18 MAR 2010
dibattiti

L'Italia in uno scenario internazionale che cambia: fra rischi di marginalizzazione e nuove responsabilità - Presentazione del rapporto introduttivo dell'Annuario ISPI-IAI

DIBATTITO | - Roma - 17:10 Durata: 2 ore 2 min
Scheda a cura di Delfina Steri
Player
Presentazione del rapporto introduttivo dell'Annuario ISPI-IAI sulla politica estera italiana (edizione 2010), realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo e della Fondazione Cariplo, edito da Il Mulino.

L'incontro è organizzato in collaborazione con le Fondazioni Farefuturo e Italianieuropei.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "L'Italia in uno scenario internazionale che cambia: fra rischi di marginalizzazione e nuove responsabilità - Presentazione del rapporto introduttivo dell'Annuario ISPI-IAI", registrato a Roma giovedì 18 marzo 2010 alle 17:10.

Dibattito
organizzato da Istituto Affari Internazionali e Istituto per gli Studi di Politica Internazionale.

Sono intervenuti: Stefano Silvestri (presidente dell'Istituto Affari Internazionali (IAI)), Boris Biancheri (presidente dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale), Gianni Bonvicini (vice presidente dell'Istituto Affari Internazionali), Giampiero Gramaglia (consigliere per la Comunicazione Istituto Affari Internazionali), Federico Eichberg (direttore delle Relazioni Internazionali della Fondazione Farefuturo), Vittorio Emanuele Parsi (docente di Storia delle Relazioni Internazionali Università Cattolica di Milano), Giampiero Massolo (segretario generale del Ministero degli Affari Esteri), Vincenzo Camporini (capo di Stato Maggiore della Difesa), Margherita Boniver (deputato, presidente del Comitato di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, Popolo della Libertà), Giuliano Amato (presidente dell'Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Crisi, Economia, Esteri, Fondazioni, Iai, Ispi, Italia, Ministeri, Obama, Onu, Parlamento, Politica, Ricerca, Riforme, Unione Europea, Usa.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 2 ore e 2 minuti.

leggi tutto

riduci