27 GIU 2011
rubriche

Conversazione settimanale di Massimo Bordin con Marco Pannella

RUBRICA | di Massimo Bordin - Radio - 11:11 Durata: 1 ora 58 min
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Puntata di "Conversazione settimanale di Massimo Bordin con Marco Pannella" di lunedì 27 giugno 2011 , condotta da Massimo Bordin che in questa puntata ha ospitato Massimo Bordin (giornalista, Radio Radicale), Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Politica, Radicali Italiani.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 1 ora e 58 minuti.

Questa rubrica e' disponibile anche nella sola versione audio.
  • L'iniziativa nonviolenta di sciopero della fame di Marco Pannella sull'emergenza carceri e giustizia in Italia; il rapporto di questa iniziativa con la politica radicale e con la situazione politica nazionale

    Massimo Bordin

    giornalista (Radio Radicale)

    Già direttore di Radio Radicale
    11:11 Durata: 1 min 49 sec
  • Il gradimento dei leader politici secondo i sondaggi; la seconda posizione di Emma Bonino; le posizioni di Nichi Vendola e di Antonio Di Pietro. Gli ascolti televisivi dei vari leader presenti nel sondaggio e l'assenza di Marco Pannella nelle presenze televisive dei vari leader. Il regime partitocratico ed anti-democratico italiano; la condizione di criminalità professionale dell'attuale regime italiano. Il ruolo di potere di internet. La richiesta al Parlamento Europeo di autorizzazione a procedere nei confronti di Marco Pannella. La partitocrazia italiana, che per vivere deve delinquere

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Noi non esistiamo; e questo non corrisponde alle analisi politiche sulla significanza politica delle varie posizioni". "Su 1.030 persone presenti nei mass media nel dibattito politico italiano Pannella non è presente". "Noi abbiamo ormani una situazione di democrazia reale". "La Repubblica italiana, la giustizia italiana da 30 anni, rispetto alla Costituzione ed alla realtà della giustizia è un'anti-democrazia". "Oggi nel nostro paese abbiamo qualcosa che è peggio della fase iniziale della politica nazista della Shoa". "Questa repubblica da decenni è colpevole rispetto alla legalità ed alle giustisdizioni europee ed internazionali di un comportamento che le rende la configurazione di una condizione di criminalità professionale". "La realtà del nostro paese è assassina dei diritti umani e dei diritti civili". "La regola partitocratica è per associazioni che per vivere devono delinquere"
    11:12 Durata: 28 min 2 sec
  • L'esigenza dei tagli agli stipendi ed ai vitalizi dei parlamentari ed il finanziamento pubblico dei partiti. Le iniziative in merito dei Radicali. L'anti-democrazia e l'assenza di Stato di diritto in Italia

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "La situazione di oggi provoca semplicemente nausea". "Questa situazione dimostra l'anti-democrazia, l'illegalità, il crimine eretto a criterio di sopravvivenza a potere dello Stato non di diritto, ma della ragion di Stato contro il diritto e lo stato". "Noi siamo un'espressione anche culturale di un'antropologia manifesta degli abitanti del territorio italiano".
    11:40 Durata: 10 min 58 sec
  • Gli atti fatti dal governo provvisorio tunisino. La missione di Marco Panella a Tunisi. L'anti-democrazia del regime italiano. La gratitudine di Marco Pannella nei confronti di Giorgio Napolitano e di Renato Schifani.

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "L'altra caratteristica del nostro regime è che è anti-democratico per necessità". "La democrazia reale ripropone le posizioni di Chamberlain e di Daladier
    11:51 Durata: 14 min 1 sec
  • La "partita persa di Lisbona", il ruolo di Barroso e di Romano Prodi; la commemorazione di Altiero Spinelli da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Npolitano; L'Europa delle Patrie e la Patria europea; la politica negli anni '80 di Altiero Spinelli; le lotte radicali contro la fame nel mondo dei radicali; l'informazione fornita dlla Fininvest negli anni '80 sul Partito Radicale su Pannella; l'informazione offerta da Beppe Grillo sulla iniziativa nonviolenza di Marco Pannella sulle carceri e la giustizia: il tradimento della svolta liberale dello Stato; il tradimento della rivoluzione liberale proposta da Berlusconi negli anni '80, che aveva visto un accordo con Marco Pannella, per cui Berlusconi si era impegnato sulla riforma americana della legge elettorale

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Ho denunciato in Aula a Strasburgo che per far passare Lisbona era stato necessario imprimere dei tempi che eslcudevano l'esercizio del controllo parlamentare e quel parlamento partitocratico accettò". "Barroso era stato responsabile del disastro portoghese prime di essere eletto presidente della Commissione Europea; " Noi federalisti spinelliani diciamo che il nostro Presidente della Repubblica è stato il migliore degli europeisti". "Il Fatto Stati Uniti di Europa non è motivanto così profondamente con radicalità come Spinelli". "L'Europa delle Patrie di De Gaulle si traduce nella morte dell'Europa delle Patrie de della Patria della Europa". "Negli anni '80 la posizione antipartitocratica ed efficaciamente combattuta dai comuniisti". "A questo punto potremmo fare un rilancio di Pannella berlusconiano". "il popolo italiano è stato informato della nostra esistenza grazie alla Fininvest". "Noi in quegli anni noi abbiamo difeso le televisioni private". "Il Berlusconi editore è stato accessibile e sensibile alle battaglie radicali". "Berlusconi poi nel '96 ha smesso di essere il grande leader della rivoluzione liberale" "Belusconi si era impegnato, qualunque fosse stato l'esito delle elezioni, a chiedere la procedura d'urgenza per la riforma americana della legge elettorale"
    12:05 Durata: 20 min 47 sec
  • La situazione napoletana; la lotta alla mafia da parte del Ministero dell'Interno guidato da Maroni. L'inversione di tendenza di Berlusconi sul sistema americano della legge elettorale, motivata dalle posizione di Giulio Tremonti; l'informazione data a Maurizio Bolognetti sulla sua battaglia in Basilicata e Puglia; le pensioni ai militari o alle famiglie dei militari morti a causa dell'amianto;. Il ruolo del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nella nostra Repubblica.

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "La situazione del regime italiano spiega perché riusciamo a beccare tutti i boss e a decapitare la mafia; perchè questo stato è in concorrenza con le altre camorre è per il momento vincente". "Io credo che ora la destra ha la necessità di far fuori Silvio". "Il dissesto idrogeolgico di questo paese costa anche vite". "Il nostro Stato è un sistema per associazione per delinquere, e questo non capisce Napolitano"
    12:26 Durata: 14 min 41 sec
  • Il ruolo di Giulio Tremonti, di Gianni Letta nel Popolo della Libertà; Il ruolo di Marco Pannella nella politica italian. Il Consiglio Generale del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Le condizioni storiche dello stato italiano hanno fatto della professione del commercialista la persona meglio attrezzata per fare leggi a favore di questo o di quell'altro o per schivare strutturalmente la forza della legge". "Io se un giorno dovessi rileggermi, riuscirei ad attribuirmi la virtù della prudenza". "Ho fatto un uso intelligente della nonviolenza". "L'obiettivo della nonviolenza è quello dello stato di diritto, della rivoluzione liberale, federalista, antistatalista, anti-stato nazionale". "Penso che le mie parole potranno servire molto più domani di quanto non siano servite fino ad oggi"
    12:41 Durata: 11 min 4 sec
  • Conclusioni. L'iniziativa nonviolenta di sciopero della fame e della sete di Marco Pannella sui tami della giustizia e delle carceri; il ruolo della Corte Costituzionale nella reiezione dei referendum radicali; la storia politica del Partito Radicale. I dibattiti fra Muccioli e Pannella e l'informazione sulle iniziative radicali offerta negli ann '80 dalla Fininvest

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    12:52 Durata: 17 min 19 sec