29 NOV 2010
intervista

Finanziamento pubblico dei partiti: il motore delle elezioni anticipate per l'ex ministro Giancarlo Pagliarini

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Milano - 20:26 Durata: 13 min 40 sec
A cura di Alessio Grazioli
Player
Finanziamento pubblico: la politica è il miglior business: per 100 euro un ritorno di 2.135.

Elezioni anticipate? Tutta scena; lo fanno per incassare le cifre incredibili dei rimborsi elettorali.

"Finanziamento pubblico dei partiti: il motore delle elezioni anticipate per l'ex ministro Giancarlo Pagliarini" realizzata da Emiliano Silvestri con Giancarlo Pagliarini (consigliere del Comune di Milano, Misto).

L'intervista è stata registrata lunedì 29 novembre 2010 alle ore 20:26.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Bernardini, Corte Dei Conti, Costi, Costituzione,
Elezioni, Finanziamento Pubblico, Informazione, Lega Nord, Legge, Partiti, Partito Democratico, Partito Radicale, Politica, Prc, Referendum, Stato.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Giancarlo Pagliarini

    consigliere del Comune di Milano (MISTO)

    Il referendum radicale per l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti dell'aprile 1993, vinse con il 90,30% dei votanti. Nel dicembre dello stesso anno venne istituito il rimborso per le spese elettorali. Quella legge viene applicata nelle successive elezioni del 27-28 marzo 1994 e portò all'esborso da parte delle casse dello Stato di un importo pari a 47 milioni di euro. Con gli anni si trasforma in rimborseggio elettorale: elezioni politiche 2008 = 503 milioni di euro. Per chiunque, rimborso significa restituzione dei soldi anticipati: se spendo 100 tu mi devi restituire 100. Per i partiti il concetto di "rimborso" assume un altro significato. Alcuni esempi, tratti dalla ricostruzione della Corte dei Conti: PD nel 2008 spese: 18 milioni; rimborso: 180 milioni (è solo un esempio, sono tutti uguali). Ancora: L.N. spese: 2,940mil; rimborso: 41,385mila; 100 per 1.407 euro. PRC spese: 1,636; rimborso: 34,932mila; 100 per 2.135 euro. Alcuni esempi per comprendere gli ordini di grandezza: per Cirio e Parmalat vengono stanziati 500milioni di euro; per Pomigliano d'Arco e Termini Imerese vengono accantonati 300milioni. 503 milioni di euro per i "rimborsi" ai partiti. Il potere dei responsabili amministrativi dei partiti: è la casta. Non incasso più la rata delle elezioni del 2006 e continuerei a incassare soltanto la rata del 2008. Siamo matti? Facciamo le elezioni anticipate e quindi continueremo a ricevere ogni anno il doppio contributo. Infatti nel 2011 e 2012 continuerebbe l'erogazione del contributo annuale per la legislatura interrotta, e partirebbe il contributo annuale per le elezioni politiche del 2011 per i successivi cinque anni. Non ho mai capito i costi della politica: perchè la politica deve costare?
    20:26 Durata: 13 min 40 sec