21 NOV 2007
intervista

Intervista a Urdur Gunnarsdottir sulle elezioni legislative del 2 dicembre prossimo in Russia

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 14:56 Durata: 8 min 7 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
La portavoce dell'ufficio Odhir dell'Osce spiega perché si è arrivati alla decisione di non inviare osservatori elettorali in occasione delle elezioni legislative in Russia.

Il ritardo con cui sono stati elergiti i visti; l'impossibilità di monitorare l'intera campagna elettorale anziché soltanto il giorno delle elezioni; la riduzione del numero degli osservatori Osce imposta dalla Russia.

Una contrapposizione Osce-Russia che si è accentuata negli anni e che si è alimentata delle tensioni relative alle cosiddette 'rivoluzioni colorate' dello spazio post-sovietico.

Le richieste di riforma
dell'Osce invocate dalla Russia, che accusa questa istituzione di parzialità.

L'azione di lobbying avviata dal Kazakhstan per avere la presidenza dell'Osce nel 2009 e le perplessità di alcuni Stati membri.

leggi tutto

riduci