07 MAG 2011
intervista

Writer: Il deterrente è la galera. Manifesti illegali: Ad oggi ottantamila defissi; il comune eleverà multe, se poi il Parlamento le condonerà, che posso farci? Intervista a Riccardo De Corato

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Milano - 16:16 Durata: 1 min 45 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Presentato con Giorgio Straquadanio il progetto di legge per inasprire le pene agli imbrattatori della città.

Restrizioni anche per i produttori e venditori di bombolette di vernice.

Il vicesindaco di Milano, deputato PdL, risponde alle domande di Radio Radicale.

"Writer: Il deterrente è la galera. Manifesti illegali: Ad oggi ottantamila defissi; il comune eleverà multe, se poi il Parlamento le condonerà, che posso farci? Intervista a Riccardo De Corato" realizzata da Emiliano Silvestri con Riccardo De Corato (deputato e vice sindaco del Comune di Milano, Popolo della Libertà).

L'intervista
è stata registrata sabato 7 maggio 2011 alle ore 16:16.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Amministrative, Elezioni, Giustizia, Lavori, Lista Bonino - Pannella, Milano, Penale, Politica, Servizi Sociali, Societa'.

La registrazione audio ha una durata di 1 minuto.

leggi tutto

riduci

  • Riccardo De Corato

    deputato e vice sindaco del Comune di Milano (Popolo della Libertà)

    Perché non avete deciso di insistere più sull'aspetto dei lavori socialmente utili e avete inserito l'aspetto penale? Perché quello è bene, è il deterrente, poi, come abbiamo fatto .il deterrente è la galera. Poi, se questo si convince, lo mandiamo ad aiutare gli anziani - è una scelta che poi spetta all'amministrazione che ha avuto il danno, noi abbiamo il danno e poi scegliamo la strada da fare - è chiaro che però il deterrente deve essere la galera, perché sennò questi ragazzi continuano ad sporcare tutta Milano, Se c'è il deterrente della galera magari; se pensano che possono rischiare un po' la galera stia tranquillo che si calmano. Dopo di che poi scegliamo noi magari, invece della galera, di mandarli ai lavori socialmente utili così imparano la buona creanza. Come lei sa la lista Bonino-Pannella ha a cuore la legalità e, in particolare, parlando di imbrattamento, l'imbrattamento che si avuto con i manifesti illegali in tutto questo periodo ,,,,,,,,,,,,,,,, Noi ne abbiamo tolti 80.000.Lei ha un'idea di quante sono le multe elevate, a questo punto? Basta fare un accesso agli atti e vediamo,,,,io non ho un'idea precisa, sono che sono ottantamila i manifesti complessivamente defissi fino a oggi. Di solito si fa il condono e ce la si cava con 1.000 euro a testa, invece che 416 a manifesto; lei intenderà vigilare affinchè non accada anche questa volta? Noi stiamo vigilando ottantamila manifesti non credo che siano poca cosa. Se poi vanno in fanteria, cioè....No, quelle sono multe che vengono regolarmente recapitate......a meno che non ci sia una legge che, che Ma anche da questo punto, lei intende..No, io mi rimetto alla legge, non è che posso pensare.Fare in modo che una legge che condoni non si faccia. Questo lo vedrà il Parlamento non, io sono solo uno dei seicento....(entrando nell'ufficio e ponendo fine all'intervista)
    16:16 Durata: 1 min 45 sec