22 FEB 2010
intervista

Il colpo di stato in Niger

SERVIZIO | di Francesco De Leo - RADIO - 10:31 Durata: 18 min 40 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Piazze gremite a Niamey, capitale del Niger, due giorni dopo il colpo di stato che ha rovesciato il presidente Mamadou Tandja.

Per i militari che hanno rovesciato la dittatura la parata dimostrativa si è trasformata in un bagno di folla.

Il capitano Harouna Djibrilla Adamou ha assicurato che la giunta militare che si è impadronita del potere "ha agito nell’interesse della nazione" L’opposizione politica, i sindacati e le organizzazioni per la difesa dei diritti umani danno credito agli ufficiali.

Da mesi denunciavano gli abusi del regime del presidente Tandja che non aveva esitato a
sciogliere il Parlamento e modificare la Costituzione per prolungarsi il mandato scaduto lo scorso dicembre.

L’Unione Europea aveva sospeso gli aiuti al paese ma ora i paesi occidentali temono di perdere il controllo della situazione ed hanno condannato il golpe.

Testimonianza di Adriana Piga (docente di Storia e Istituzioni dell'Africa all'Università di Roma 'La Sapienza').

leggi tutto

riduci