13 GEN 2010
rubriche

Speciale Passaggio a Sud Est - Traffico di organi di prigionieri serbi in Kosovo: montatura o crimine di guerra?

RUBRICA | di Roberto Spagnoli - RADIO - 23:30 Durata: 29 min 42 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Artur Nura.

Durante la guerra del Kosovo, circa 300 civili serbi progionieri dei guerriglieri albanesi dell'Uck sarebbero stati portati nel nord dell'Albania, uccisi e i loro organi prelevati e introdotti nel mercato illegale.

Il caso è stato sollevato dalla ex procuratrice del Tribunale internazionale per la ex Jugoslavia, Carla Del Ponte, nel suo libro "La caccia".

La vicenda è controversa: la procura serba per i crimini di guerra sostiene di avere testimoni attendibilii, le autorità kosovare smentiscono, quelle albanesi rifiutano di
collaborare e mentre la giustizia internazionale per ora resta cauta, il Consiglio d'Europa conduce una propria inchiesta.

leggi tutto

riduci