09 GIU 2011
intervista

Seconda edizione di "Quanto basta", festival dell'economia ecologica . Intervista a Gianni Anselmi e ad Amartya Sen

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri - Piombino - 17:56 Durata: 7 min
Scheda a cura di Valentina Pietrosanti
Player
Registrazione audio di "Seconda edizione di "Quanto basta", festival dell'economia ecologica . Intervista a Gianni Anselmi e ad Amartya Sen", registrato a Piombino giovedì 9 giugno 2011 alle 17:56.

Sono intervenuti: Gianni Anselmi (Sindaco di Piombino), Amartya Sen (premio nobel per l'economia 1998).

Tra gli argomenti discussi: Ambiente, Comuni, Ecologia, Economia, Guerra, Informazione, Iraq, Italia, Mass Media, Partito Radicale Nonviolento, Piombino, Qualita' Della Vita, Saddam Hussein, Sviluppo.

La registrazione audio ha una durata di 7 minuti.
  • Gianni Anselmi

    Sindaco di Piombino

    Come nasce l'idea del festival oggi alla seconda edizione dopo il felice esito della prima esperienza. Piombino come luogo ideale per affrontare i nuovi dilemmi: ambiente-lavoro; ambiente-sviluppo; democrazia-economia.
    17:56 Durata: 2 min 22 sec
  • Amartya Sen

    premio nobel per l'economia 1998

    Per molta gente sviluppo e ambiente sono termini antagonisti; che cosa può offrire il suo approccio umano allo sviluppo per uscire da questa idea, da questa situazione?Io penso sia un grande errore pensarli come termini antagonistici, poiché sviluppo è ciò che concerne il miglioramento della vita umana e anche la conservazione ambientale ha lo scopo di preservare la ricchezza della vita umana, inclusa quella delle cose che per noi hanno importanza; per esempio la conservazione dei pesci che può non incidere direttamente sulla ricchezza della vita umana ma incide sulla libertà umana di prendere delle decisioni in relazione a cosa preservare e in quale tipo di mondo dobbiamo vivere. Per questo penso sia un errore pensare che questi siano termini antagonistici, sono fondamentalmente complementari.Per lei la democrazia è fondamentalmente pubblica e aperta discussione; in Italia il sistema dell'informazione decide chi può parlare e chi è escluso dal sistema. Che cosa pensa di una simile situazione? In ogni Paese il sistema della comunicazione ha molti difetti e qualche opportunità, la stessa cosa in Italia. La domanda è in che modo utilizziamo le opportunità che ci sono: non solo per promuovere il nostro punto di vista ma anche per allargare la copertura dei giornali, allargarne la base di lettori, renderli più inclusivi…praticando l'esercizio simultaneo del miglior uso dei media esistenti … volto anche all'allargamento della loro copertura e per quanto può contribuire a questo allargamento dei media, ciò è qualcosa che, ovviamente, possiamo pretendere dal Governo. Non voglio entrare in questo momento nella politica italiana ma si tratta di una dimensione politica e molte persone si sono impegnate ad allargare la copertura e la diffusione universale dei media. L'ultima domanda; lei conosce la posizione del Partito Radicale Transnazionale nonviolento a proposito della guerra irachena del 2003? Dice che Bush e Blair hanno dato il via alla guerra contro la possibilità della pace, contro la possibilità dell'esilio di Saddam Hussein. Non conosco il particolare partito di cui lei parla, non posso quindi commentare su questo. A proposito della guerra in Iraq, ho pensato a un gigantesco errore, niente a che fare con il partito politico a cui si stava riferendo, ed è questo ciò che credo, perché si è ragionato stupidamente, nel senso che le ragioni date a difesa.., la guerra fu nominalmente giustificata con la presenza di armi di distruzione di massa, e non era vero, con la presenza in Iraq di Al Kaeda non era vero; la cosa ha in realtà solo prodotto l'effetto di portare per la prima volta Al Kaeda in Iraq in un modo in cui non esisteva; davvero una mossa stupida, in ogni caso anche un'inaccettabile mossa piuttosto criminale nel senso che non c'erano ragioni per poter sbarcare con il proprio esercito in un altro Paese così facilmente senza le sanzioni delle Nazioni Unite e le sanzioni delle Nazioni Unite non sono arrivate in questo caso. Io penso sia stato un terribile errore. Grazie.
    17:59 Durata: 4 min 38 sec