07 DIC 2010
intervista

Intervista a Matteo Mecacci sulla vicenda di ottanta profughi, in prevalenza eritrei, tenuti in ostaggio nel deserto del Sinai

INTERVISTA | di Giovanna Reanda - Roma - 00:00 Durata: 6 min 1 sec
Scheda a cura di Delfina Steri
Player
Da oltre un mese circa ottanta profughi, in prevalenza eritrei, sono tenuti in ostaggio incatenati nel deserto del Sinai da alcuni trafficanti d'esseri umani.

I trafficanti, inoltre, chiedono 8.000 dollari a testa per lasciare gli ostaggi in vita.

"Intervista a Matteo Mecacci sulla vicenda di ottanta profughi, in prevalenza eritrei, tenuti in ostaggio nel deserto del Sinai" realizzata da Giovanna Reanda con Matteo Mecacci (deputato, presidente dell'Intergruppo parlamentare per il Tibet, Candidati radicali nel Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata martedì 7 dicembre 2010 alle
ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Accordi Internazionali, Africa, Asilo Politico, Clandestinita', Criminalita', Egitto, Eritrea, Governo, Immigrazione, Italia, Libia, Radicali Italiani, Rifugiati, Somalia.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Matteo Mecacci

    deputato, presidente dell'Intergruppo parlamentare per il Tibet (Candidati radicali nel Partito Democratico)

    0:00 Durata: 6 min 1 sec