25 SET 2011
rubriche

Conversazione settimanale di Valter Vecellio con Marco Pannella

RUBRICA | di Valter Vecellio - Radio - 17:01 Durata: 2 ore 9 min
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
Puntata di "Conversazione settimanale di Valter Vecellio con Marco Pannella" di domenica 25 settembre 2011 condotta da Valter Vecellio che in questa puntata ha ospitato Valter Vecellio (direttore di Notizie Radicali, membro della Direzione Nazionale, Radicali Italiani), Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito, Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito).

Tra gli argomenti discussi: Politica, Radicali Italiani.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 2 ore e 9 minuti.

La rubrica e' disponibile anche in
versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Introduzione. L'iniziativa nonviolenta di Marco Pannella per una riforma della giustizia e sulla situazione delle carceri in Italia

    Valter Vecellio

    direttore di Notizie Radicali, membro della Direzione Nazionale (Radicali Italiani)

    17:01 Durata: 2 min 26 sec
  • L'iniziativa nonviolenta di Marco Pannella e l'informazione negata sulle iniziative radicali; il tentativo di "eliminare" il Centro d'ascolto; il ruolo di Roberto Formigoni rispetto a Silvio Berlusconi; le affermazioni sulla giustizia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; il referendum sulla legge elettorale; il modo in cui il regime si è impossessato dello strumento referendario nella storia politica italiana; la posizione del Partito Democratico sulla riforma della legge elettorale; il ruolo del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; il passaggio di Marco Pannella allo sciopero della fame e l'interruzione di quello della sete

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha detto che bisogna interrompere la flagranza di un comportamento di una struttura tecnicamente criminale e criminale professionale da parte dello Stato italiano". "Oggi voglio giudicare sui fatti e aspetto di vedere questa Corte Costituzionale quali azioni compirà". "Noi siamo nell'area euro-mediterranea l'unica forma di resistenza anche popolare che presenta caratteristiche politicamente capaci di assicurare un'alternativa e non solo una transizione". "Il regime da un anno sa che Berlusconi non ce la fa". "Sono riusciti ad impossessarsi anche dello strumento referendario". "Berlusconi non è all'altezza dei suoi oppositori di regime, non al regime". "Il PD aveva stabilito che la sua bandiera era l'uninominale maggioritario alla francese". "Noi rappresentiamo quello che temono davvero, perchè siamo all'unisono con la gente". "Il Presidente della Repubblica non ha resistito lui per primo e ci ha detto che c'è una urgenza prepotente che è quella di interrompere la flagranza delle violenze sistemiche di stato, che era suo compito indicare, contro la legge". "Io ho smesso lo sciopero della sete da questa notte; da domani io interromperò lo sciopero della fame e della sete e passerò ad una nuova forma di sciopero; lo farò per durare". "Lo faccio perchè mi rendo conto che sarà dura fare arrivare le mie parole al Presidente della Repubblica e penso che è importante poter continuare la nostra lotta nonviolenza per la legalità
    17:03 Durata: 33 min 2 sec
  • La richiesta di Marco Pannella di richiedere un risarcimento al Servizio Pubblico radiotelevisivo; lo stato di democrazia reale in cui si trova l'Italia e le dichiarazioni in proposito di Giorgio Napolitano; la decisione di Marco Pannella di non accettare di andare a trasmissioni della Rai; l'esigenza di un'amnistia per poter far funzionare la giustizia in Italia; il modo in cui perdura l'iniziativa nonviolenta di Marco Pannella

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Nel cuore della storia d'Italia, che ha provato l'entusiasmo della realizzazione al potere della democrazia, si può dimostrare che rapidissimamente c'è una democrazia reale, come il socialismo reale dove la barbarie è più potente e duratura di quella nazifascista". "L'Italia è un ottimo esempio di democrazia reale dove il presidente della Repubblica ha avuto la forza civile di dichiararlo con parole gravi e definitive". "Devo decidere formalmente che non accetterò in nessun caso di accettare di andare a trasmissioni della Rai fino a quando non cambia la situazione". "La televisione che ha più servito l'informazione pubblica è stata la Fininvest contro la Rai". "Martedì nella discussione sulla giustia a Senato si gioca un fattore importante". "Il fatto giustizia è l'unico adeguato strumento che può colpire la flagranza di reato e di criminaliltà in modo certo e irreversibile". "Loro sono divenuti uno stato penale e non uno stato di diritto. Occorrono anche le leggi di depenalizzazione". "Dobbiamo inventare nuove forme coerenti di dialogo attraverso la nonviolenza"
    17:36 Durata: 20 min 27 sec
  • Il referendum sulla legge elettorale; l'anti-democrazia e l'anti-diritto in Italia; il ruolo dei radicali come alternativa; il ricordo di Marco Pannella delle testimonianze di adesione ai Radicali di alcune persone; il ruolo dei Radicali e della "scuola" radicale

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Nella non-democrazia se il potere ritiene, oscurando il sapere del popolo, di essere loro eccezioni che conoscono e che hanno la comunicazione integrale di quello che accade si sbaglia". "La scuola radicale ha prodotto la capacità di sciegliere responsabilmente e magari scandalosamente, a favore o contro il Partito Radicale". "Abbiamo inventato un nuovo diritto: per divenire a pieno titolo radicale, basta acquistarne la tessera"
    17:56 Durata: 24 min 2 sec
  • La diciannovesima marcia Perugia - Assisi e la prima marcia, guidata da Aldo Capitini; la nonviolenza ed il pacifismo; il ricordo di Rachele Mussolini; la lettera scritta a la Repubblica da Veronica Lario

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    18:20 Durata: 9 min 47 sec
  • La consonanza di alcuni intellettuali, anche comunisti, con il Partito Radicale, nella corso della sua storia; alcuni eventi della storia del padre di Marco Pannella; il ruolo di Mario Pannunzio; una fase della storia del Corriere della Sera

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "Io ho vissuto anche con sincerità la storia dei comunisti e di alcuni comunisti".
    18:30 Durata: 14 min 28 sec
  • Gli incontri clandestini tra Tony Blair e Gheddafi; la guerra in Iraq e la possibilità di esilio per Saddam Hussein; la concessione del diritto di voto alle donne in Arabia Saudita; il referendum per scegliere tra Monarchia e Repubblica e le posizioni di allora di Marco Pannella

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    18:45 Durata: 17 min 37 sec
  • Conclusioni. Le convocazioni del Senato e della Camera sul tema della giustizia; il libro scritto da Valter Vecellio

    Marco Pannella

    presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito)

    "L'iniziativa nonviolenta di Marco Pannella si aggrava attraverso una nuova forma in relazione all'aggravarsi della situazione per aiutare il Presidente della Repubblica ad intervenire, perché altrimenti lui stesso sarebbe il primo a non rispondere coerentemente alla prepotente urgenza di interrompere la flagranza di un comportamento e di una natura storica criminale dello Stato e della Repubblica italiana"
    19:02 Durata: 7 min 31 sec