14 GIU 2011
intervista

Inquinamento a Padova. 14 avvisi di garanzia ad amministratori locali a seguito dell'esposto di Maria Grazia Lucchiari

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri - Padova - 11:55 Durata: 17 min 11 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Dopo i ripetuti sforamenti del limite di concentrazione di Pm10 nell'aria gli amministratori erano obbligati dalle leggi a provvedere.

Davanti alla G.I.P.

Mariella Fino l'udienza per la verifica della legittimità della richiesta di archiviazione della P.M.

Cescon.

Preso in considerazione soltanto l'art.

674 del C.P.

(Getto pericoloso di cose); trascurata l'ipotesi di omissione di atti d'ufficio (reato per il quale si attende la sentenza nel processo di Venezia che vede imputato l'ex assessore Conta).

Registrazione audio di "Inquinamento a Padova. 14 avvisi di garanzia ad amministratori locali a
seguito dell'esposto di Maria Grazia Lucchiari", registrato a Padova martedì 14 giugno 2011 alle 11:55.

Sono intervenuti: Maria Grazia Lucchiari (delegata dell'Aduc di Padova), Giuseppe Lamedica (avvocato penalista).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aduc, Ambiente, Anziani, Aria, Azione Penale, Comuni, Conta, Ecologia, Europa, Infanzia, Inquinamento, Legge, Malattia, Padova, Penale, Procedura, Provincia, Regioni, Salute, Sanita', Sindaci, Ue, Veneto, Zaia.

La registrazione audio ha una durata di 17 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Maria Grazia Lucchiari

    delegata dell'Aduc di Padova

    Membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani Nell'esposto, gli effetti della supposta mancata osservanza, da parte degli indagati, degli obblighi derivanti dalla direttiva europea, recepita dalla norma nazionale e dalla legge della Regione Veneto.Secondo la normativa in vigore dal 2005, i pubblici amministratori avrebbero dovuto impedire l'emissioni di polveri sottili. Si tratta di precisi obblighi in capo a Sindaci e Presidenti di Regione: la percentuale di polveri sottili nell'aria non deve superare la soglia di 50 microgrammi per metro cubo per più di 35 giorni l'anno. I dati del Comune di Padova: 2005, 159; 2006, 176, 2007, 111; 2008, 90; 2009, 102; 2010, 94. In un periodo di picco (17 giorni consecutivi con media di 117 microgrammi) nel quartiere Forcellini si è misurato un inquinamento acuti di 236: quattro volte il limite consentito dalle norme). Comuni e Provincie hanno omesso di informare le fasce sensibili (bambini, anziani); c'è una legge regionale che li obbliga a questo. I Sindaci sono ufficiali sanitari e devono scongiurare un allarme sanitario conclamato ed evidente come quello conseguente all'inquinamento da polveri sottili. I piani d'azione devono essere corredati dalla Valutazione di impatto Ambientale Strategico: adempiente soltanto il Comune di Verona. La carente applicazione del Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell'Atmosfera.
    11:55 Durata: 11 min 48 sec
  • Giuseppe Lamedica

    avvocato penalista

    Dopo aver riscontrato alcune cose che non andavano bene, i cittadini aderenti all'Aduc si sono rivolti all'autorità giudiziaria affinchè verificasse. E' mancata un'indagine concreta e seria. Di fronte alla conseguente richiesta di archiviazione la parte offesa si è opposta e ha integrato l'esposto con una memoria. L'udienza odierna è stata convocata dalla GIP Mariella Fino dopo aver spedito avvisi di garanzia a 14 amministratori locali: Sindaci, Presidenti e assessori all'ecologia di Comune di Padova, Provincia di Padova e Regione Veneto. Al termine della breve discussione, ha rinviato la propria decisione, che sarà comunicata alle parti nel prossimo futuro. Tre possibili decisioni della G.I.P.: accetta la richiesta di archiviazione; ordina al P.M. di rinviare gli indagati a giudizio; ordina un supplemento di indagini.
    12:07 Durata: 5 min 23 sec