18 MAR 2008
intervista

La lotta contro la droga è una truffa: qualcosa di ingiusto e feroce. Intervista a Gualtiero Michelucci, genitore di un cittadino farmacodipendente da diacetilmorfina

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Brescia - 17:54 Durata: 13 min 48 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Dipendenza da sostanze illegali: un problema grave per chi lo vive, soltanto ideologia per gli altri.

La legge trasforma un dramma in una tragedia, la criminalizzazione produce vergogna; i genitori si assoggettano alle idee di chi li criminalizza.

I "tossicodipendenti" diventano il capro espiatorio della società.

Nessuna garanzia di qualità per le sostanze illegali (gravi rischi per overdose e per i tagli con stricnina e calce).

Qualcosa di ingiusto e feroce.

Sembra che lo Stato voglia "tossicodipendenti" morti per generare paura e richiesta di sicurezza.

Si grida contro gli spacciatori di morte:
le multinazionali vendono vita?.

leggi tutto

riduci