23GIU2011
istituzioni

Relazione annuale dell'Autorità Garante per la Protezione dei dati personali

MANIFESTAZIONE UFFICIALE | Roma - 11:00. Durata: 52 min 3 sec

Player
Relazione sull'attività 2010.

Registrazione video della manifestazione "Relazione annuale dell'Autorità Garante per la Protezione dei dati personali", registrato a Roma giovedì 23 giugno 2011 alle ore 11:00.

L'evento è stato organizzato da Garante per la Protezione dei dati Personali.

Sono intervenuti: Francesco Pizzetti (presidente dell'Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali), Gianfranco Fini (presidente della Camera dei Deputati, Futuro e Libertà per l'Italia (gruppi parlamentari)).

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Banche, Comunicazione, Cronaca, Finanza,
Garante Privacy, Giornalismo, Giustizia, Impresa, Informatica, Informazione, Internet, Lavoro, Marketing, Minori, Privacy, Riservatezza, Sanita', Scuola, Sicurezza, Stato, Tecnologia, Telecomunicazioni, Universita'.

La registrazione video di questa manifestazione ufficiale ha una durata di 52 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

11:00

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Signor Presidente della Corte Costituzionale autorità colleghi signore e signori
La Camera lieta di ospitare ancora una volta il tradizionale appuntamento con la relazione annuale dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali
Anche quest'anno
Sono le tecnologie di ultima generazione
Che complicano il potere dei social network con quello delle piattaforme digitali
A richiamare la nostra attenzione sull'esigenza di tutelare il modo ancor più adeguato
Il diritto alla privacy di fronte i rischi
Di una sua crescente violazione
La nostra vita digitale
è stato detto e scritto in molte occasioni è
In pericolo
E in vendita
L'arresto
Del ventunesimo secolo non solo la libertà di espressione di stampa
Si declinano sostanzialmente on line
Ma anche tantissime informazioni che attengono sfera personale
Sono messi in rete spesso conservati a lungo
Tanto da renderne molto più incisivo perfetto positivo o negativo che sia
Anche se siamo solo all'inizio forse di un cambiamento epocale
Di cui è davvero difficile comprendere fino in fondo tutte le possibili implicazioni future
è necessario prendere atto sin d'ora
Che il concetto di privacy così come è stato concepito in passato sostanzialmente non esiste più
Si è passati infatti
Da un'esperienza giuridica
Fondato essenzialmente sul rapporto tra nuovi tecniche
Tra fra i tassi diritto d'informazione
Ed in cui il diritto alla riservatezza era considerato da tutti gli effetti con un diritto fondamentale
Si è passati ad una fase storica in cui la tecnologia
Si fa imponendo come forse ecumenica del villaggio globale
Capace di attraversare senza essere fermato tutte le frontiere politiche tecniche e geografiche perché mai
E soprattutto il difficile adeguamento del passaggio dalla carta guarda
Che costringe ad interrogarsi su quali debbano essere i limiti alla libertà in mettere
Nel circuito globalizzato interna
Dati sensibili che non rivestono carattere di urgenza indifferibilità
Da questo punto di vista tutta ovviamente stiamo assistendo ad un completo un rovesciamento di prospettiva
Il concetto di trasparenza si sta infatti trasformando in un vero e proprio valore dominante
E lo stesso diritto a conoscere sta sconfinando nel diritto al controllo di tutti su tutti questa generale tendenza diffondere attraverso ogni tipo di servizi on line
Informazioni sensibili
Se da un lato corrispondere all'esigenza di soddisfare il diritto a sapere oppure di denunciare in modo permanente abusi veri o presunti
Dall'altro
Pone il problema della sicurezza dei dati
Per la privacy delle stesse informazioni seminate su due
Che possono diventare oggetto di manipolazione da parte non solo i veri e propri crackers ma anche di semplici operatori economici che intende che intendono trarre profitto dei dati acquisiti abusivamente o comunque senza il consenso degli interessati
Il recente caso della PlayStation network certamente il più clamoroso ed ampia
Un gruppo di pirati informatici ha saccheggiato i dati personali decine di milioni di utenti di quella rete tra cui i nomi indirizzi e-mail password e username
Numeri di carte di credito ed altri mezzi di pagamento per poi metterli in vendita on line al miglior offerente
Qualche riflessione dunque si impone per evitare che la vita quotidiana di ogni persona profilata come si dice in gergo e scontata impunemente venga messa a disposizione
Di poteri politici economici tecnologici
Indubbiamente da un punto di vista tecnico va evidenziato che la stessa facilità di interferire mediante mezzi telematici con la riservatezza degli individui
Consente altrettanto facilmente il controllo anche a costo zero e attraverso i mezzi della stessa natura della cosiddetta guardarle tutte
E ciò per prevenire le possibili sempre più frequenti ipotesi di diffamazione
Ma la della questione nel modo di vedere come da tempo l'Autorità garante per la protezione dei dati personali ha segnalato nelle sedi competenti e lo ha sempre fatto proprio in occasione anche per la presentazione della relazione annuale
Della questione quella che attiene all'esigenza di ricalibrare normativamente parlando l'intera materia per far convivere la libertà informare che ad essere informati con il diritto alla tutela della riservatezza
Sotto questo profilo
L'esercizio dei poteri sanzionatori meritorie autorizzatoria secondo le singole fattispecie di volta in volta l'esame del garante
Continua a costituire la premessa indispensabile
Per realizzare una scelta ponderata tra due o più interessi contrapposti alla luce di quelle discrezionalità regolatorio per le autorità in mancanza della quale ogni sono la pronuncia
Ad esempio dall'autorità giudiziaria sopraggiungere senza la previa adozione di vari criteri uniformi per casi identici o semplicemente analoghi non suscettibili come tali di essere regolati per legge
In tale ottica ad esempio
E andiamo a vedere apprezzabile la tendenza a non aggravare inutilmente i vari procedimenti amministrativi di adempimenti non essenziali alla protezione dell'interesse alla riservatezza e ciò
Anche sotto anzi consentendo all'autodisciplina il compito di attuarla come del resto sempre più spesso avviene nell'attuale esperienza professionale commerciale industriale ovviamente in prevenzione rispetto
Sempre possibili interventi tra garante
Si tratta quindi di continuare su questa strada forti soprattutto dalla convinzione che dall'attenta e costante giurisprudenza dell'Autorità per la protezione dei dati personali
Potranno discendere
Nuovi inutili indicazioni
Anche per il legislatore il cui compito principale in questo settore
Mi sembra rimanga quello di saper governare intelligentemente il rapido il processo di evoluzione della realtà tecnologica e sociale
Ed è con questo spirito
Che cedo la parola al professor Pizzetti per la lettura della relazione annuale del garante con la certezza che come accaduto anche in altre occasioni dalle sue parole verranno certamente motivo di riflessione
E mi ha un per motivi di intervento legislativo all'insegna della necessità di tutelare questi due fondamentali diritti
Che il confronto tra
Morfologia i tempi in cui viviamo pongono in modo sempre più ineludibile grazie
Grazie sì
Grazie signor Presidente della Camera
Io per ci concesso di tenere anche quest'anno la relazione
Dal noir lei in questa prestigiosa sala grazie del suo intervento e grazie anche delle sue parole di apprezzamento che
Ci sprona hanno sempre di più avrà operate con tutta la
Capacità che ci è concessa
Una ringraziamento al Presidente del Senato che ha voluto mandarci un messaggio di partecipazione un ringraziamento deferente al Presidente della Repubblica che ci ha concesso ho un'udienza per consentirci di esporli anticipatamente i risultati del nostro lavoro annuale
Grazie al Presidente della Corte costituzionale per la sua partecipazione che consideriamo un segno di
Onore anche di amicizia e grazie a tutti gli intervenuti naturalmente
Alle autorità i rappresentanti del Parlamento a tutti i presenti
Questa è la nostra sesta relazione in questi anni molte cose sono cambiate nella protezione dei dati personali soprattutto per due ordini di fattori
Da un lato è cambiato il rapporto tra diritto alla riservatezza e la tutela di altri valori primo fra tutti il diritto alla sicurezza e quello alla conoscenza
Aspetti centrali nel mondo contemporaneo che trovano nelle tecnologie del controllo e delle comunicazioni strumenti sempre più avanzati
Da un altro lato lo sviluppo dei sistemi di telecomunicazione offre continuamente nuove possibilità di acquisizione conservazione utilizzazione di dati e informazioni a costi sempre più contenuti
L'incrocio di questi fenomeni è il terreno sul quale la protezione dei dati personali e costantemente sfilata
è nostro compito aiutare tutti a capire un mondo in cui i diritti e i doveri di cittadinanza nelle relazioni economiche e sociali comportamentali acquistano una dimensione nuova
Perché ognuno può comunicare con gli altri oltre ogni barriera fisica e attingere a una conoscenza globale senza limiti di spazio e di tempo
Una realtà caratterizzata dalla creatività e dalla intenti vita dell'uomo ma che va compresa è regolata affinché l'uomo non è di venti il prigioniero
Per questo abbiamo intitolato questa relazione uomini e dati
Gli uomini e i loro dati non possono essere scissi in mondi o in realtà diverse i dati non solo non sono solo il prodotto degli uomini e della capacità di comunicare di organizzare
Ma costituiscono ormai una parte essenziale del nostro stesso modo di essere
Le modalità con le quali l'autorità interprete ha interpretato il suo ruolo sono cambiate nel corso di questi anni
Il Collegio precedente aveva già cominciato a prendere in esame gli aspetti più evidenti delle innovazioni tecnologiche
Dell'epoca spanna video sorveglianza R. feriti noi abbiamo intensificato in questi anni questa linea di azione
Estendendo l'attenzione alle reti di comunicazione elettronica
E alle grandi banche dati pubbliche e private
Abbiamo dedicato tempo e risorse alle attività di incerti intercettazione sulle reti di telecomunicazione e a quelle di accesso alle preziose banche dati del traffico telefonico
Abbiamo contribuito a regolare gli accessi alle grandi banche dati strategiche per il Paese a cominciare dall'anagrafe tributaria e da quelle delle forze di polizia
Abbiamo lavorato in questi anni per mettere in sicurezza per quanto è possibile l'enorme quantità di dati e informazioni detenuti dagli uffici giudiziari
Abbiamo dedicato tempo impegno per imporre le regole da rispettare delle trasmissioni elettroniche dei dati sanitari le cartelle sanitaria elettronica
Impegnativo il lavoro per aiutare le amministrazioni adottare regolamenti che garantiscano
Telco talmente o dei dati specialmente sensibili e giudiziari avvenga sempre con cautela e misure di sicurezza adeguate
Necessaria e utile è stata la disciplina regolazione dell'uso degli strumenti elettronici in ambito aziendale per e-mail sui posti di lavoro secondo modalità compatibili con i diritti dei lavoratori e dei datori di lavoro
Siamo intervenuti in questi anni rispetto a servizi già non più nuovi come Youtube a quelli più recenti come socio al network quali Facebook I motore di ricerca come nel caso di gongola le tecnologie più sofisticate
Quali servizi rilocalizzazione di mappatura come nel caso di strilli Google Street view
Ci siamo sempre impegnati per trovare il giusto equilibrio tra tutela dei diritti e innovazione in modo da non ostacolare nel ricorso alle tecnologie
Specialmente per tenere sotto controllo l'evasione fiscale e la spesa pubblica nell'utilizzo di modalità di azioni più efficiente per la pubblica amministrazione legate all'agenda digitale e alla moltiplicazione dei punti di accesso ai servizi per i cittadini
Siamo tornati a occuparci di videocamere di forme di controllo a distanza aggregate anche alla integrazione tra sistemi di sorveglianza privati e pubblici comprese le forze di polizia
Con occhio attento alla difesa dei consumatori ma sensibili anche alla necessità delle imprese e alla capacità competitiva del Paese abbiamo operato numerose semplificazioni
Sia con riguardo alle comunicazioni commercialisti alle misure di sicurezza
I rapporti tra lavoratori e datori di lavoro abbiamo sempre promosso e favorito il dialogo con tutti cittadini decisioni decisori istituzionali
Amministrazioni in prese associazione di consumatori convinti come siamo che il nostro compito sia quello di proteggere i cittadini e la società non solo quello di reprimere
Intensa la promozione di codici deontologici che stiamo estendendo anche al settore delle informazioni commerciali
Abbiamo sviluppato nuove forme di sorvolo prime fra tutte le linee guida finalizzate a raccomandare comportamenti adeguati in settori particolarmente complessa
Questi nuovi strumenti sono ormai così numerosi da Berti istinto pubblicarlo una raccolta organica e sono stati accolti con favore da cittadini impresa e operatori
Con eguale favore ci sembra è stata accolta da tutte le amministrazioni
La nostra costante disponibilità a offrire suggerimenti anche nella fase preparatoria dei regolamenti e degli atti generale
Consideriamo essenziale la nostra attività di prevenzione e comunicazione
Siamo un'autorità indipendente di rilievo costituzionale europeo
Chiamata ad assicurare che le direttive le regole europee adottate nel nostro settore siano rispettate in Italia
Sappiamo però anche che oggi è soprattutto l'attività di protezione dei singoli dei gruppi dei sistemi sociali della stessa convivenza civile che deve essere messa al centro di una visione dinamica della tutela dei dati personali
Noi non siamo i soli detentori della legge sulla privacy
Ne sono richiamati a garantirne il rispetto
Siamo però l'istituzione che più di altre tenuta sviluppare una competenza allo stesso tempo generale specialistica su ogni attività e settore nel quale si faccia uso di dati personali e sulle criticità che ne derivano
Per questo abbiamo incrementato la comunicazione istituzionale abbiamo dedicato un'attenzione speciale i giovani anche attraverso pubblicazioni appositamente studiate nella veste grafica e nel formato
Che hanno riguardato i soci al network la scuola la sanità
Questa stessa attenzione ci ha condotto anche organizzare un concorso rivolto alle scuole intitolato privacy due punto zero
I giovani e le nuove tecnologie il concorso di svolgimento e vincitori saranno premiati nella prossima giornata europea per la protezione dei dati
Una larga parte della nostra attività è stata dedicata anche quest'anno a quello che si può definire il consolidamento
In molti settori la conoscenza delle regole e dei provvedimenti adottati ormai diffusa
Tuttavia l'innovazione tecnologica e l'ampliamento dei servizi offerti fanno sorgere continuamente nuove problematiche
Particolare rilievo meritano alcuni pareri espressi nel corso dell'anno
Sul Regolamento e che hanno disciplinato le attività più diverso dalle regole relative all'accesso delle banche alle informazioni di credito dei loro clienti a quelle che hanno disciplinato l'anagrafe nazionale degli studenti
Da quelle che hanno istituito i registri delle persone senza fissa dimora a quelle che consentono alle farmacie di erogare servizi di prenotazione di ritiro di referti in materia di assistenza specialistica
In tutti questi casi disciplinare gli aspetti essenziali dei trattamenti e i tempi di conservazione dei dati si è tradotto e si traduce in una tutela effettiva dei diritti e delle libertà
Siamo intervenuti per disciplinare rilevanti flussi di dati tra diversi soggetti pubblici e privati
Le opportunità fornito dei trattamenti telematici spingono infatti incentivare sempre di più la loro circolazione tra le amministrazioni e tra amministrazioni e fornitori di servizi
è stato questo per esempio il caso dell'erogazione di contributi per l'acquisto di decoder quello degli scambio dei dati relativi a certificati medici tra INPS e di Inpdap
Quello dell'uso del PRA per richiamare gli automobilisti agli obblighi di revisione degli autoveicoli
Quello che consente ai concessionari di applicare agevolazioni fiscali a favore di disabili senza venire a conoscenza dei particolari delle loro patologie
Sono tutti casi un importante nel suo settore che dimostrano come la tutela della privacy non ostacoli affatto l'innovazione nel contenimento dei costi
Ma anzi contribuisca a migliorare sensibilmente la qualità dei servizi
Ci siamo occupati di attività di interesse strategico per il Paese e di particolare importanza per l'avvenimento l'avanzamento della ricerca scientifica
I pareri resi all'Istat sul Programma statistico nazionale
E le autorizzazioni date per trattamenti di dati sanitari a fini di ricerca farmacologica
E di studio clinico e epidemiologico hanno permesso di evitare che in settori delicati come quelli dei dati relativi alla salute
Ho idonei a rivelare comportamenti e abitudini anche sessuali ci fossero trattamenti lesivi della dignità delle persone e anche potenzialmente pericolose senza impedire né la raccolta dei dati statistici nella ricerca scientifica
Infine
Riporta settori particolari ma non certo meno importante figurano le nuove linee guida sulla riproduzione di provvedimenti giurisdizionali
Per finalità di informazione giuridica provvedimenti relativi alla produzione di documenti o atti in giudizio per la propria difeso per ottenere soddisfazione alle proprie pretese
Ci siamo occupati dell'attuazione di innovazioni legislative importanti
Con riferimento al processo telematico e alle attività di mediazione civile
In entrambi i casi la nostra collaborazione sia estesa consapevolmente conto dei con convintamente a una parziale attività di supplenza
Anche colmando lacune legislative in materia di trattamento di dati che per la loro natura richiedono accorgimenti e protezione specifica
Con le linee guida in materia di trattamento dei dati personali
Per finalità di pubblicazione e diffusione sulla Rete di atti e documenti della pubblica amministrazione
Abbiamo fissato regole generali con l'obiettivo di garantire l'equilibrio fra la trasparenza della pubblica amministrazione e la tutela della riservatezza dei cittadini e degli utenti
Consideriamo questo provvedimento un importante passo avanti
Ribadiamo però che il dovere di trasparenza della pubblica amministrazione è una cosa diversa dal diritto a conoscere qualunque informazione in suo possesso
Nel settore dei servizi abbiamo adottato molte decisioni ma due di recente pubblicazione meritano una segnalazione particolare il provvedimento generale sul trattamento dei dati nelle attività bancarie
E le linee guida sull'h attività di customer satisfaction in ambito sanitario
Il primo quello sulle attività bancarie detta per la prima volta regole in un settore nel quale la spinta alla concentrazione dei gruppi e la moltiplicazione dei servizi offerti
Comporta forme sempre più complesse di circolazione dei dati
E di tracciabilità delle operazioni finanziarie
Lo scopo principale e di proteggere la circolazione dei dati finanziari evitando rischi di perdite e intrusioni
Che possono danneggiare non solo le banche e i loro clienti cioè tutti noi cittadini ma anche l'intero sistema CUP economico
Le linee guida relative ai sistemi di customer satisfaction in ambito sanitario rappresentano una nuova frontiera
Le regole stabilite che obbligano sempre alla volontarietà dei sondaggi sui malati e che ne limitano il contenuto alle prestazioni non direttamente connesse alla cura della salute
Intendono tutelare i malati senza impedire il ricorso a metodi innovativi di verifica della qualità dei servizi e della soddisfazione degli utenti nel sistema sanitario
Anche quest'anno
Siamo tornati a misurarci con problemi che tormentano i nostri concittadini
Parliamo della telefonia e in particolare del telemarketing
Con una innovazione legislativa che non ha incontrato il nostro favore
Ma la quale ci siamo dovuti adeguare il legislatore ha modificato la normativa che vietava di fare telefonate a contenuto commerciale senza un preventivo consenso della buona
Oggi chiunque può ricevere chiamate affini di marketing e la sola difesa possibile è quella di iscriversi ad un apposito registro delle opposizioni sul cui funzionamento anche noi siamo chiamati a vigilare
L'esperienza di questi mesi sono i primi sei in quattro mesi sta manifestando limiti e difetti maggiori di quanto previsto
Da febbraio abbiamo già ricevuto circa mille segnalazioni e proteste contro meno di trecento in tutto il due mila dieci
è più del novanta per cento riguardano proprio la violazione del registro delle opposizioni
La giustificata irritazione degli utenti cresce ogni giorno di più
E raggiunge il massimo della intollerabilità per chi pur essendosi iscritto al registro continua lo stesso ad essere disturbato
Reazioni analoghe riguardano l'invio illecito di fax promozionali
Un'altra piaga di Egitto del nostro sistema che provoca anche rilevanti danni all'attività lavorativa dei professionisti e dell'impresa
Numerosi sono stati nel corso del due mila dieci e nei primi mesi del due mila undici i nostri provvedimenti sanzionatori per i fax indesiderati
A fronte di oltre settecento attività istruttoria in corso questo vi dalla la dimensione del fenomeno
Spendendo conto che non tutti segnalano perché molti enti sono s'disperati e pensano di non avere nessuna protezione presto arriveranno sanzioni pesanti rispetto al telemarketing fatta in violazione della nuova normativa
Proprio alla luce dell'esperienza fatta in questi mesi
Vogliamo manifestare al Parlamento la nostra preoccupazione per l'estensione attualmente in discussione del registro delle opposizioni anche al marketing postale
In questo settore si era raggiunto anche grazie alle nostre semplificazioni degli anni scorsi un buon equilibrio sarebbe meglio non toccarlo a vantaggio di tutti cittadini e anche impresa
Le medesime riflessioni ci guidano rispetto alle innovazioni legislative in materia di semplificazione
Non siamo contrari a provvedimenti di semplificazione che anzi noi stessi favoriamo siamo i primi a volere una normativa efficace e adeguata all'evoluzione tecnologica
Ogni iniziativa in questo settore deve però essere assunta con lungimiranza e distinguendo tra innovazione necessaria e interventi inopportuni
In questa prospettiva ci stesse ci sentiamo di dare alcune indicazioni
La prima attiene alla necessità
Di aggiornare le misure minime di sicurezza attualmente disciplinate da un regolamento ministeriale specchio di alcuni anni
Sarebbe opportuno che questo compito fosse assegnato al garante
Questo
Consentirebbe di adeguare con rapidità e flessibilità dei misure di sicurezza all'evoluzione delle tecnologie
Tarando le sulla base di parametri legati alle dimensioni aziendali al tipo di dati alle finalità e Neri rischi dei diversi trattamenti
Per quanto riguarda le misure contenute nel recente decreto sviluppo
Che è stato oggetto di una voto di fiducia proprio la Camera dei deputati due giorni fa siamo molti franchi
E se comportano a nostro parere modifiche al nostro Codice che nella forma attuale sono per taluni aspetti inaccettabile
Abbiamo già espresso le nostre perplessità e critiche nell'audizione alla Camera e anche pubblicamente
Si tratta di norme che oltre ad essere tecnicamente discutibili causano un sostanziale svuotamento del Codice in alcuni settori e un indebolimento della tutela dei cittadini in altre
Ma
Quello che va sottolineato e che molte di queste norme ottengono anche un effetto opposto a quello voluto o diciamo alle imprese
Invece di semplificare l'attività degli operatori rischiano di aumentare le occasioni di contenzioso i costi legali e soprattutto i trattamenti che possono provocare danni alle stesse impresa e agli interessati
Sappiamo che le nostre osservazioni sono state prese in considerazione
Anche dal Governo ringraziamo il sottosegretario alla presidenza dell'attenzione che ci ha dato altri ministri tuttavia il recente voto di fiducia alla Camera ha lasciato in modificato il testo
Auspichiamo che esso possa essere modificato al Senato perché la legge di conversione riflette alle nostre richieste
Un'altra considerazione merita di essere fatta su questo tema nei prossimi anni Paesi dell'Unione dovranno rivedere le normative nazionali per metterle in asse con le nuove regole che l'Europa sta preparando
Anche per questo sarebbe saggio limitarsi alle sole misure di semplificazione o revisione strettamente necessarie evitando scorciatoie o affrettate innovazione
Per quanto riguarda la libertà di stampa e la diffusione delle notizie delle opinioni
è giusto dare atto che almeno per quanto riguarda la stampa si assiste a un lento miglioramento del rispetto delle regole essenziali a protezione della dignità delle persone
Ma sicuramente il risultato non è sufficiente
In alcuni casi abbiamo dovuto registrare forme di vero e proprio accanimento informativo la punta dell'iceberg di un fenomeno che riguarda soprattutto alcune trasmissioni televisive
E nuove forme di diffusione di informazioni immagini sul web
Talvolta infatti la diffusione di informazioni di ogni tipo intorno a fatti di cronaca arriva appunto e di cattivo gusto
E di violazione della dignità delle persone che vanno oltre ogni norma deontologica o giuridica
Non a caso alcuni studiosi rispetto episodi quali quelli che anche in Italia si sono verificati come la tragedia di Avetrana o quella di potenza o di Ascoli Piceno o per casi di persone minori scomparsi dei quali non si trova traccia
Hanno parlato persino di pornografia del dolore
Un accanimento che non bada né alle tane al sesso nelle condizioni delle vittime e spesso neppure all'interesse oggettivo delle vicende ma piuttosto a solleticare la curiosità del pubblico specie nell'ambito della cronaca nera Rosano scandalistica
In altri casi l'attenzione della cronaca sinfonica Lizza invece su episodi che toccano un gran numero di persone spesso vittime esse stesse di truffe o di malversazioni
E che sono coinvolte in vicende che assumono interesse solo essenzialmente per la presenza di un numero ristretto di persone note
Siamo intervenuti in parecchi casi sia con comunicati stampa si apprende istruttoria sia adottando provvedimenti
Anche l'anno appena trascorso è stato caratterizzato da azioni giudiziarie che hanno coinvolto persone pubbliche spesso con rilevanti responsabilità politiche
Rispetto alle quali il ruolo svolto dai mezzi di informazione ha fatto segnare momenti di tensione e persino di scontro
Non sono mancati i nostri interventi anche rispetto a queste vicende quando sono state diffuse informazioni e notizie eccedenti e non necessari
Dobbiamo però ricordare ancora una volta quanto abbiamo affermato in più occasioni
Non è nelle competenze del garante sindacare il ricorso da parte dell'autorità giudiziaria a mezzi di prova consentiti dalla legge
Ne intervenire laddove le notizie tratte da atti giudiziari abbiano un contenuto di evidente interesse pubblico specie se riguardano persone note o che esercitano funzioni pubbliche
E che quindi
Fermo restando il principio di essenzialità e non eccedenza hanno una protezione della riservatezza necessariamente attenuata
Per quanto riguarda poi le regole che devono presiedere a un attento bilanciamento della riservatezza e del diritto e il diritto dovere di cronaca
Noi non possiamo che ribadire la necessità che i media rispettino scrupolosamente i principi fissati nel Codice deontologico
Perché l'autorità giudiziaria per prima
Assicuri il segreto istruttorio perseguendo gli eventuali autorizzare le violazioni
Il nostro ruolo e la passione civica che ci guidano ci impongono anche di dire però che molto di più e molto di meglio può essere fatto in Italia
Per dare più autorevolezza la libertà di stampa alla giustizia e alla politica
Sono necessarie però tre condizioni di fondo la prima che i giudici esercitano il loro ruolo sempre è solo nei processi
La seconda che anche le persone pubbliche abbiano la garanzia dei processi in tempi ragionevoli e compatibili con le esigenze di giustizia
E allo stesso tempo accettino di rendere conto del loro comportamenti ai cittadini e agli elettori nel dibattito pubblico la terza
Che gli operatori dell'informazione rispetti non rigorosamente le responsabilità e i principi della loro professione
Ci preoccupa l'idea che non vi debbano essere limiti né al desiderio l'aspettativa di conoscere né al diritto di diffondere dati ed informazioni
Si va affermando una concezione della trasparenza che ormai va ben oltre il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione o il controllo democratico sul comportamento di chi ha responsabilità pubbliche
La pretesa e in alcuni casi la convinzione dell'esistenza di un generale diritto a conoscere si estende forme verso forme di potenziale controllo di tutti su tutti
Una crescente sfiducia verso le istituzioni e le strutture di potere siano esse pubbliche che private
Unità alla utilizzazione delle nuove forme di comunicazione legate all'uso degli smartphone ed è socia al network spinge specialmente i giovani a rivendicare il diritto a tutto sapere tutto denunciare
Fino a un paio di decenni fa il timore era di vedere ingiustamente in base alla propria vita e controllati i propri comportamenti e quelli dei propri cari
La tutela della riservatezza era non a caso posta al centro dei diritti di quarta generazione oggi la prospettiva si è capovolta l'esposizione di sé
E dei propri amici e conoscenti impera sui blog sui soci al network in ogni programma televisivo in ogni intervista persone coinvolte a qualunque titolo in fatti di cronaca talvolta particolarmente terribili
Viviamo nel mondo della auto esposizione e della trasparenza globale che sta diventando senza che ce ne accorgiamo del controllo globale
Parlare di diritto alla riservatezza e ancora di più di diritto all'oblio rischia di essere sentito ogni giorno di più come una inaccettabile pretesa di limitare il diritto a conoscere sapere
E sempre più difficile distinguere fra cosa sia libertà di stampa e di manifestazione del pensiero e cosa invece il diritto di conoscere quello di comunicare
Essenziale interrogarsi se esista e in che limite il diritto a diffondere liberamente in rete non solo i comportamenti e sentimenti proprio ma anche quelli degli altri
Alla base
Sta l'idea che sulla Rete il principio di responsabilità individuale sia travolto dal prevalere sempre e comunque
Della libertà di comunicazione e di diffusione del pensiero
Una idea che nella sua radicalità non può essere accolta
La difficoltà che incontriamo nel definire cosa siano i blog non è altro che la spia di un problema che riguarda ogni forma di comunicazione che coinvolga un numero tendenzialmente illimitato di utenti
In comunità virtuali sempre più globale
Al secondo noi è giunta l'ora di interrogarci a fondo il rischio e che ciascuno diventi allo stesso tempo il potenziale controllore e il possibile controllato il cacciatore e la preda
Il pericolo di diventare preda è particolarmente alto per i minori che anche giovanissimi utilizzano le tecnologie più degli adulti spesso senza aver adeguata consapevolezza delle conseguenze
In una realtà virtuale nella quale spesso non è possibile distinguere l'età degli utenti minori rischiano
Di essere vittime inconsapevoli di loro stessi
Perché chiamati a rispondere di fatti più grandi di loro come nel caso in cui diano imprudentemente l'assenso proposte di Acqui ho cadano vittime di forme di adescamento commenta né in rete dati foto filmati di se stessi e dei propri amici
Senza considerare i pericoli attuali o futuri
Più di una volta abbiamo detto che occorre riuscire a governare interne e che questo è possibile solo a livello internazionale
è una necessità però che ormai va oltre la stessa Rete
L'esplosione delle tecnologie legate allo Web due punto zero e ai sistemi di telecomunicazione
Che consentono trasferimenti sempre più massicci di dati e l'utilizzazione da remoto di un numero potenzialmente indefinito di applicazioni stanno cambiando il panorama
Il Rettore mente soprattutto e sistemi che vanno sotto l'etichetta di cloud computing e di smartphone un salto di qualità di dimensioni ancora difficilmente percepibile dalla maggior parte degli utenti
Le tecnologie a Claudio una nuvola consentono in realtà di trattare conservare i dati su sistemi di server dislocati nelle diverse parti del pianeta
E sottoposte nella loro inevitabile materialità a molti rischi da quelli sismici a quelli legati a fenomeni di periferia non solo informatica o atti di terrorismo o a rivoluzioni imprevedibile
Recenti episodi come quelli verificatisi nel server di una grande società di servizi colpiti da incidenti fisici per fortuna di portata limitata danno la concretezza di questi pericoli
Crescono anche i pericoli legati alla perdita o il furto di enormi quantità di dati come si è verificato in sistemi legati alla diffusione di giochi elettronici
Si amplia anche il numero dei soggetti che intervengono nell'ambito dei trattamenti così complesse disarticolato
Neutralità della rete obbligo di denunciare l'esilio su British cioè lei Forleo delle forme più serie di di rottura dei sistemi di sicurezza
Necessità di ridefinire le responsabilità nell'ambito di catene complesse di trattamento dei dati
Ecco alcuni titoli di una tematica sempre più vitale per le nostre società per il nostro sviluppo economico per la libertà e la convivenza democratica
Le imprese e gli operatori a cui il mercato offre questi nuovi servizi pensione lo comprendiamo soprattutto le diminuzioni di costi o le opportunità di costante ammodernamento che queste tecnologie consentono
E prestano scarsa attenzione al fatto che esse comportano la perdita del possesso fisico dei dati anche dei programmi utile operativi che utilizzano
Di qui l'urgenza e l'importanza di un salto di qualità nella consapevolezza di questi fenomeni
I rischi connessi agli smartphone I telefonini intelligenti che abbiamo tutti in tasca
E alle loro applicazioni derivano essenzialmente dal fatto che questi nostri nuovi telefonini sono costantemente localizzati
E che il gran numero di dati e informazioni in essi contenuti
Dalle rubriche telefoniche all'agenda
Dalle foto alle annotazioni possono essere conosciuti trattati conservati utilizzati da soggetti dei quali noi stessi non abbiamo consapevolezza né controllo
Pensare oggi a rischia di essere controllati immaginando sia ancora l'uomo con la cuffia che ascolta le conversazioni o credere che il solo rischio
Sia che qualcuno possa intercettare le nostre telefonica delle telefonate o gli sms o localizzare i nostri spostamenti chiedendo i tabulati di traffico telefonico e come pensare che la scoperta più recente sia la macchina a vapore
La realtà è ben diversa
Gli smartphone che ognuno di noi ha in tasca prende ognuno di noi quasi sempre inconsapevolmente un Pollicino
Che ha in tasca il suo sacchetto di sassolini bianchi che escono una uno per segnalarne costantemente di spostamenti
Peraltro la geologo Calizzi azione è solo uno degli effetti di un sistema di interconnessione le può essere utilizzato con modalità e conseguenze diversissimo in una galassia di applicazioni che si moltiplica ogni giorno
Si dice che siano circa cinquecento mila le applicazioni già in commercio ed alle quali spesso non si conoscono affatto le implicazioni
L'avanzata delle nuove tecnologie non può e non deve essere fermata nei ostacolata evidente
Ma deve essere regolata garanzia di tutti da parte nostra abbiamo da tempo lanciato un segnale forte agli operatori istituzionali all'impresa agli utenti affinché aumenti la consapevolezza dell'uso delle tecnologie
Questa è anche la ragione per cui abbiamo allegato alla relazione una documentazione che illustra gli aspetti essenziali delle più avanzate destino per azioni a disposizione del mercato è una novità
Allora la relazione ci sono allegate due schede di documentazione
è sempre più gente però che gli utenti siano informati dagli stessi fornitori
Dei rischi connessi servizi offerti
Dall'attuale informativa statica che dice solo che tratta i nostri dati come perché e per quali fini
Dobbiamo passare rapidamente una informativa dinamica sui rischi che i trattamenti comportano anche nel nostro ambito è necessaria un'informativa di rischio
Analoga per esempio a quella che c'è nel sull'uso dei farmaci che si dette dove si dice a cosa servono ma anche quali pericoli possono presentare o sui pericoli dell'eccessiva velocità in caso di media
Della necessità di nuove regole ormai convinta l'Unione europea ma anche alla comunità internazionale ne prende ogni giorno più consapevolezza
Su questo terreno vanno collocate le nuove sfide poste dal bisogno di sicurezza
Che continua a caratterizzare un mondo nel quale le tensioni interne ed esterne i Paesi crescono e si amplificano costantemente anche a causa dei grandi flussi migratori legati a nuovi bisogni di libertà e di opportunità di vita
I legami fra innovazione tecnologica e sicurezza sono moltissimi innanzitutto ed è l'aspetto più banale le istituzioni che si occupano di sicurezza ricorrono le tecnologie per controllare i comportamenti dei cittadini
Considerando l'inevitabile restrizioni agli spazi di libertà un prezzo da pagare per la loro incolumità
Vi è poi un rapporto tra sicurezza il sistema di telecomunicazione che riguarda la difesa anche fisica della Rete e la tutela del suo uso ad attacchi esterni
Infine
Ed è l'aspetto più importante le ragioni di sicurezza sono talvolta invocate anche per chiedere e ottenere forme di controllo sulle reti e sull'contenuti delle comunicazioni
E su questo terreno che si colloca il pericolo di un controllo oppressivo e repressivo che può limitare la libertà dei cittadini e vanificare la risorsa positiva della rete come comunicazione globale
Come molte esperienze recenti dimostrano la rete e le tecnologie che su di essa opera no sono anche uno strumento fondamentale per promuovere la libertà Grazia moderne inedite forme di protesta e di liberazione dei popoli
L'avete oggi anche lo spazio politico in cui si combatte la lotta tra democrazia e repressione
Per questo solo la comunità internazionale può sulla base di regole diritti da tutti riconosciuta
Impedire boicottaggi e censure che rafforzino con nuove forme di repressione l'autoritarismo del potere come avviene in Cina anche in India in altri ambiti in altri Stati del pianeta
Allo stesso tempo però è necessario proteggere gli utenti dall'uso di una rete senza regole
E sposta tecnologie ogni giorno più invasive e arrischi potenzialmente devastanti
Nel rapporto tra sicurezza e controllo tra Protezione proibizione tra difese oppressione della libertà è fondamentale il riconoscimento di principi comuni e condivisi
è necessario individuare realisticamente insieme I diritti anche i Governi e i vincoli che limitano indicando con quali modalità per quali ragioni con quali procedure e chi li possa stabilire e far rispettare
è solo dentro un robusto sistema di principio di regole che possiamo trovare la via per difendere e sviluppare le libertà individuali e diritti collettivi
L'Unione europea è chiamato a svolgere un ruolo fondamentale ed è da tempo impegnata in uno sforzo enorme di regolazione del sistema delle telecomunicazioni anche a fini di sicurezza
Due in particolare sono gli ambiti importanti il primo riguarda la concezione della sicurezza e le garanzie che devono caratterizzare lo scambio di dati nell'ambito della comparazione europea ed internazionale
Specialmente nella lotta al terrorismo alla grande criminalità e per quanto riguarda l'Unione anche la regolazione dei flussi migratori e la circolazione interna delle persone
Si devono evitare tensioni e incomprensioni e arretramenti perché garantire la piena libertà di circolazione il rispetto dei diritti fondamentali
Il mutuo riconoscimento dei permessi di soggiorno e una comune regolazione degli ingressi sono oggi il fondamento stesso dello spazio europeo di libertà e di giustizia
Il secondo ambito riguarda le discipline relative note le comunicazioni lo sforzo in corso particolarmente importante per quanto riguarda la profilazione degli utenti a fini di marketing
Per essere efficace deve cercare un punto di incontro tra il rispetto dei principi e delle garanzie proprie dell'Unione e le scelte diverse che si stanno delineando sull'altra sponda dell'Atlantico
L'Italia deve essere attenta a questi aspetti sia nella fase di elaborazione preparazione delle decisioni coinvolgendo tempestivamente il Parlamento secondo le modalità stabilite dal Trattato di Lisbona
Sia nella fase dell'attuazione recependo attuando rapidamente le direttive le decisioni
Aspetti questi nei quali ci sia consentito dirlo talvolta il nostro Paese lascia ancora a desiderare
Basti dire che l'Italia non ancora attuato le direttive del cosiddetto pacchetto Telecom anche se il Parlamento è impegnato ad ad accelerare i lavori direttive che contengono importanti regole per la protezione dei dati nelle comunicazioni telefoniche Rete
Anche con riguardo al tema così importante del diametro agli avversari sì e delle regole da rispettare per finalità di market
Lo stesso è accaduto purtroppo per la decisione quadro di protezione dati nell'ambito della polizia e giustizia per il Trattato di Prüm sull'uso del DNA
Tutte le autorità europee di protezione dei dati sono da tempo coinvolte in questa fase di cambiamento
Un impegno sul piano europeo internazionale che ha sempre visto in prima fila la nostra autorità
Il rinnovo per la terza volta della Presidenza del Gruppo europeo di protezione dati in materia di giustizia e polizia testimonia la credibilità del Garante italiano nell'ambito dell'Unione
Il lavoro svolto e ogni anno impressionante
Le autorità stanno inoltre svolgendo anche un lavoro straordinario di collaborazione con la Commissione europea e in particolare con la vicepresidente Reding la commissaria Kroes un lavoro per il quale sono sempre più necessarie competenze
Conoscenze specializzazioni che vanno ben oltre la pura applicazione delle norme
Proprio per questo è necessario che queste istituzioni siano dotate di risorse di competenza dei guai
Il che richiede che si è stabilizzato l'attuale finanziamento del garante basato oggi quasi essere quasi totalmente su contributi annualmente variabili da parte dello Stato e delle altre autorità
Ma anche un'attenta valutazione delle esperienze professionali tecniche umane delle persone che sono chiamate a far parte dei loro organi di vertice
Per quanto ci riguarda da tempo abbiamo cercato di prepararci e preparare l'autorità per questo scenario
Il costante ampliamento dell'attività ci ha infatti spinti I Volver eccetera profondamente nelle modalità operative nelle strutture
Si sono succeduti nel corso di questi anni tre segretari generali ai quali tutti va il nostro ringraziamento e apprezzamento per l'impegno professionale e la passione dimostrarlo
Abbiamo acquisito tramite concorso
Personale e Giovanni capace molto motivato e nuove professionalità per noi indispensabili specialmente nel settore tecnologico
Un arricchimento che insieme a chi da tempo lavora con noi e i massimi livelli di specializzazione adottato il garante di una struttura di riconosciuta qualità
L'apporto prezioso del Nucleo Speciale privacy della Guardia di Finanza
Al quale va sempre il nostro ringraziamento ci consente di svolgere anche un'attività di Enforcement adeguata a verificare sul campo il concreto rispetto delle regole
Una risorsa che tutti i garanti europei ci invidia
Infine
Abbiamo curato molto anche nell'ambito della struttura dell'ufficio la dimensione europea e internazionale
Signor Presidente la Camera autorità signor sottosegretario alla Presidenza del Consiglio signore e signori la relazione di quest'anno ha un carattere in parte diverso dalle precedenti
Pur non rinunciando a rendere conto del lavoro svolto abbiamo cercato di disegnare i tratti fondamentali della complessità del mondo in cui viviamo
E il carattere di fondo dei problemi che la protezione dati dovrà affrontare nei prossimi anni
Abbiamo inoltre voluto evidenziare l'impegno con il quale in questi anni decidendo sempre all'unanimità abbiamo cercato di rafforzare l'autorità
Con l'obiettivo di assicurare all'Italia una risorsa di eccellenza in un settore strategico
Questo per noi e anche il modo migliore di partecipare alle celebrazioni per il centocinquantenario
Ragionando e agente con passione con impegno e guardando al futuro come il Presidente della Repubblica non cessa di esortare tutti a fare grazie
Come
Com'era facile prevedere anche quest'anno e forse se mi è consentito quest'anno in misura ancor più rilevante che in passato la relazione nella garante fornisce a tutta la società italiana
Cittadini impresa istituzioni un
Mole impressionante di spunti di riflessione
è la ragione per la quale a nome della Camera dei deputati rinnovo il ringraziamento a Francesco Pizzetti a Daniele De Paoli a Mauro Paissan aggiunge perché va dall'ottica Giuseppe Fortunato appuntamento all'Anno Santo