08 GIU 2011
intervista

L'economia verde è il futuro dell'Italia. Piero Pellizzaro e Antonio Galdo al festival dell'economia ecologica di Piombino

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri - Piombino - 16:47 Durata: 17 min 5 sec
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
Il 26 maggio l'esponente del Kyoto club parla di fonti rinnovabili; l'autore di "Non sprecare" presenta il suo nuovo libro: "Basta poco".

Registrazione audio di "L'economia verde è il futuro dell'Italia. Piero Pellizzaro e Antonio Galdo al festival dell'economia ecologica di Piombino", registrato a Piombino mercoledì 8 giugno 2011 alle 16:47.

Sono intervenuti: Emiliano Silvestri (giornalista Radio Radicale), Piero Pellizzaro (responsabile cooperazione internazionale - Kyoto club), Antonio Galdo (giornalista e scrittore).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Ambiente, Clima, Ecologia,
Economia, Fonti Rinnovabili, Germania, Inquinamento, Kyoto, Piombino, Portogallo.

La registrazione audio ha una durata di 17 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Emiliano Silvestri

    giornalista Radio Radicale

    Il Festival dell'economia ecologica riprende i temi della precedente edizione: una nuova concezione dello sviluppo e diversi stili di vita. Esigenze già prospettate negli anni '60, nell'odierno salto epocale, divengono necessità inderogabili.
    16:47 Durata: 1 min 58 sec
  • Piero Pellizzaro

    responsabile cooperazione internazionale - Kyoto club

    Le caratteristiche e il lavoro del Kyoto club. La prima fonte di energia alternativa è l'efficienza energetica, legata ai comportamenti individuali. Eolico e solare: incentivi sbagliati e mancanza di investimenti. Il cambiamento climatico è una sfida per il futuro: green economy, economia ecologica: un settore strategico che necessita di investimenti. Secondo gli ultimi rapporti dell'International Energy Agency, in Italia si è progressivamente ridotto l'investimento nel settore energetico (per il 30% destinato al nucleare). Sarebbero invece necessari Investimenti sovrastrutturali, manodopera qualificata (che in Italia c'è e vuole costruirsi un futuro) e investimenti in ricerca e sviluppo. Le non politiche industriali di oggi ci allontanano dalla Germania e ci avvicinano al Portogallo; bisogna rendersi conto che l'economia verde non è esclusivamente una scelta ambientalista ma il futuro dell'Italia. Lavorare in sinergia tra imprese e pubblico e adottare uno sguardo di lungo periodo. Siamo in un momento storico di cambiamento; un salto verso un nuovo modo di approcciarsi alla vita; siamo ancora in tempo. Abbiamo le competenze, la conoscenza, le persone e la voglia di recuperare il tempo perduto. L'Italia ha bisogno della leva pubblica e privata che sostenga le sue grandi potenzialità
    16:49 Durata: 10 min 26 sec
  • Antonio Galdo

    giornalista e scrittore

    Siamo dentro un cambio d'epoca e non soltanto in una ciclica crisi economica. Nuovi comportamenti individuali, nuovi stili di vita, portano modifiche rivoluzionarie. Prima di chiedere al Governo cosa fa per la società dobbiamo chiederci cosa facciamo noi per la società; siamo il Paese dove lo spreco è diventato un paradigma. Buttiamo nel cestino il 20% del cibo che acquistiamo; siamo i terzi consumatori al mondo di acqua minerale; divenuti schiavi dell'automobile,siamo grandi consumatori di petrolio. Suggerimenti non disgiunti da pensiero forte: abbiamo smarrito il senso delle cose; se ne sapessimo riscoprire il valore sapremmo conservarle meglio
    16:59 Durata: 4 min 41 sec