20 SET 2011
intervista

Intervista a Bruno Fabretto sull'affossameto della delibera popolare di Radicali Lecco. Il Consiglio comunale boccia il registro dei testamenti biologici

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Milano - 15:53 Durata: 4 min 29 sec
A cura di Valentina Pietrosanti
Player
I promotori della delibera: incredibile conferma dell'ostracismo contro Englaro da parte del centrosinista.Voto contrario anche dai consiglieri che avevano sottoscritto la delibera popolare.

"Intervista a Bruno Fabretto sull'affossameto della delibera popolare di Radicali Lecco. Il Consiglio comunale boccia il registro dei testamenti biologici" realizzata da Emiliano Silvestri con Bruno Fabretto (presidente dell'Associazione Radicale "Radicali Lecco", Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata martedì 20 settembre 2011 alle ore 15:53.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i
seguenti temi: Centro, Comuni, Englaro, Lecco, Radicali Italiani, Referendum, Sinistra, Testamento Biologico, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Bruno Fabretto

    presidente dell'Associazione Radicale "Radicali Lecco" (Radicali Italiani)

    In sole tre settimane i radicali di Lecco hanno raccolto 1.119 firme (ben oltre la soglia minima di 400 prevista dallo Statuto comunale) a sostegno di una proposta popolare di delibera comunale per l'istituzione del registro dei testamenti biologici. Con un ritardo di tre mesi i rispetto ai 45 stabiliti, il Consiglio comunale di Lecco ha affrontato la discussione e bocciato la proposta. Voto contrario anche da parte di alcuni consiglieri di centrosinistra (che ha la maggioranza nella città lombarda) che avevano sottoscritto la delibera popolare; hanno motivato questo cambio di indirizzo sostenendo che il biotestamento non avrebbe valore legale. Controproposta: l'introduzione dell'amministratore di sostegno. Non appena sarà inserito nel regolamento l'istituto del referendum propositivo (che attende da cinque anni l'approvazione) sarò avviata la raccolta di firme per affidare la decisione direttamente ai cittadini. Il sospetto è che la maggioranza contraria al registro dei testamenti biologici aspetti l'approvazione del ddl Calabrò che risolverebbe in radice il (loro) problema
    15:53 Durata: 4 min 29 sec