il narghilè.

leggi tutto

riduci