15DIC2011
rubriche

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale

RUBRICA | di Roberto Spagnoli RADIO - 06:20. Durata: 55 min 50 sec

Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Sommario della puntata.

Croazia: la firma del trattato di adesione all'Ue, il nuovo governo, la crisi economica.

Intervista all'ambasciatore in Italia Tomislav Vidosevic.

Serbia: il Consiglio europeo non ha concesso lo status di paese candidato all'adesione, le conseguenze sulla politica interna, il nodo del Kosovo.

Lettera del leader liberaldemocratico serbo a Emma Bonino.

Kosovo: l'opposizione nazionalista incalza il governo sui rapporti con la Serbia.

Intervista a Bujar Dugolli sulla situazione nel nord del
Kosovo.

Macedonia: illegittimo il veto greco all'adesione di Skopje alla Nato.

Albania: le conseguenze della crisi dell'Ue per l'integrazione dei Balcani.

Intervista a Ermelinda Meksi.

leggi tutto

riduci

06:20

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

A questa mozione generale è stato presentato un emendamento che la Presidenza
Accoglie
E di cui do lettura
Ribadisce che le guerre violenze nei Balcani hanno lasciato profonde conseguenze politiche economiche e psicologiche
Che ancora lungo influenzeranno le relazioni in questa parte d'Europa
Purtroppo i Paesi balcanici sono pian piano usciti dal popolo dell'Unione europea ma l'annunciato ingresso dei Balcani l'Unione europea
Significherebbe trovare soluzioni delle dispute tra i Paesi balcanici all'interno delle istituzioni europei
Buongiorno da Radio Radicale un saluto da Roberto Spagnoli bentrovati all'ascolto di passaggio a sud-est quelle che avete ascoltato era la voce di Maurizio Turco che leggeva l'emendamento che è stato accolto che entrato nella mozione genera alé approvata al termine dei lavori della trentanovesimo Congresso del partito radicale non violento transnazionale tra spartito che si è svolto dall'otto all'undici dicembre a Roma un un emendamento dedica toh I Balcani Balcani che hanno avuto uno spazio nel dibattito del Congresso con la partecipazione agli interventi di alcun mi esponenti politici che da anni fanno parte sono iscritti al partito radicale transnazionale un emendamento dedicato alla situazione per i Balcani ma che che inserisce l'attuale situazione dei Balcani nella prospettiva europea e nella prospettiva del federalismo europeo l'abbiamo scelto come introduzione a questa puntata di passaggio sud-est perché questo è un po'il filo conduttore di questa puntata a partire
Dalla buona notizia che riguarda la Croazia che venerdì scorso ha firmato il Trattato europeo e dunque il Trattato di adesione
All'Unione europea
Invece la cattiva notizia perché nello stesso giorno il Consiglio europeo
Che da una parte accoglieva la Croazia dall'altra invece ha detto no acqua la concessione dello status di Paese candidato all'adesione alla Serbia con il Kosovo sempre come come nocciolo della questione ecco
Un po'tra questi due poli si muove la puntata odierna di passaggio a sud-est nella quale però parleremo anche di Macedonia e di Albania e lo faremo come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina sicura e Arturo Nurra
La crisi dell'Europa è innanzitutto istituzionale e politica il solo come conseguenza di questo è anche crisi economica e finanziaria così si legge tra l'altro nella mozione degenerare è approvata al termine dei lavori del trentanovesimo Congresso del Partito Radicale transnazionale nella quale mozione nella quale si rileva come gli obiettivi individuati in modo profetico nel mille novecentoquarantuno
Nel manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli del nastro Rossi per gli Stati Uniti d'Europa restino l'unica risposta possibile per contrastare l'evoluzione pseudo tecnocratica ed economicistica dell'Europa e per garantire ed attivamente l'esercizio dei diritti individuali di tutti la mozione rileva anche come la prospettiva politica federalista sia l'unica adeguata ad affrontare le sfide che riguardano non solo l'Europa ma tutto il mondo
A partire dalla necessaria e urgente integrazione della Regione euro mediterranea del continente africano di quello asiatico e di quello americano
Per questo tra l'altro la mozione tra l'altro impegno agli organi dirigenti a rilanciare il progetto degli Stati Uniti d'Europa e la prospettiva federalista mondiale in tutte le organizzazioni internazionali e regionali
Il congresso il trentanovesimo Congresso del partito radicale transnazionale o per meglio dire del Partito radicale non violento transnazionale tra spartito
Si evolve svolto proprio negli stessi giorni in cui a Bruxelles si riuniva un drammatico Consiglio europeo che era chiamato a trovare una soluzione alla crisi economica e finanziaria che rischia di travolgere
La stessa Unione europea lo stesso progetto politico di unione europea sappiamo come è andata se abbiamo un po'quello che è uscito dal Consiglio europeo
Di Bruxelles e che se da una parte punto doveva trovare una un qualche modo una un dei meccanismi per
Affrontare la crisi dall'altra però doveva prendere anche decisioni che riguardano anche i futuri allargamenti dell'Unione europea
Una decisione era scontata ed è arrivata puntuale vale a dire l'adesione della Croazia che a formalmente ufficialmente firmato il Trattato di adesione l'altra è rimasta in forse fino alle ultime ore anche se
Le anticipate della vigilia non lasciavano presagire nulla di buono
Vale a dire il rifiuto per il momento di concedere alla Serbia lo status di Paese candidato il tutto è rinviato
A ha il Consiglio degli esteri di febbraio e dunque a una nuova decisione del Consiglio europeo già fissato per il prossimo marzo una delusione per ben grado una doccia fredda per il Governo e per lo stesso Presidente età dei circa già provocato delle ripercussioni nel Governo Colle dimissione del vice premier
Bossi dare dieci e che rischia anche di complicare
Il futuro della coalizione europeista e addirittura di portare alla alla Presidenza e al Governo l'anno prossimo i nazionalisti ma vedremo tutto fra fra poco perché prima vogliamo iniziare dalla vedere accolte come dire l'atto pieno
Del del bicchiere vale a dire la buona notizia per la Croazia
Venerdì scorso dunque è stata firmata a Bruxelles a il Trattato di adesione all'Unione europea con cui lacorazza diventerà il ventottesimo Stato membro a partire dal primo luglio del due mila tredici una storico che per la sua importanza per il popolo croato non ha eguali se non è la dichiarazione di indipendenza del nostro Paese nel mille novecentonovantuno ha detto il presidente croato Ivo io sì pollice
Dopo la Slovenia nel due mila e quattro la Croazia il secondo paese dell'ex Jugoslavia il primo direttamente coinvolto nelle guerre degli anni Novanta ad essere ammesso all'Unione europea e vi arriva dopo oltre sei anni di negoziati chiusi ufficialmente lo scorso giugno e durante i quali oltre quattrocento leggi dell'ordinamento nazionale sono state modificate per allinearle agli standards europei il successo della Croazia è successo dell'Unione europea ha detto ancora il Presidente io sì pollice visibilmente commossa la cerimonia della firma è apparsa anche la Premier uscente Jadranka costoro
Secondo la quale una grande maggioranza di croati si esprimerà in favore dell'adesione
Al referendum
Secondo un recente sondaggio al momento circa il sessanta per cento dei croati è favorevole all'ingresso nell'Unione europea anche se
Questo obiettivo viene vissuto con molto realismo e anche copre con preoccupazione
Vista la grave crisi le crisi senza precedenti che l'Unione europea sta attraversando la consultazione popolare dovrebbe tenersi entro le prime settimane del due mila e dodici dopodiché il Trattato di adesione
Dovrà essere ratificato da tutti gli altri ventisette Paesi già membri dell'Unione europea
Anche se il referendum andasse male questo non avrà effetti concreti sull'adesione la corazza ma certo potrebbe avere qualche ripercussione politica nel processo di ratifica degli altri Paesi questo comunque
Per per il domani per l'oggi intanto sicuramente Zagabria vive una grande soddisfazione una momento giustamente definito storico Marina si corra
L'appartamento
Come ancora quello che qualcuno che è al vertice del Consiglio europeo di Bruxelles a critiche che la zona euro ha raggiunto una critica teorica dell'Unione europea
Io non ho tante dibattiti e tentativi di oltrepassare la continua a mancare una soluzione definitiva nei Paesi dell'Unione europea Donadi vivi in diversi gruppi con i parenti dei criteri e necessita di Venezia
In questa ma approvare lo scorso nove dicembre sempre a Bruxelles iniettata ha anche una notizia positiva che ad un certo punto potrebbe rappresentare una goccia di atti niente nonché in tutto il tutto non è ancora
Terzo vecchie certi intendo forti verso gli obblighi europei possono condurre alla conclusione di un cammino di seicento
La bella notizia riguarda l'approva gliela
Cerimonia solenne della firma del Trattato di adesione della Croazia all'Unione europea la cui hanno
Varie città partecipato tutti Capi di Stato governo dei ventisette
Parlo in quello della Francia che ha preferito
Applicare il compito di mettere la firma su due grandi libri al Ministero per l'Europa un momento storico quindi terra
Grazie a chi ha dovuto passare un cammino lungo faticoso e molto richiede è impedito cerca di negoziati con l'Unione europea
Ducati oltre sei anni
Il documento firmato dei ventisette a nome della Croazia è tanto firmata dal Presidente di voler tipo richiederà premier uscente arranca accorgere
E specificare la data del
Primo luglio due mila tredici in quanto dotata delle indiretta ricaricabili a pieno titolo nell'Unione europea
Un momento molto importante storico mani cara situazione globale della
Europea e chiaro infatti a chi vive tempi di troppo ricchi ma che economica dell'incertezza in se il suo futuro
E capire che la buona notizia da Bruxelles non ha dettato quell'entusiasmo che il soggetto europeo approvato avrebbe dovuto inventare
Sulla firma del Trattato di adesione all'Unione europea da parte della Croazia sentiamo le valutazioni dell'ambasciatore croato in Italia signor Tomislav di Dolce dice che abbiamo sentito
Durante i lavori del trentanovesimo Congresso del partito radicale transnazionale a Roma
Questo è un giorno veramente importante nella nostra storia contemporanea
Trovate a uno dei giorni più importanti questa firma
Dove partecipavano tutti i capitali Stati e dei Governi e dove il nostro presidente la Repubblica Iosip vice signora cose il primo ministro hanno firmato questo trattato
Non è un momento come quello Vendome Montserrat Caballé
Fra dei Mergoli cantavano Barcellona
A non è un momento quando entrava non lo so Portogallo e Spagna allora tutto è diverso oggi
Dal Consiglio europeo si parlava delle cose molto serie e qui anche a questo congresso possiamo sentire
Quanto profondi sono i problemi su cui si si parla in una maniera molto seria però io credo che messaggio principale di oggi per quanto riguarda la Croazia
Che noi
Veramente mostriamo un ottimismo
Perché questo è un buon esempio per il resto del sud-est europeo per i Paesi
Come in primo luogo i nostri vicini come posti a caccia in rovina Serbia
Perché
Oggi
Ci vuole ottimismo
Ecco grazie a un
Buon esempio è qui qui in Italia la nostra politica nei confronti del alla rammento croata italiana sono praticamente complementari locale qui io vorrei anche ringraziare tutti i Governi italiani perché lo stop
Processo
è iniziato durante il periodo quando il Presidente della Commissione europea era Presidente Prodi dopo in continuo con i Governi di centrosinistra è quello di Berlusconi di centrodestra
Veramente abbiamo avuto il sostegno noi come la Croazia ma anche tutta la regione perché non io non posso immaginare credo
Questo mostra anche la referendum in Croazia
Che noi tutti in Croazia non vedremo l'Europa senza tutta questa Regione dentro
Questo è il terzo obiettivo strategico da verso la politica estera
Dopo che siamo diventati membro non permanente dal Consiglio di sicurezza nel due mila otto
Nell'aprile due mila nove membro della NATO e adesso con l'Ente per l'Unione europea il primo luglio due mila tredici
Io credo che questo è un valore aggiunto per la
Stabilità politica economica e sociale di tutta la regione tutta l'Europa
Sì anche perché rispetto appunto alla Regione e all'Area ex jugoslava invece per la Serbia ancora ci sono dei problemi quindi la Croazia in questo senso
Può svolgere un ruolo
Anche perché sentivamo dal dibattito adesso le preoccupazioni che questo sia l'ultimo alla passo di allargamento
Per per molti anni fa
Noi dovevamo passare
Gli esami molto difficili
Il nostro percorso era il più impegnativo finora dopo l'entrata di Bulgaria Romania praticamente
Le regole si sono cambiate noi
Abbiamo avuto veramente
Il monitoring tutte le riforme che dovevamo dovevamo fare
Allora noi appoggeremo sicuramente
La Serbia anche tutti gli altri Paesi nostri vicini come ho detto prima perché il nostro
Interesse strategico però naturalmente tutti devono essere valutati secondo il loro meriti
Individuali e adempiendo tutti i criteri
Non era facile per noi però tutto questo vale
Per lo sviluppo delle istituzioni chiamate ma anche per tutta la società generalmente in Croazia noi siamo fortunati veramente io sono Colombo sottrarci ambasciatore
Fortunato che vengo da un Paese dove abbiamo questo però sparsi consensus
Dove tutti
Tutti quelli partiti
L'ITC rilevanti e quelli che sono entrati anche nel Parlamento provato adesso perché abbiamo avuto le elezioni qualche giorno fa
Sono ripartiti pro europei e questo è molto importante allora ci vuole più d'Europa naturalmente Europa unita
Europa è
Efficiente quello che noi possiamo
Fare come un piccolo
Paese non vogliamo essere parte del problema naturalmente parte della soluzione
In più natura in quel primo periodo noi saremo
Solo osservatori dal processo però naturalmente possiamo partecipare
Credo che se siamo veramente come ho detto prima un esempio buon esempio parliate e questo è il valore congiunto di questo che è successo oggi
Era l'ambasciatore croato in Italia Tomislav di Dolce dice una parte dell'intervista che aveva realizzato a margine dei lavori del congresso del Partito Radicale un'intervista che potete ritrovare integralmente su Radio radicale punto ittica dunque un momento storico sicuramente
Quello della firma del Trattato europeo ma che non ha destato grandi entusiasmi in Croazia sia per la crisi che sta che sta scuotendo l'Unione europea ma anche per il di ficili al momento che è stata la vera attraversando la Croazia stessa corazze che secondo la Banca mondiale potrebbe tornare in recessione nel due mila e dodici dopo la modesta ripresa
Messa a segno quest'anno il rallentamento dell'export alla debole espansione del credito la penuria di investimenti un tasso di disoccupazione elevato
Sempre oltre il diciassette per cento sono tutti fattori che contribuiscono a la modestia della ripresa il nuovo Governo di centrosinistra frutto delle elezioni delle quattro dicembre dovrà rivedere il bilancio è ridurre il deficit pubblico il leader socialdemocratico Zoran Milano vice
è stato ha ricevuto dal Presidente io simbolici l'incarico di costituire il nuovo Governo la nuova maggioranza di centrosinistra dovrà si condurre la Croazia
Alla a entrare ufficialmente l'Unione europea il nel luglio due mila tredici ma soprattutto dovrà affrontare la sfida centrale
Della crisi economica tra i primi provvedimenti annunciati la nuova legge finanziaria ma vediamo appunto
Quali saranno adesso le evoluzioni della politica interna in Croazia alla luce delle elezioni del quattro dicembre ancora Marina si corra
Questa pratica e dopo il voto del quattro dicembre arricchito comunque
Ieri notevoli cambiamenti con la vittoria netta della coalizione
Dei quattro partiti di finisca guidati dal Partito socialdemocratico del futuro Veneto Damiani Amici
I cittadini che la praticano il tetto dei loro deve accordare rifiuto nei confronti del potere che l'Unione democratica croata durato otto anni che ha visto il Paese è coinvolto innumerevoli scandali di corruzione
E chi ha avuto del potere che neanche tutto cadono sulle spalle dell'ex premier Ivo afferrare ma anche gli eletti altri nomi della più alta politica ed imprenditori attuata
Dopo che i risultati delle elezioni sono diventati del tutto definitiva lei a dire che è caduta anche il termine piedi ricorsi ieri il Presidente io tipo Vecchiatti dato il mandato della composizione del nuovo Governo ancora Milanovic
Per il quale è stato proposto dai vincitori elettorali cioè delibere della coalizione vincente il Governo di dare al Milan con il suo programma deve ha detto teneri sostengono e del Parlamento
E il Capo dello Stato croato annunciato che l'attenzione costitutiva
Del parlamento avverrà dall'un convocata la prossima settimana
Il futuro nuovo premier ha dichiarato che in questo mandato un obbligo ci aspetta un grande lavoro dobbiamo tirare fuori la Croazia dalla crisi e l'unico modo per uscire dalla crisi della crescita economica
Che attaccano anche cambiamenti del sistema che negli ultimi anni ha fatto perdere la fiducia è questo il nostro secondo te non porte il più importante compito
Ha detto Milanovic aggiunto che la sua intenzione è quella di far diventare la Croazia un paese piccolo matti cura nel quale e molto importante che i politici si accordino sugli obiettivi fondamentali
Milano Licia provento infine
Che l'Arborea attivo che il maggior numero dei cittadini ex carrette rendono sulla degli oneri a clan che l'Unione europea voti per il CIPE che che tratta dell'interesse della Croazia
Qualcuno ha scritto che l'Unione europea nella quale la Croazia entrerà nel luglio del due mila e tredici potrebbe essere potrebbe diventare molto diversa da quella a a cui la corazze ha aderito con la firma del trattato il La nove e dicembre il percorso di adesione della frase l'Unione europea però a questo punto è segnato il traguardo del primo luglio due mila e tredici
E segnato di discorso diverso per gli altri Paesi dei Balcani occidentali dell'area ex jugoslava a partire dalla Serbia
Lo stesso giorno infatti nel quale la Croazia firmato il Trattato di adesione venerdì nove dicembre la Serbia si attendeva una via libera alla richieste di ottone ve lo status di Paese candidato con la anche la fissazione della data di apertura dei negoziati si sapeva la vigilia che c'erano molti problemi il Kosovo e sempre
La questione aperta e purtroppo invece la il Consiglio europeo ha scelto di dire no compiendo a giudizio di chi vi parla un grave un grave errore
Un errore dimostrando una miopia che l'Unione europea rischia di pagare cara nei Balcani e non sono stati fatto che
La decisione è stata rinviata a marzo sarà cruciale la cosa decideranno i con i Ministri degli esteri nel vertice di febbraio Ministro degli esteri l'Unione europea sarà soprattutto cruciale l'evoluzione
Della situazione nel Kosovo nel nord del Kosovo in particolare la norma si normalizzazione dei rapporti tra Belgrado e Pristina ma non soprattutto
Lei il no di Bruxelles ma del Consiglio europeo potrebbe avere delle ripercussioni sulla situazione politica interna della Serbia intanto ci sono state le dimissioni del vicepremier Eddie LICE questa questa porta in faccia che di fatto per ora o per meglio dire questa porta chiusa che per far di fatto per ora a Bruxelles e chi è bene davanti alla Serbia potrebbe portare a una affermazione dei nazionalisti alle elezioni che potrebbero tenersi in Serbia
La prossima primavera e sicuramente nell'oggi mette in grave difficoltà il fronte finora operista e soprattutto il presidente Boris età dice ce ne parla Marina sicura
La prima del Trattato di adesione della Croazia all'Unione europea nonostante tutto è un a vuole notizia per l'Europa e per tutti quelli che hanno gli stessi obiettivi tuttavia
Nella regione balcanica il destino il futuro l'orientamento anche che si continua a dire come i primari quella dell'integrazione europea
A ancora una grande incertezza e un attese attente
Guardi concreti che sicuramente avrà implicazioni sullo scenario politico interno dei singoli Paesi della regione
La Vernia i cui cittadini Orvieto non sempre più dell'ultim'due richiedenti di sicurezza esistenziale
Invece di ottenere lo status di candidato cosa che ancora alcuni meditati gara quasi per scontata come sappiamo ha dovuto subire il rinvio della decisione del Consiglio europeo
Fino affine febbraio per poter poi se tutto andrà come richiesto dall'Unione europea ottenere lo stato di candidato all'adesione a marzo del due mila dodici
L'obbligo principale riguarda la traduzione della delicatissima questione Kosovo e il rispetto di quanto accordato nel dialogo che è in corso tra Delgado e Pristina col l'intermediazione dell'Unione europea
Con la decisione che è piuttosto una no decisioni dell'Unione europea
C'è il grave rischio c'è una forte delusione di cittadini fermi porti verso il consolidamento delle forze politiche antieuropea nazionaliste e che l'attuale potere di bordo tali
Che che afferma mettere quella europea reca ottocento come obiettivo l'integrazione europea rischia di essere colpito del suo principale oppositore leader piena libertà unità Nicoli
Infatti la prima conseguenza di quanto è stato deciso venerdì costa Bresciani sono le dimissioni del vice Presidente del Governo servo incaricato dell'integrazione europea bolide aggiungerci
Il quale ha
Giustificato la tua decisione convinto il tetto di Belgrado rispetto a quello che si aspetta in più torni Sarnico vicepresidente del partito il periodo del progresso
Il partito che Nikolic affondato dopo effettivamente nate dall'ultranazionalista Partito Radicale serbo di Goito ascessi che attualmente è tutto perfetto al Tribunale dell'Aja
Andava
La colpa dell'incertezza europeo al Presidente tardi empiriche che la tua dell'Unione relativa alla decisione di Bruxelles non è indirizzata all'Unione europea nei cittadini graffiare via
Ma che la macchina colta Riva sul conto del Presidente della ferrovia per Miccoli il rinvio dell'attribuzione dello stato di candidato linea tetti è un rifiuto secondo la tua opinione
Le conseguenze le sentiranno i cittadini che la Serbia niente come afferma il Governo continuerà a lavorare sotto il controllo del Presidente ad ICI
Nikolic afferma inoltre che non accetterebbe Manzi costoro ambiento I rappresentanti ufficiali nei forum regionali perché
Mica elusi Ripetta la Costituzione della Serbia
Davanti a Trieste in questi giorni presente per poco Riccardi che ai giornalisti italiani ha detto di sperare che la Serbia a marzo a terra lo stato di candidato
Anche allora la etici la decisione intera rimandata
Alla ricerca del rinuncerà comunque dal suo orientamento strategico però europea
Rispondendo alle domande sul collegamento della via europea della perché il problema con il costo volta diciamo
Rilevato che Belgrado riaperta la ricerca della soluzione per il cordolo s'è posta però accontentare entrambe le parti ma che non si può andare sotto il limite
Mette a repentaglio integrità territoriale che lasciare agli atti
Potete immaginare qualche parte d'Italia tratturali indipendente e dopo questa parte venga riconosciuta da alcuni istanti questo provocherebbe subito una instabilità interna
Il Kosovo e la culla del nostro Paese ed è molto importante per la nostra identità poiché lì che Tonino i monasteri medievali Quetta questioni naturalmente dette impervia di volta in volta delle copia ha detto il Papa dice paritario giungendo che
Delgado cerca soluzioni che saranno sostenibili e accettabili per tutte e due le parti ha ribadito quella ferroviaria non lo riconoscerà l'indipendenza del Kosovo ma che in questa cornice è possibile trovare la soluzione delle quattro questioni reale
Come proteggere la popolazione serba nel nord del fiume il bar cominciano a guardare i patrimoni saltare il privato serbo nonché i luoghi sacri della cultura egli Regione perda innovare un'alta
Speciale per i termini al nord del Kosovo
Domanda perché la decisione del Consiglio europeo di rinviare l'ATC la decisione che lo status di candidato
Porterà
Serbia
Le porte dell'AdEPP lei Presidente serbo ha detto di capire le preoccupazioni che l'Unione europea stufa di conflitti e non vuole che la perviene diventi membro importando un conflitto irrisolto
Sono convinto che non con la politica però europea anche alle prossime elezioni ripeteremo i risultati dell'ottobre due mila quando abbiamo scolpito le forze politiche
La piena liste che arrivano tentato di allontanarci dall'Unione europea
Posto apparati
Naturalmente la decisione del Consiglio europeo di non concedere ancora alla Serbia lo status di Paese candidato né tanto meno di fissare una data di inizio
Per i negoziati ha suscitato molti commenti soprattutto in in Serbia e tra chi segue le vicende della Serbia ancora Marina sicura
C'è scritto della dodici avvenne che si occupa di gruppi politici in Europa sudorientale in particolare
Mi sì quell'aria un articolo firmato dai di tappeto vicini perché hanno racconta che la delusioni in qualche penso alla rabbia
Sono soltanto alcuni delle emozioni presso l'opinione pubblica perda dopo la decisione del Consiglio europeo
Una moltitudine di reazioni emotive in meno attiva è arrivata in media Third in cui chi politici ha detto cerca no ognuno a modo suo
Di consolare in qualche modo l'opinione pubblica a causa delle notizie negative arrivate in Abruzzo
Tuttavia
Fino a questo articolo ci sono ancora da tante voci che avvertono che questa non è la fine dell'integrazione europea che la Serbia e che noi perdiamo continuerà questo lasciarci viene Nannicini direttrice del cento per gli studi euro atlantici livelli reale dal
Osserva che la palla ora e nel cortile di Belgrado o più precisamente nel cortile del Partito Democratico e ritiene che in questo senso anche il piano ettari come anche la proposta di carpire
E in un attimo anche lasciare a piedi servi al nord del Kosovo potrebbero ottenere limine dati e cifre tante
Penso che non c'è molto spazio include Riccardi al nord del Kosovo come terza parte sento che questo fa parte anche delle competente e degli accordi tra Belgrado e Pristina
E la comunità internazionale Cervia deve capire che quanto ha detto lei viene offerto che altrettanto sarà difficile realizzare
Può scappare ciclici rimarchiamo
è tardi e i tratti e irrazionali e delle opinioni questa osservatrice della politica
Ma
In Serbia dunque si discute si discute molto sulle scelte di politiche a sulle che riguardano le relazioni con l'Unione europea e la questione del Co posso voi da questo punto di vista una formazione politica che ha sempre avuto una posizione netta è il Partito liberaldemocratico e il suo leader
C'è dormire Jovanovic che è stato invitato anche al congresso del Partito Radicale transnazionale al quale non ha potuto
Partecipare per impegni urgenti ma attenuto a inviare una lettera a a Emma Bonino nella quale tra l'altro io vanno vice ricorda come
Il i liberaldemocratici sardisti hanno chiedendo
Si è non cercando di realizzare una svolta in tutte le politiche che il Governo
Attuale sta portando avanti un Governo che dice Jovanovic che scrive che vanno visti nella lettera Emma Bonino insiste testardamente in una politica del doppio binario la politica di di integrazione euro europea da una a fianco a fianco con una politica nazionalista nei confronti del Kosovo ma anche nelle relazioni con gli altri Paesi
Della regione nel integrazione euroatlantica una politica che risale fino all'epoca di Milosevic e anche oltre insomma una politica che pretende direi essere portata avanti all'insegna di un ossimoro che accomuna sia il partito di Governo che i partiti di opposizione con lo slogan l'Europa e il Kosovo per rispondere a questo scrive ancora gli umano vice abbiamo cercato di formulare una nuova politica di inversione di rotta in tutte le politiche della Governo quelle che riguardano l'integrazione dell'Unione europea
La politica sul Kosovo la politica regionale in particolare nei confronti della Bosnia del Montenegro della Croazia uniti insieme al petto liberal democratico c'è il movimento di rinnovamento servo di Vuk Draskovic cioè l'Unione socialdemocratica Isacco Corace insieme ai partiti delle mi grazie etniche alla società civile a molte organizzazioni non governative e a personalità di spicco della vita pubblica non si tratta di una coalizione elettorale ma di un movimento un movimento la cui espansione ancora no ma non è calcolabile ma che sicuramente sta sta crescendo così scrive dunque ha scritto dunque tra l'altro il leader liberaldemocratico serbo centomila Jovanovic a Emma Bonino
Il Kosovo dunque la questione centrale sarà lo snodo del processo di integrazione europea della Serbia ma anche è uno degli snodi per la stabilizzazione dell'intera regione balcanica sicuramente il no e il
Il
Il Kosovo è lo scoglio attorno al quale naviga la politica la politica serba sia quelle interna che quell'internazionale
E sarà compito della classe politica serba decidere se riuscire a doppiare questo scoglio in maniera proficua oppure andarci
Ah no fra gare sopra
Nel frattempo però anche il Kosovo discute della situazione delle relazioni con la Serbia e non è facile
La situazione nemmeno in in Kosovo
Nemmeno nel Parlamento kosovaro dove il dove detto Vendola sul movimento outlet nazione sta conducendo una dura opposizione sta marcando stretto l'attuale Governo di Hashim Thaci come ci spiega Arthur mura
Ora in corso la domanda più sentita di tutta e
Quale sarà la possibilità politica del movimento dell'autodeterminazione a ripristinare le misure adottate apprendano detti tutti in pista tra il corso egli afferma
Volontà già libici attiverà approvata lo scorso otto intimamente e non del Parlamento tramite una mozione proposta da la Spezia dallo stesso movimento autodeterminazione oppure in albanese del tanto
Da Uto determinazione come dittatore della mozione è approvata io spero che il Governo si è comportata come si deve al traguardo puntate del Parlamento altrimenti dell'impianto di questo movimento politico
Quando rappresenta inferto un partito politico nel piano del Parlamento del costo ora come ha potuto appena dai media il leader il leader di questo movimento Albin Kurti prenderanno altre decisioni adeguate
Non possiamo aggiungere che la mozione che fu approvata lo scorso otto D uno afferma che Governo deve apprendere che i parchi dovuti per rispettare la piena reciprocità economica commerciale tra il costume della Serbia
Ministro del commercio e dell'industria promuova che conduca alla collaborazione con le imprese dei produttori locali
A trovare le merci quale tornando sostitutive i prodotti originalità per fare piani in corso Governo dovrà portare tutti i meccanismi dello Stato per garantire la rigorosa applicazione delle misure
Dette poc'anzi descritta al confronto della Serbia ma bisogna aggiungere che il governo del Kosovo considera che pertanto attuando le misure di Trepuzzi diretta con l'arteria
è un portavoce del Governo stesso ha fatto sapere riemerge
Perché in tal caso l'opposizione vuole chiudere le frontiere con l'APEM
Allora la mozione dovrebbe riformulata interno del Parlamento
Porto Birkenau in quanto documento nessuna legge nessun antigiuridico non può che essere superiore alla quota che il documento Tibaldi la Costituzione della Repubblica del costo
Ha detto speaker del Parlamento di AQP acquisiti quale non ha chiarito da che parte della politica avrebbe
In questa situazione
Dalla parte del Governo oppure dalla parte dell'opposizione
I rappresentanti dell'opposizione hanno il gettito nel quattro che il governo del Kosovo dovrebbe chiarire di che tipo di capirlo reciprocità palla quando dice che fa attuando nave preziosità con i cartelli e con il Governo della
Armando ama il parlamentare del Gruppo di detti Andolfi autodeterminazione
Ritiene che il Governo è obbligato a rispettare dei titoli e del Parlamento altrimenti che possono essere prese antipatica gravi che probabilmente costituzionali al concordo del Governo che a aggiunto alle secondo l'aumento
Il movimento deve dare
Tempo dovuto al Governo di prendere in considerazione tale volontà del Parlamento certamente e attribuire tale volontà sulla prezzi può città dovuta tra i due Paesi questo caldo cotture il perché
Altrimenti a prezzi dal programma riprenderanno le vetture dovute per trattarla punta parlamentare da volontà legislativa
E non certamente dobbiamo discutere che tali azioni politiche hanno anche a scopi elettorali quali certamente per il danno che il Governo abbia simpatie quale sta affrontando tantissime difficoltà
Dall'altro canto dobbiamo anche informale che abbia comunque lamentare promiscua
Ho dichiarato che fino a marzo il governo del Kosovo deve attuare gli accordi che vengono raggiunti tra Pristina e Belgrado quale che trattano nella comunità internazionale come compromesso politico
Da complimentato il minimo che può essere parte di un mandato e di applicare quei temi quali gli appalti hanno concordato finora
Avevamo un accordo con l'apporto di un proprio di compromesso ma non sono messe in quanto ha detto qua
In un'intervista a Radio figlio unico fatta ha detto che ancora non si deve parlare di cambiamenti di confine oppure applicazione dei nuovi compiti in quanto tale partita di Coppa proprio perché ho avuto un effetto domino il tutto alla Regione burocratica accordi politici sono sempre nel cercare il martello del Kosovo diventerebbe almeno come parte centrale del Kosovo dove
Vi vivono non va assunto il loro impegno politico farebbe certamente meglio
Sarebbe meglio prendere come ad esempio per vedere della parte centrale del Kosovo piuttosto che creare valicabile attaccare i soldati tedeschi e austriaci ha presentato un turista che in questa intervista
E sulla situazione del nord del Kosovo sentiamo cui hard Ugo Volli che è stato parlamentare anche ministro kosovaro attualmente professore di storia all'università di Pristina ed è un esponente della par Tito dell'attuale premier Hashim Thaci dopo in passato ha demeritato invece nel partito di ramo OSCE a Radin ai abbiamo avvicinato a margine del trentanovesimo con dei lavori del trentanovesimo Congresso del Partito Radicale transnazionale
Hai quali Puglia Ducoli da molti anni è scritto proprio per
Raccoglie la sua valutazione e la sua analisi sull'attuale crisi del nord del Kosovo
Un poter solo l'anarchia Limena Gerson congresso una partisse attiene massimizzando passo poco sfogo esporsi scosso assume scorto due mie tête esso Tri comunanza rubata ma fanno Canio venne io dedizione né Pristina spero vasto ente
Contrasto in
Come ho già al menzionato nel mio intervento al congresso del Partito Radicale io penso che su un nord del Kosovo ci sono problemi però questo problemi consistono in tre comuni a particolari
Quali sono della maggioranza serba
Nottola Belgorod doma Tommaso davanti finanzio Edison struttura Torretta tornato entri comunale
Che invece Moss peggiore NAS istruzione andar Antonio po'us vedendo ora certo integro mannaia Vietnam politiche oppositore come si sa c'è in mezzo a Belgrado che continua a investire questi tre Comuni i serbi del Kosovo
E far spingere loro di non rispettare sia le istruzioni legali del Kosovo e quelli internazionali come EUR lex e altri
Loro purtroppo le spettano soltanto la volontà politica di Belgrado
Bassi andar con Tor Capogrossi rien cerca frutto Paccoi atti Sorrento ma fanno il proprio risiede nel
Status del Kosovo così qu'à suoi PSI Ernie voi
Ho c'è verissime piglio con il c'è bisogna
Fatta Sabatti e portata con Vasto intacco un busto in Asia del bassista al contorno
Se parliamo della volontà della comunità internazionale in Kosovo e loro sono d'accordo con la scelta che abbiamo detto presi tutti
La scelta del piano Ahtisaari quale precisa che queste comune dogana vere una certa autonomia dal potere centrale
Però purtroppo loro negano anche questa volontà volevo fare tutto per conto loro
Ma se viste spolpo Marsiglia extra messo tutti phishing Diego impiccato Confettora domando gomma la Macedonia il bene in tre inutile gonne possa se le stime no sentirsi ante profitti in un attimo
Fatta crimine allo sforzo one economiche sa
Dopo la la proclamazione dell'indipendenza
Loro hanno fatto per conto loro hanno cercato dominato
Organizzato a modo loro alcuni punti doganali certamente in modo illegale e questo lei ha fatto diventare forti come
Come non legali come criminali si può definire anche
Venga Demi attenta sta
Culle Iura Daniela missioni con bomba scuola Micu cosa andavo Lezzi colleghi uva c'è
Data è il Trentino e palle il Sindaco tacciati adesso criminali anzi forse ugual finanziare il dottor Satta è un problema e dobbiamo anche dire che questa si trova non è illegale nel nord del Kosovo è stato il permesso anche dalle istituzioni internazionali del costo sia prima due mila otto dall'unica dopo
Anche dal è utile e questo ha fatto sì che questi illegali o li facciano definire criminali si sono diventati più potenti più forte
Non è stata forse un po'proprio perché la situazione molto delicata forse un po'una forzatura da parte delle autorità di Pristina mandare gli agenti dogane non sarebbe stato meglio cercare una mediazione o
Ci veniva
Incorrect Cutty inviti Bergodi nessi ispezione dovremmo ore contro venne Pica oppositore
Porre non mance qua tradimento del contrabbando e se
Forleo un lex sicché alcuno anzi
Nonostante mosso per ora alcuni la lettera g indennizzi aver permesso sebbene a me otto struttura
Sì fosse possiamo ricordare a luglio il Governo ha fatto mandarli
Le sue truppe gli ha facoltà controllare questi punti doganali però
Certamente che c'è stato e ci sono stati i confronti e poi che i criminali non volevano perde il loro profitti
Però alla fine è stato un l'ex la NATO che ha cercato dal Governo con locale del Kosovo di essere ritirata Petrova un altro mondo e il Governo kosovara accettato questa richiesta dell'internazionali dando un buon senso della situazione per la situazione
Vorrei qui ma rovescia sembrano anni Just Mojo ritiri preclusi forchette
C'è Gemma
Ma rovescia me asserviti Ocalan è insufficiente va ricordato
Grazie funziona e le risalire Nieri Asia
Poi come si sa c'è stato un patto tra il Governo kosovaro della KFOR
Che per sei mesi doveva arrivare a un altro punto di vista un altro un'altra situazione però questo non sembra ancora realizzato come si deve fare
Nel limite massimo se
Accenno contestabile ISOL situo otto Oboh ogni azione ricordino
Di politica fuori
I politici sono lex Polizzi riscosso così
Certi arresto in Tunisia sconta la bandiera è stato progettato strutturazione prove nelle Galles
Secondo la mia opinione personale sarà realizzato nulla se non ci sarà un'azione coordinata della KFOR EULEX il Governo kosovaro per prima fermare quelli che fanno
Violare la legge che fanno contrabbando che sono dei criminali e poi tutto
Sarà più facile
Ma io sto avvento discute desse dove nata ci anziché al Frisi termine secondo me è un un modo sbagliato di dialogare con quelli che fanno violare la legge che sono dei criminali che sono dei contrabbandi stile
Atto hanno candeggio inasprire netta dici curioso fisico ricordando il sistema quindi non non da un ascolto anche negli appelli del Presidente serbo tardi quando lui chiede di di ritirarsi
Così dunque quindi hard Ugo Volli già parlamentare già ministro kosovaro attualmente insegna Storia all'università di Pristina in passato è stato anche uno dei leader e degli studenti fu orari sarà appunto a quel periodo la sua iscrizione partito radicale transnazionale abbiamo realizzato questa intervista orga margine dei lavori del trentanovesimo Congresso del partito trovate l'intervista integra ne su a Radio Radicale punto i TIR intervista che abbiamo realizzato con la traduzione di Arthur Nurra alto Nora che adesso CIPAG e lasciamo
Lasciamo la sede lasciamo il Kosovo assumono diciamoci parla adesso della Macedonia
La Macedonia che ha incassato nei giorni scorsi un risultato positivo
Nella annosa disputa ormai ventennale disputa che la divide dalla Grecia per l'uso del nome mance donne nell'uso della definizione di Repubblica
Di Macedonia una una sentenza positiva che viene dalla giustizia internazionale
Anche se poi sarà difficilmente traducibile
In in pratica ma intanto sicuramente è significativo questo questo successo che Skopje ha incassato ce ne parla punto come dicevamo Hartog mura
Ritengo che vi è il cinque dicembre la Corte internazionale della giustizia della
Inespresso sul greto di attendere all'entrata di copie nella NATO corto nella primavera due mila otto
Questo Tribunale ha rilevato che detto invio al dramma l'accordo a interim firmato nel mille novecentonovantacinque fra la Macedonia la Grecia
La delusione è stata raggiunta con schiacciante maggioranza o di quindici a lungo il voto contrario era quello del giudice ad hoc greco
Infatti accorta secondo gli esperti
Commenta calibrare con prudenza nel proprio esercizio
Noi possiamo
Direi che l'accordo del mille novecentonovantacinque che non una viaggiamo per le relazioni fra i due Paesi deponeva affine agli embarghi embargo greco impegna vattene hanno un costo accordarmi integrazione dei comprendendo organizzazioni internazionali
Però come si può da queste parti del mondo il mondo balcanico possiamo definire
Non è tanto l'appunto conduzione degli statuti e decreti ha posto il veto all'entrata della Macedonia nella NATO al frammenti di Bucarest nel marzo due mila otto
Grandi dopo la decisione della tribuna maglie internazionale divertente rappresenta una vittoria per la Macedonia una chiara complica per la Grecia
Però la situazione politica tra i due Paesi rimane come prima anche per la Corte anche imputato gli argomenti della Madonna respinto tutti quelli della Grecia
Attende alla gara per la giurisdizione del del nella Tribunale internazionale della giustizia e ha sostenuto che non sia stato un veto al fammi NATO di Bucarest inoltre per quanto attiene anche copia aveva violato d'accordo un vanto anticrisi rivoli della Grecia si tiene molto però in Macedonia l'atmosfera nell'ultima e
Grave molto gruppo ricca al contratto di quella greca
Tuttavia anche nel quindi come dire tanto non mi lo scorso naturalmente parlamentare
Ha interpretato alla diffusione della tribunale il Comune significato storico aggiungendo che la decisione buone una questione di vincitori equilibri ma delle perpetuazione dell'accordo con le banche
Delle relazioni fra Grecia macedone
Candidata del due mila cinque la Macedonia ha ricevuto vero la raccomandazione dell'Unione europea ad avviare i negoziati nel due mila nove ma non può procedere a causa del veto greco nel Consiglio europeo
Dopo la rivoluzione il Presidente Giorgio invano alimentato la Grecia rispettare la detenzione e il Primo Ministro Nicolais benefici recati urgentemente abruzzese
Per incontrare il Presidente dell'Unione europea Armand PAN compresi
A sottolineare l'aspettativa che non solo la Grecia ma anche
Gli altri Stati membri ripetono il verde poteva copre
Ma nella politica specialmente quella balcanica nel corso del tempo non più complicate un verdetto giuridico per di più PRIN tribunali internazionali della giustizia
Non accettato una richiesta della Macedonia di coordinare direttamente alla Grecia di non ostacolare d'ingresso dieci copie nelle organizzazioni internazionali
L'unico commento in merito al riguardo del rappresentante dell'Unione europea pertanto che le decisioni della Corte noti come
Ma un luogo
Ambasciatore statunitense in Macedonia ha ripetuto dubbi che una soluzione condivisa hanno descritto il suo nome e necessario perché la Macedonia poppa entrare l'Enalotto
Abbiamo iniziato questa puntata facendo riferimento alla mozione approvata dal trentanovesimo Congresso del Partito Radicale transnazionale laddove si sottolinea come i Paesi balcanici non siano al momento una priorità dell'Unione europea
Ma proprio il loro ingresso nell'Unione europea potrebbe significare la soluzione delle questioni che stanno dividendo la Regione proprio all'interno delle istituzioni europee
Dell'Europa della sua crisi delle sue prospettive si è parlato in una tavola rotonda
Con Nale nelle nell'ambito dei lavori del congresso alla quale hanno preso parte oltre ad Emma Bonino e Marco Pannella tratto gli ex ministri degli esteri tedesco Joschka Fischer e francese Bernard Kouchner
Diciamo io ho parlato parte siamo partiti parlando di Balcani e Unione europea e
Questa compone il filo il fil rouge di questa puntata di cosa già sud-est e lì torniamo in a conclusione ascoltando la voce di Ermelinda Mexès
Anche lei da molto tempo iscritta al partito radicale transnazionale
è stata parlamentare è stato ministro albanese attualmente ricopre un incarico all'interno della banca centrale dell'Albania
E all'ed abbiamo chiesto una valutazione sull'attuale crisi dell'Unione europea e su che tipo di di Unione europea potrebbe uscire da questa fase di crisi profonda del progetto politico di Unione europea
Ai ho già per questo ho partecipato in questa parte del compreso dove era invitato si è l'ex ministro
Ne ha francese sia io scalfisce il ex premier della Ungheria e cari
La nostra amica Emma Bonino io mi sono intervenuta proprio a chiedere cosa vuol dire queste Europa di due velocità è una Europa divisa sono due Unione europea oppure è un club dentro un club
Queste sono le le domande che sono già
Presentato prima e hanno avuto delle diverse presso
Risposte io ho con me da
Persona che appartengo I Balcani
Abbiamo una preoccupazione su questa situazione per quanto riguarda
Il nostro futuro adesione nella
In Unione Europea of do questo domande per assicurarmi
Che il cammino verso ROPPA della nostra Regione sarà più lento è questo
è sicuro perché dopo
L'adesione dei ultimi dodici Paesi all'Europa si è sentito proprio un per allargamento un fatti
Però oppure
Si è presentato un problema per atti solution capacity
In questo caso senz'altro ci sarà una terza fase per i nostri Paesi e mi sono stata molto
Assicurata proprio dalle signor ministro Joschka Fischer dicendoci di nuovo che importanti vedi arrivare i standards i standards e i criteri di Copenaghen per i nostri PAI sì in questo caso noi
Ci dobbiamo preparare e ad attivare a questa nuova realtà per non
A vedere un ritardi o
Più grande di questo
Già città aspettato per questo alla nostra opinione pubblica ai nostri politici ci deve dire apertamente che noi oppure il futuro
Cammino verso l'Europa già c'è non c'è un'eternità mi lamento su questo ma dobbiamo attaccarci per andare il nuovo in Europa
Ok CONI Standard europei per non essere un peso per l'Europa ma per sentirci parte partner di questa Europa unità
Noi siamo fortunati di avere un forte appoggio dalla popolazione per aderire verso
Le ho proprio l'Unione europea e anche il fatto che tutti i partiti politici
Hanno
Avuto nel loro programma questo obiettivo
Di adesione in Europa è una cosa molto positiva ma il problema è usare come una retorica l'integrazione o fare davvero le riforme giuste per andare
In Europa perché per noi l'Europa non è solo uno slogan Europa vuol dire Standard europei vuol dire una
Vita uno stand attività europea e avere tutti i queste tutti questi
Indici sia economici sociali politici la democrazia come in Europa in realtà
Sia ritardato
Perché ci sono stati tantissimi problemi sia politici soprattutto perché senza la volontà giusta politica non si può andare
Con la velocità Tosini attraverso
L'integrazione europea
Questi ultimi
Giorni si è visto non
Una cosa positiva un accordo tra le forze politiche per
Come posso dire
Aumentare la pubblicità
Per le riforme dovute perché l'ultimo progress riporto ha indirizzato i dodici le dodici e priorità che il Paese deve fare per andare avanti
C'è una pressione forte dalla popolazione verso i politici
E loro sono adesso più obbligati Titti di fare le riforme giuste per noi di trattare questo processo soprattutto anche in questa situazione nuova
Della crisi europea quando l'Europa
è vero che ci ha promesso
Il futuro adesione ma anche i suoi problemi soprattutto economici che li abbiamo visti quest'ultima ultimi giorni
Così Ermelinda mezzi già parlamentare già ministro albanese attualmente ha un incarico a nella Banca centrale del suo paese iscritta da lungo tempo al partito radicale transnazionale questa è una parte dell'intervista che mi ha veramente dato a margine dei lavori del trentanovesimo Cong esso
Del partito un'intervista che volete ritrovare integralmente su Radio radicale punto ITI dove potrete ritrovare riascoltare anche questa puntata
Di passaggio su destra che arrivata al termine che abbiamo realizzato come sempre con la collaborazione dei NAS corrispondenti Marina si corra e Arthur Nora
L'appuntamento è fra sette giorni grazie per l'ascolto un saluto da Roberto Spagnoli è una buona giornata in compagnia di Radio Radicale