27 LUG 2011
intervista

Intervista all'Ambasciatore della Repubblica di Polonia, sugli obiettivi del semestre di presidenza della Polonia dell'Unione Europea

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 12:08 Durata: 55 min 33 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Le priorità del semestre di presidenza dell'Ue della Polonia.

Lo slancio europeista riconquistato dalla Polonia.

Il rilancio del Partenariato Orientale.

Un'area di libero commercio per Ucraina e Georgia.

I rapporti con la Russia: all'insegna del pragmatismo, per tentare di superare tensioni che affondano le radici nella storia dei due Paesi e in avvenimenti recenti come la tragedia di Smolensk.

L'elaborazione politico-culturale dei traumi storici, il dibattito nel Paese e tra i cittadini polacchi.

La riconciliazione con la Germania.

Il dibattito sull'antisemitismo in Polonia.

Cosa possono fare la
Polonia e l'Unione europea per aiutare la società civile bielorussa, alle prese con la repressione dell' ultima dittatura d'Europa.

La questione sicurezza, il rapporto con la Nato, lo scudo antimissile e la proposta russa di un nuovo trattato di sicurezza collettiva.

Come guarda la Polonia europea ai sollevamenti della 'Primavera araba': il presidente Obama ha citato la Polonia come modello di transizione.

L'esempio Solidarnosc.

L'esodo dai Paesi della 'Primavera araba' impone l'adozione di un sistema di asilo comune per l'Ue.

La Polonia, considerato il Paese cattolico per eccellenza, resta favorevole all'ingresso della Turchia nell'Ue e non condivide le obiezioni politico-culturali di Francia e Germania.

leggi tutto

riduci