04 GIU 2009
intervista

Intervista a Abed al Alamir Kabalan

INTERVISTA | di Francesco De Leo - BEIRUT - 09:31 Durata: 36 min 55 sec
Scheda a cura di Alessio Grazioli
Player
L'Ayatollah Abed al-Alamir Kabalan è la figura più importante dello sciismo libanese.

Si è formato teologicamente a Najaf, in Iraq, allievo dei più importanti accademici islamici.

Con l'Imam scomparso Moussa Sadr e altre importanti figure religiose ha fondato, nel 1967, il Consiglio Islamico Superiore della Comunità Sciita del Libano ed oggi ne ricopre la figura di presidente.

Ha concesso un'intervista esclusiva a RadioRadicale, consegnando un appello per la comunità musulmana che vive in Italia.

La conversazione è preceduta dalla biografia del personaggio raccontata da Mohammed Rizk,
responsabile dell'ufficio stampa di Kabalan e direttore del quotidiano "Al karar - Decisione".

Appello alle comunità islamiche affidato a Radio Radicale: "In Occidente l'Islam è la seconda religione.

Mi rivolgo alle comunità musulmane che vivono in Occidente e in particolare in Italia.

Siate la vetrina dell'Islam e non un peso per le società in cui vivete.

Interagite con la gente, con sincerità ed onestà.

Tenetevi lontani dalla violenza e condannate il terrorismo.

Cooperate e collaborate con i Paesi e con gli Stati che vi ospitano, rispettando le loro leggi e le loro tradizioni, integratevi nelle loro società.

Comportandovi con alta moralità, possiate presentare con le vostre azioni il volto umano e civile dell'Islam, sempre aperto agli altri" Ayatollah Sheik Abed al-Alamir Kabala.

leggi tutto

riduci