09FEB2012
rubriche

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale

RUBRICA | di Roberto Spagnoli Radio - 06:20. Durata: 56 min 6 sec

Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Argomenti della puntata: stabilizzazione e pacificazione dei Balcani: la trilaterale di Jahorina tra i presidenti di Bosnia, Croazia e Serbia.

Bosnia: il duro scontro tra il leader liberaldemocratico serbo Cedomir Jovanovic e il presidente della Republika Srpska, Milorad Dodik; il fallimento della Bosnia unitaria secondo lo stesso Dodik; l'analisi della situazione secondo il relatore per la Serbia al Parlamento europeo Jelko Kacin.

Kosovo: febbraio mese decisivo per il dialogo tra Belgrado e Pristina; le proposte del
presidente serbo Tadic; la disponibilità del premier kosovaro Thaci; le incognite dovute alle situazioni politiche interne dei due paesi.

Macedonia: si riacuiscono le tensioni tra macedoni slavi e albanesi.

Croazia: iniziative e prospettive della politica estera croata per il futuro dell'area balcanica.

Albania: situazione interna agitata dal duro scontro tra presidente della repubblica e parlamento e dalle polemiche tra governo e opposizione su scelte econimiche e normativa fiscale.

Questione curda: un appello alla società civile italiana per una soluzione pacifica e politica del conflitto.

In apertura il punto sulla situazione in Grecia mentre è in corso il vertice tra il premier Papademos e i leader dei partiti che sostengono il governo sul piano della troika Fmi-Bce-Ue per ottenere nuovi aiuti internazionali.

leggi tutto

riduci

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno da Radio Radicale un saluto da Roberto Spagnoli bentrovati all'ascolto di passaggio a sud-est puntata del nove febbraio due mila e dodici puntato nella quale dedicheremo un'ampia parte alla stabilizzazione e alla pacificazione
Dei Balcani la scorsa settimana si è svolta un'importante vertice AIA Corina in aborto e ne abbiamo parlato anche giovedì scorso un vertice tra Bosnia Croazia Serbia con la partecipazione dei tre Presidenti a proposito di Bosnia
Da segnalare il duro la durissima ad uno scontro tra i leader liberaldemocratico salvo aceto mi arrivavano vice e leader serbo bosniaco Dodic il quale Dodic ha rinnovato anche nei giorni scorsi il suo pessimismo sul futuro unitario della Bosnia parleremo poi di Kosovo perché questo sarà un mese importante questo mese di febbraio per il futuro del Kosovo e soprattutto per il futuro del di analogo tra Belgrado e Pristina alla luce anche del referendum che i serbi del Kosovo si apprestano a attenere nelle prossime nei prossimi giorni di qui a poco notizie preoccupanti vengono anche da la Macedonia dove si segnalano tensioni tra i macedoni slavi e gli albanesi parleremo poi dell'acrobazia per iniziative e delle Pro si vede la politica estera croata nell'ambito del processo di stabilizzazione di integrazione europea dei Balcani ne parleremo una pagina sull'Albania sempre agitate le acque della politica interna albanese con lo scontro istituzionale tra Presidente della Repubblica il Parlamento ma anche il duro confronto tra il Governo e l'opposizione socialista a proposito della politica economica della del sistema fiscale
Albanese e poi contiamo nell'ultima parte di occuparci della questione curda la scorsa settimana Roma
Alla Camera dei deputati è stato presentato un appello per una soluzione politica e pacifica della questione del Kurdistan turco questi dunque gli argomenti principali di questa puntata di passaggio a sud est che realizziamo come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corra e Arthur nuora
Iniziamo però prima di tutto parlando di Grecia perché proprio mentre stiamo registrando questa puntata di passaggio su desta in corso la riunione decisiva tra il premier Lucas Papademos e i leader dei tre partiti che sostengono il suo gol no la riunione di è stata convocata per discutere e si pensa si spera approvare il piano proposto dalla cosiddetta troika formata dagli emissari del Fondo monetario internazionale della Banca centrale europea dell'Unione europea il documento che si compone di sedici pagine dattiloscritte più trenta pagine di appendice e la condizione necessaria
Per dare il via libera alla concessione del secondo pacchetto di aiuti alla Grecia da centotrenta miliardi di euro
Alla riunione insieme al premier Papademos partecipano il leader socialista Georgios Papandreu il leader di nuova democrazia di centrodestra Antonis Samaras e Chiorda Oscar razza Ferries il leader del partito l'auto di estrema destra che la terza la terza formazione che sostiene il Governo di unità nazionale sonore dunque importanti per la Grecia ora di decisioni cruciali per il Governo greco nella mattinata di ieri i leader dei tre partiti che sostengono il Governo hanno ricevuto il tè sto del nuovo piano di aiuti alla Grecia che è stato definito nei minimi particolari durante l'incontro notturno tra il premier e i rappresentanti della troika
Una volta approvato il piano sarà presentato al Parlamento di Atene che dovrebbe approvarlo entro domenica
Le misure economiche richieste dai rappresentanti internazionali stanno creando però problemi seri all'interno dei gruppi parlamentari di tre partiti te dei tre partiti che sostengono il il Governo
Per quanto riguarda nella democrazia alcuni parlamentari hanno minacciato di non votare il Piano nemmeno nel caso in cui il leader Antonis Samaras facesse ricorso alla disciplina in tema una alla partito per quanto riguarda il Pasok biogas Papandreu ha voluto tranquillizzare i suoi parlamentari calmare le proteste di coloro che si lamentavano per la mancanza di informazione Papandreu per questo ha convocato il Consiglio politico del partito ma problemi ci sono anche nel l'House il partito di estrema destra e di Argos Carrazza Series
Ha detto non possiamo rispondere con un sì o con un no senza avere rassicurazioni da parte delle istituzioni e sul fatto che il nuovo piano sia conforme alla Costituzione dichiarazioni che sono state interpretate come
Dovute agli ultimi sondaggi che vedono il suo partito perderebbe perdere consensi dopo la decisione di sostenere il governo di Lucas Papademos
E a proposito proprio di sondaggi una nuova rilevazione condotta dalla public dicevo per conto del quotidiano Cati Marini conferma a che né democrazia il primo partito Greco con il trentuno per cento delle preferenze
Il sondaggio conferma anche che il Pasok il Partito Socialista in caduta libera avrebbe che si votasse oggi l'otto per cento dei voti
Il secondo partito sarebbe il con il diciotto per cento Sinistra democratica nuova formazione formata da Fortis curve Lissa
Subito dietro il Partito comunista con il dodici virgola cinque per cento delle preferenze poi un altro partito di sinistra si Rizza con il dodici per cento poiché l'house con il cinque per cento i Verdi ecologisti con i tre e mezzo per cento per la seconda volta in un sondaggio d'opinione il gruppo di estrema destra denominato Alba d'Oro raggiunge il tre per cento delle preferenze una quota che in voti reali consentirebbe a questa formazione di entrare in Parlamento interessante il fatto che in caso di elezioni al momento le astensioni arriverebbero al trenta per cento la stragrande maggioranza degli intervistati novantuno per cento quindi praticamente la totalità quasi
Si dice insoddisfatto dell'operato del Governo Papademos per quanto riguarda la popolarità dei leader politici primo nelle preferenze viene leader di Sinistra democratica con il cinquantasei per cento ultimo con il nove per cento di orgoglio sa
Papandreu insomma i socialisti sono assolutamente in caduta libera lo quelle grande successo le ultime elezioni ma dopo il tracollo finanziario
La disfatta del Governo le dimissioni ormai il Pasok sta finendo veramente
A livelli
A livelli minimi nella politica greca il settantuno per cento degli intervistati ha detto di non fidarsi del preme Papademos per l'amministrazione dell'economia del Paese contro il ventisette per cento che rete se detto in suo favore per quanto riguarda le elezioni il cinquantotto per cento si dice convinto che si dovrebbe andare lezione anticipate contro il trentotto per cento che invece si dichiara contrario
Questa dunque la situazione a questo momento vedremo se prima della fine della trasmissione saremmo in grado di darmi i l'esito di della riunione da cui dovrebbe uscire il via libera alla piano di aiuti da parte dei tre partiti che sostengono il Governo Papademos sa
Con il quale poi appunto il premio dovrebbe presentarsi in Parlamento per ottenere il sì definitivo come dicevamo entro la giornata di domenica
E parliamo adesso di stabilizzazione pacificazione nei Balcani o per meglio dire nell'area ex jugoslava la scorsa settimana si è svolta un'importante vertice trilaterale Hayao Rina in agosto che ha con la presenza dei tre Presidenti di Bosnia Croazia e Serbia abbiamo già parlato la scorsa settimana ma vediamo come è andata quali saranno gli sviluppi futuri Marina si corra
Una degli eventi più importanti di raccolta tequila nella regione balcanica ettari tardi sicuro
è stato di sicuro la riunione informale qui laterale agli accordi né all'evento che avevamo già annunciato Di Carlo l'abbiamo già parlato nella nostra trasmissione di giovedì scorso una riunione canta dubbie importante che riunirà
A compiere progressi per quanto riguarda diverse questioni aperte ca Bosnia Erzegovina Crockett Serbia e di cui i rispettivi presidenti hanno deciso di discutere regolarmente incontrare tutti due volte all'anno
Un tema altrettanto toccato ma attento concludo è fatta
La recentissima dichiarazione delle leader liberaldemocratico serbo
Chiedo venia vanno invece in cui accusato all'entità maggioranza serba cioè la repubblica cremasca via etere nata al sud genocidio provocando così reazioni
Molto negative da parte delle linee serbo bosniaco minore dopodiché il Presidente della ferrovia Porrettana peggio
Dopo l'incontro a Iacolino a tal proposito ha dichiarato brevemente di non condividere questa posizione così come illustrata da cedo a lui io vanno visti i Presidenti della proattivo io Filippo Ricci nei meandri della previdenza
Della Bosnia Erzegovina cerco Consip banchi riprendendo vicine becera demandati
Scrive lei bisognava di Sarajevo questo discorso e ritenuto appunto con una breve dichiarazione degli ettari quella che nega ogni imputazione che la Repubblica Katia nata sul genocidio
Per il resto perché secondo noi veniamo pagati
La seconda riunione bilaterali visite della Croazia e Serbia Bosnia Erzegovina India Corinna
Successiva quella di Belluno della scorsa estate non apportato parti significativi relativi alla soluzione dei problemi intercetta tali
Alla questioni irrisolta dei confini quella riguardo delle relazioni patrimoniali giuridiche parlando di un progresso relativo alla soluzione dei contenziosi con finalità Croazia e Bosnia Erzegovina
Io piccoli ci ha detto che
Risultati spettacolari non ci sono ancora
Ma chi è aperta anche la possibilità che questi contenziosi terminino qual è l'arbitrato come lo è Riccardo del contenzioso con finale
Tra Croazia e Slovenia
L'attuale nella pare abbia Piero appoggiano l'atto appostamento sul tavolo dal preventivo di improprie sull'accordo relativo al proprio talento dei crimini di guerra
Il quattordici sicuro nuovamente l'impatto insignificanti iniquo anzi
Nessuno di quelli che hanno condotto crimini di guerra non può rimanere impunito ha detto il presidente croato sottolineando
Che di importanza assoluta evitare la politicizzazione dei crimini di guerra vale a dire il loro processamento
A ineriva non in cui si è tenuta in condizioni metereologiche estremamente difficili a causa di un'altitudine di Venezia
Gravemente ostacolate il rientro dipendenti croate serbo nei loro rispettivi Paesi gli uffici pubblici ha precisato
Che la sua proposta infatti è un'intenzione di firmare un accordo bilaterale approvati Serbia sul processamento di crimini di guerra
Ha piegato in oggetto di luglio il Presidente tali concordano sulla necessità di raggiungere l'accordo che acconsentirebbe di processare i criminali di guerra secondo i Paesi della loro previdenza
E mentre è presente il tempo accolto l'iniziativa di Asti province
Una
Similari porta e mancata da parte della l'evidenza della Bosnia Erzegovina
I tre rappresentanti del Paese che ha ospitato la rivale trilaterale non si sono affacciati a questo accordo bilaterale tra Serbia e Croazia
Poiché non vi è una posizione unica sulla questione vale a dire che
Tra integrare rappresentanti della Bosnia Erzegovina non li è ancora nessun compenso
L'attuale Presidente della Presidente tripartite il curatore del coccodrillo
Ha detto che gli imputati dovrebbero subire il pacchetto nel Paese in cui hanno commesso dei crimini però e intorno delle modalità per conto le quali la Procura della Bosnia Erzegovina potrebbe cedere alcuni campi
Agli altri Stati che vanta che si possa arrivare ad un ritmo processo più spacci ed efficace addetto corpus secondo il presidente croato gli Stati della regione dovrebbero rafforzare la lotta comune contro la criminalità organizzata poiché come e ha detto si tratta di un problema comuni giusti province
A richieda tra i giornalisti che questa Regione e appesantita da una seria infrastruttura criminale
Dalla prima riunione bilaterale abbrivo UNMIK la Croazia ha cambiato governo e vietati gli afferendo chiarita e che ha detto i sì definitivo del popolo croato all'ingresso del loro Paese nell'Unione Europea Ivo io auspico che ci ha rilevato a tal proposito che la Croazia
Retta pronta ad appoggiare i suoi vicini sulla via
Verso Unione Boris stabili da parte sua ha parlato di passi avanti
Compiuti nella Regione dopo la riunione a Belluno i sottolineando come vicende importanti l'arresto nei due punti privi dell'Aja raccomandi c'è ancora atti
A appoggiato anche la soluzione del problema delle persone disperse dicendo che verranno esaminati tra l'altro i crimini nei campi di concentramento in Serbia componenti dopo la caduta di Vukovar
Il Capo dello Stato serbo
Scrive il corrispondente del quotidiano croato vietano i contorni ha parlato anche della necessità di collaborazione economica nella regione
L'impianto particolarmente di portare a termine corridoi stradali paneuropea e la costruzione del tratto ferroviario sul corridoio dieci
Fanno discutere le dure dichiarazioni del leader liberaldemocratico osservo c'è dormire io vanno vince contro la Repubblica sette in particolare contro il leader della Repubblica serba scala Milorad Dodic mila la Repubblica Srpska una delle due entità che co pongo la Bosnia Erzegovina Milorad odi che il quale una volta di più è tornato esprimere tutto il suo pessimismo sul futuro della Bosnia come è stato unitario di questo anche della attuale l'azione politica in Bosnia ha parlato con il quotidiano di Sarajevo di armi avanza il relatore per la Serbia il Parlamento europeo io ecco Cazzin ancora Marina sicura
L'ultima vicenda di un durissimo scontro appunto tra i leader liberaldemocratico serbo Centomiglia urbana vince il Presidente della Repubblica quel capitolato dopodiché c'è stato il tema di un'intervista del quotidiano di Sarajevo di inviava
Conigli al coperto quindi europarlamentare il relatore per la Serbia
Secondo perché in la sentenza del Tribunale dell'Aja stabilito che a Srebrenica nel mille novecentonovantacinque pertanto commetta un genocidio e qui non c'è più nulla da aggiungere
E patto lotti commenta riprende atto ha detto l'europarlamentare il Governo cartine non ha voluto però come l'Italia profondamente
Le dichiarazioni di ceto medio vane ricerche la Repubblica perché è nata su
Sul genocidio come nemmeno tutte le pensioni che queste dichiarazioni hanno suscitato
E in parte comunque che i leader della Repubblica turca nega ed è spinge duramente questi in quotazione
Si aggiunge un'altra scintilla che non è per niente nuova secondo dodici la Bosnia Erzegovina prima o poi sì Blitzkrieg era
Quanto agli alcun capire la Bosnia Erzegovina a una chiara prospettiva europea
E la Repubblica cerca a una prospettiva europea all'interno della Bosnia Erzegovina dall'altra parte l'affaire via nelle prossime parli di avvicinamento all'Unione europea
Si troverà dilemmi molto chiari né vera richiesto di appoggiare tutti i vicini sul loro cammino verso l'Unione europea spiega cattivi e aggiunge che bisogna creare in futuro e non sognare il passato
Secondo le sue parole in questo momento non ci sono veri argomenti per un'aggregazione che la Bosnia Erzegovina i progetti europei sono integrativi integrativi sottolinea
L'europarlamentare sono pacchetti di allargamento mentre quello che si è potuto sentire nel duello tra dodici innovano c'è qualcosa
Che manda messaggi di di milioni frammentazioni isolamento odio mancante di fiducia e di collaborazione internazionale l'affaire via
Affermai Copertino non può ottenere lo stato di candidato se non vengono create le condizioni per una
I libera circolazione di persone merce per delitti capitale e idee
Le barricate e le divisioni non sono la via verso l'Unione europea
Il Parlamento di un'entità non è altrettanto una via verso l'Unione europea
Sono una ottima ricetta per gli indici hanno invitino secco lo conclude cattivi équipe esprime positivamente nei confronti del candidato a premier
Della Bosnia Erzegovina vale a dire
Presidente del Consiglio dei Ministri gli è costato demanda al secondo l'europarlamentare può o meno con le tue dichiarazioni e posizioni bevanda dimostrato che in Bosnia Erzegovina ci sono rappresentanti dello Stato
Consapevoli di responsabilità politica i
Fa
Spiegare che tra breve vera nominato il Consiglio dei Ministri cioè il nuovo Governo nella Bosnia Erzegovina
Dalla Bosnia all'altro appunto caldo per quanto riguarda i Balcani occidentali l'Area ex jugoslava vale a dire il Kosovo questo mese di febbraio si prospetta molto importante per le foto le relazioni tra la Serbia e il Kosovo bisognerà vedere però se le leadership dei due Paesi decideranno di seguire la è il percorso indicato
Dalla comunità internazionale della Unione europea in particolare o seppure sceglieranno di ascoltare di seguire le esigenze della loro politica interna un po'semplificando possiamo dire che la prima strada porterebbe a considero consolidare in definitivamente l'indipendenza delle cose dopo
In qualche modo ripaga Ando belga Belgrado con lo sblocco del suo processo di integrazione europea se invece prevarranno le spinte nazionaliste il dialogo sarà di nuovo compromesso e tutto lascia pensare che sia la Serbia che il Kosovo ed hanno bloccato a tempo indeterminato il processo di integrazione europea
La scelta e naturalmente decisiva per la leadership figlio europeista attualmente al Governo in Serbia
Le scelte che le autorità di Belgrado decideranno di prendere in questi giorni peseranno in modo determinante sull'esito delle elezioni politiche ormai alle porte per questo vile Presidente serbo può restare dice e ha deciso di promuovere un piano in quattro punti con l'obiettivo di sbloccare i negoziati con Pristina senza per questo però deludere e i cittadini e spostare dunque l'elettorato verso i partiti nazionalisti dopo la bocciatura alla Consiglio europeo di dicembre il Partito Democratico dita dice punte infatti
A ottenere il via libera dei ventisette la candidatura della Serbia l'adesione all'Unione europea durante il prossimo Consiglio è Pejo previsto a marzo ultimo appuntamento utile prima delle delle elezioni che sono previste per l'inizio di maggio
In cambio però a Bruxelles e pone a Belgrado delle condizioni molto molto difficili condizioni che vanno rispettate nell'ambito del dialogo con a Pristina la soluzione della crisi del nord del Kosovo prima di tutto nord del Kosovo dove la popolazione serba sostenuta
Dalle dai gruppi più nazionalisti non è disposta a riconoscere l'autorità di Pristina per piegarsi alle come dire aspirazioni europee di Belgrado e sul nord del Kosovo pesa anche il referendum ma che serbi del Kosovo intendono temere il quattordici e quindici febbraio prossimi andando contro però il giudizio negativo espresso dalle autorità di Belgrado
Per cercare di risolvere la questione il piano elaborato dal presidente serbo Tati ci propone una soluzione speciale per il nord del Kosovo tralasciando di affrontare direttamente la questione dello status del Kosovo i tre punti e stanti del Piano Ditadi ci mirano a ottenere garanzie speciali per i monasteri serbi ortodossi in Kosovo per le enclave serbe a sud del fiume IBAR e la restituzione delle proprietà sottratte ai serbi del Kosovo con dopo dopo la lilla l'indipendenza dichiarata dagli albanesi per tali dice questa potrebbe rappresentare un'adeguata contropartita per rispettare le tre condizioni poste dall'Unione europea
Il rientro della crisi al nord come dicevamo ma anche l'applicazione degli accordi raggiunti dallo dal marzo dell'anno scorso a oggi con i gli albanesi del Kosovo e il raggiungimento di un'intesa perché e le autorità di Pristina possono partecipare
Alle organizzazioni internazionali senza che Belgrado continui a boicottare la loro presenza quando le autorità di Pristina decidono di presentarsi come rappresentati di uno Stato sovrano
Per le ambizioni europee della Serbia e poi di cruciale importanza riuscire a rimandare il referendum ma che i serbi del nord intendono tenere come dicevamo nei prossimi giorni un referendum ma inutile e dannoso come lo ha definito il ministro
Serbo per il Kosovo Goran Bogdanovich questa iniziativa dei serbi del Kosovo ridurrebbe lo spazio di manovra che con la comunità internazionale del Governo
E della leadership statale a detto il rappresentate del Governo serbo in Parlamento se questi sono i problemi di Belgrado non è che però a Pristina
Dormono sonni tranquilli anche il Governo kosovaro del premier Hashim Thaci infatti ha dovuto di recente fare i conti con le frange più estreme dell'aziendalismo albanese incarnato del Movimento per l'Indonesia che significa autodeterminazione il movimento guidato dal rincorse picche dopo le ultime elezioni è in pratica la terza forza politica presente nel Parlamento di Pristina ed è ATO protagonista di dure proteste contro un ulteriore distensione con a Belgrado ma in questo caso l'orientamento internazionale a giocato a favore della Premier kosovaro votarci dopo che i venticinque Paesi che vigila amo sull'indipendenza del Kosovo riuniti dell'International steering group hanno dato un parere favorevole a sospendere la il protettorato internazionale entro quest'anno e questo senso se espresso anche il Parlamento di Pristina il trentuno gennaio con una risoluzione che è stata approvata anche dal dall'opposizione moderata contrari invece voto scontato il no dei deputati appunto divertendosi
In questo quadro potrebbe tenersi prestissimo forse già nei prossimi giorni il nuovo round negoziale tra Belgrado e Pristina a a Bruxelles in in tale quadro è di particolare rilevanza la riunione che si è tenuta ieri al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite proprio sul Kosovo la cui situazione instabile ha un impatto sui negoziati tra costo che Serbia e su quelli per la prospettiva europea dell'intera regione come si legge nelle anticipazioni circolate sulla rapporto che è stato presenta il Segretario Generale dell'ONU Ban Ki Moon la riunione mentre dite così sicurezza mentre stiamo registrando e ancora in corso e dunque non
Non non sappiamo dirvi quale saranno lei conclusioni per questo qua di rimandiamo alla prossima puntata di passaggio sud-est
La Bosnia il Kosovo dunque come dicevamo e come ripetiamo sempre sono restano purtroppo i due punti più delicati per quanto riguarda l'Area ex jugoslava dei l'area dei Balcani occidentali ma c'è una terza c'è una terza zona che va sempre tenuta sotto controllo è
La Macedonia nei giorni scorsi si sono segnalate se senatori acutizzarsi delle tensioni tra i macedoni slavi diciamo così per comodità e gli albanesi ce ne parla
Arthur mura
Ci dobbiamo informare che noi tensione si sono verificati in Macedonia nel ex Repubblica jugoslava della Macedonia tra i macedoni e albanesi
Quali tutti della Regione musulmana in effetti il quattordici gennaio il Paese aperte dato il Cannavale nelle ripete il rinvio di una festa organizzata abbracciarmi
Chi curano uomini e donne travestiti condurrà e impegnativo finché alti sessuali a prendersi gioco nel rigore della fede l'Africa
Quelle vite sono pubblicati sul piano buchi in poche ore hanno fatto il giro del Paese successivamente la bandiera macedone estate incendiata Artù gola una città eticamente in vista del sud Ovest Macedonia
Dobbiamo dire che questa battaglia ideologica spostata al fine della o del tribunale
Perché gli albanesi hanno accusato impropri
Conterranei ritiriamo copia e lampade piani portavoce della comunità religiose
Dinamica in Macedonia ha dichiarato che più un che metta in pericolo l'armonia religiosa responsabile davanti alla giustizia la Macedonia
Il Canada il di Capeccia lì è una festa in parte finanziate dal Ministero della cultura una delle più famose l'IPAB cani divenuta negli anni recenti anche fonte di grande attrazione turistica
Tale per taluni selettivi di Pagan con cerimonie cristiane e i partecipanti durare una parata annullati dal praticare con sarcasmo che venti autonomia dipendente culturali
Ma come si fa a tutti i musulmani nel mondo non talmente non acconsente il classici e quest'anno i noti e non al secondo da comunità
L'amica del Paese che è stato ed adirato nell'offendere l'istanza durante questa orchestra nei giorni successivi si sono verificati apertura una città come abbiamo detto di popolazione vista delle persone ancora non identificate hanno bruciato una chiesa ortodossa
Però alcuni giorni intoppo fonti della polizia locale hanno confermato che durante un'altra nota altri personaggi non identificati hanno bocciato un'altra piccola chieda ortodossa intento la città mi maggioranza albanese
Comporta principalmente di albanesi
Però bisogna precisare che entrambi cavilli abitanti hanno accusato Chiocchetti azioni violente
Hanno scopi intenzionalmente per minacciare l'equilibrio fragile politico
Tra la popolazione macedone di maggioranza è quella albanese stanno davanti a me mentre la chieda stava bocciando da polizia macedone è venuta a firmare poco invece a intervenire
Avverto che immediatamente in bici cittadino di laburista immediato in cui è accaduto uno di questi esempi
Violenti come dovuto alle ragioni della classe politica sono state di invito alla calma relatore Milano intolleranza religiosa e questo l'hanno fatto in modo particolare i partiti albanesi della ex Repubblica negoziale della Macedonia
Però dall'altro canto nel Paese infatti i rapporti tra le due punto uno
Non sono mai state del tutto pacifico
Insomma ricordiamo nel due mila un uno la macedone appuntato ed una breve guerriglia armata tra le forze di sicurezza nazionale pene belli perché albanese
Poi concludersi con una sorta di accordo alla corruzione accordo di pace che concede maggiori diritti agli albanesi musulmani che oggi costituiscono un quarto
Di tutta la popolazione della Macedonia
Invece a che era il Ministero degli affari esteri ha condannato decisamente i recenti sviluppi Macedonia concretamente introducono in cui i due terzi delle persone sconosciute
Hanno bruciato una chiesa ortodossa accanto all'altro evento violento simile questo un atto del tutto negativo e altri e altri acché i fili non servono allo spirito di convivenza multiculturale e multi etnica
In Macedonia altri atti discriminatori ratifiche
Seminando odio etico religioso sono inaccettabili nella società dell'opinione pubblica Macedonia ha detto il portavoce del Ministero degli esteri a Tirana acustico
In questa dichiarazione ha in mente il Ministero degli Esteri Verbania ha cercato di fare capire che bisogna rispettare il patrimonio culturale di ciascuna delle comunità nel Paese praticando che fermo e promozione delle opere che contengono
Elementi di correndo sociali
Abbiamo parlato poco fa dell'importante vertice trilaterale che si è svolto la scorsa settimana Hayao Rina in Bosnia tra i Presidenti di Bosnia Croazia e Serbia parliamo adesso delle iniziative delle prospettive della politica estera croata proprio nell'ambito del processo di stabilizzazione di integrazione europea dei Balcani e iniziative prospettive che hanno caratterizzato fin dal momento della sua elezione l'operato delle presidente Prato io voglio simbolici che sembra stare molto a cuore anche alla nuovo Governo in zona Milano vice e al suo ministro degli esteri Lerna posi ce ce ne parla Marina sicura
Sì indicato e sulle prospettive della politica eccetera e regionale approvata
Scrive il noto esperto politico editorialista de il Giornale del quotidiano integrabili avviene double gliene do
In un arco di un articolo di questa settimana genero osservati Bruxelles e diventata la destinazione principale gay
Vi rappresentanti chiave della politica estera cromate quindi anche in primis viaggi della Ministro degli esteri per quanto UDC del premier Torrani Milano vi sono stati appunto quelli nel centro dell'Unione europea
Investe di rappresentanti osservatori del nuovo futura membro
Seduti al tavolo degli attuali ventisette dell'Unione europea d'ora in poi sarà così tutto dopo la firma del Trattato di adesione Delphi croato referendum europeo
Restano ora le ratifiche delle trattato nei singoli Paesi nazionali vale a dire miglioro Parlamenti
Settimana scorsa a a rompere il ghiaccio meglio ad avviare questo progetto che dovrebbe a consentire l'ingresso della Croazia il primo luglio due mila tredici evitata la Slovacchia
Con il voto unanime in Parlamento slovacco intatto colpiti primo dei ventisette a ratificare il trattato di adesione della Croazia all'Unione europea
La prossima all'integrazione dopo Bruxelles per i rappresentanti croati nell'ottica della strategia della politica estera croata e senz'altro la regione balcanica
Come osserva gemellati tratta di una specie di dichiarazione delle priorità internazionali della Croazia
La Ministro degli esteri e il premier hanno decido comunemente di partire da essa UTC per Belgrado il premier invece si recherà da poco a Sarajevo
Il Presidente della Repubblica in contemporanea con l'inizio della nuova per per via delle politiche estere approvata ha deciso di lanciare in Bosnia Erzegovina
Nell'ambito prima dell'iniziativa Igman e poi nei forum che compongono il Presidente della Serbia Croazia
E membri della Presidente della Bosnia Erzegovina l'iniziativa di una comune esecuzione dei criminali di guerra
Il punteggio in Provincia ha scelto in modo abile l'iniziativa
Per la riunione trilaterale che sì la questione del processamento dei crimini di guerra complica anche le relazioni bilaterali tra Croazia
E per via e che la Serbia euro niente coordinati legalità politico rotto
Che era tutto lineare che l'iniziativa del Presidente io in Provincia che ha avuto proseguimento come illustrato prima
Alle riunioni trilaterale previdenziale gli ancora in atto
A come obiettivo proprio il superamento delle tensioni internazionali che nascono indicati come ad esempio quello della dovrò voi capisca che ha visto due illustri cittadini della Bosnia Erzegovina
Un professore universitario e l'altro ex membro della previdenza
E generale in pensione venire allettati rispettivamente a Londra e a Vienna in bande ad un mandato di cattura da parte di quel grado Petre poi
Contattato dalle Corti di questi due Paesi come anche dalla Procura della Bosnia Erzegovina
Non ci sono prove tutti Centi piede sollevare il Progetto anche che da parte di Belgrado i due risultano accusati
Fini netta panche Carlo del difensore croato ti commi pur trattenuto incarcerato in Bosnia Erzegovina e infine rilasciato altrettanto a causa di un mandato di cattura da parte della Serbia
Quest'ultimo accanto grazie ad un impegno da parte dell'Amministrazione di Ustica serba e dei funzionari della procura speciale per i crimini di guerra dimenticando indicato è stato risolto positivamente e abbastanza veloce
Invece nel campo della dovrà voglia scarpiera gli oli politiche la pervie insiste sugli atti di acuta anche F
Sono stati rigettati da due corpi internazionali e prima ancora da parte del Tribunale ad hoc
Ieri i crimini di guerra dell'Italia
Secondo general per imprenditori per tipo missioni ossia con una sua iniziativa e Ferrari work lui non può finire in quanto Capo di Stato che in quanto professore universitario il diritto penale questo su cento
E dell'opinione l'aspetto politico croato sarebbe molto importante per la formazione della nuova politica regionale croata e farebbe una prova che la Croazia veramente cresciuta
Ad assumere la sua parte di responsabilità verso la comunità internazionale per il
Consolidamento nella regioni
Un'altra questione importante nelle relazioni bilaterali gli acrobati esteri abbia
E quella delle alle cinque o che acute davanti alla Corte internazionale di giustizia dove la Croazia sta conducendo un processo contro la Serbia cauta della didattica l'azione della risoluzione contro il genocidio
Anche qui è in atto una politica comune del nuovo Governo e del pare evidente
In questo senso impiega nell'articolato con il appunto facciamo riferimento all'articolo divieti il Presidente della Serbia e la Ministro della Giustizia perda National navali
Hanno capito chiaramente l'offerta della nuova Amministrazione coatta vale a dire che possibile raggiungere un accordo ed evitare la sentenza in tribunale nell'affaire via riconosce
La responsabilità per l'aggressione di Milosevic
Controllare la Croazia se viene garantita la puzza punizioni per i crimini di guerra corretti durante l'aggressione che viene stabilita una efficace collaborazione per pervenire il destino delle persone disperse
Ed infine pena Serbia realmente chiusa il patrimonio artistico e culturale
Saccheggiato durati durante l'aggressione in Croazia e portato via in Serbia quello che Belgrado finora offriva in cambio
Del rinuncia mentre da parte di indagati e alle dalla cute davanti alla Corte internazionale di giustizia ed è il ritiro della contro acuta davanti alla stessa Corte quest'acconto acuta serba va sottolineato e opera
Dell'ex Ministro della Giustizia di Milosevic imporre un variabili
Ed in piena sintonia con lo spirito dell'epoca del regime oltre un a nome dei cittadini croati niente di nazionalità serva
Di contendere implicitamente la sovranità il dello Stato serbo sull'allora parti occupate della Croazia
Per Boris Tadic e per la mia sommava amici chiaro che sul tavolo si trova ha detto una proposta negoziale dura
Ma al tempo stesso opportuna nella Serbia democratica
In questo senso la prima visita di detta purché ci a Belgrado
Anche fino a un campione di una riunione informare il multilaterale dei ministri degli esteri regionali avvenuta la settimana scorsa
Ha avuto principalmente un forte accento di incontri bilaterali a partire da quello con il Capo dello Stato serbo puri tali
Il Ministero degli esteri croata ribadito che la Croazia
Infatti il tutto possibile nei forum europei affinché sia accolta positivamente la candidatura
Della Serbia e l'adesione all'Unione europea una riconferma che la Croazia non condizionerà in nessun modo il cammino europeo
Dei vicini a causa delle questioni bilaterali aperti
L'alleanza croata senza dubbio vuole tenere sincera e aperta e chi pensa sottolineare queste relazioni non possono essere mette a repentaglio
Se ci sono questioni in cui i due Paesi pensano in modi diversi in particolare quando si tratta della delicatissima questione in Kosovo poiché Zagabria appartiene a quelli che hanno riconosciuto l'indipendenza di Cristina
Parliamo adesso di Albania della situazione politica interna in Albania una situazione piuttosto agitate complicata a cominciare dalla duro scontro istituzionale in atto tra Presidente della Repubblica e Parlamento attorno ora
Dobbiamo confermare che prolungati conflitti tra il Parlamento e il Presidente della Repubblica hanno costretto il Presidente
A rivolgersi alla Corte istituzione costituzionale scusa invitandola pronunciati chiaramente sulla metà la separazione dei poteri nelle due istituzione
Risulta che da parte del conflitto e la nomina dei membri della stessa Corte costituzionale otturazione su questo era stato tenuto sospeso per molti in merito purché la maggioranza si rifiuta di approvare le nomine del Presidente della Repubblica bambinetto
Secondo i media la questione sarà riesaminata il tredici di febbraio dalla Corte costituzionale
Nell'ottobre due mila undici la maggioranza con settantadue voti ha approvato una decisione con la quale ha rimandato indietro i decreti legge per il Presidente della Repubblica d'Albania panel topi ma sostituzione di tre membri della Corte costituzionale
Questa iniziativa in modo indiretto prolungato per al trentuno anni di mandato dico un terzo dei membri i quali dovevano essere sostituiti
Naturalmente la maggioranza accresciuto il conflitto istituzionale tra il Presidente della Repubblica e il Parlamento
Secondo il presidente del Parlamento non ha adottato alcuna misura per risolvere la questione della nomina mentre nuovi membri della Corte Corte costituzionale
Ne ho avuta portata andava avanti da quando il topi sia bloccata in una sentenza emessa dalla Corte costituzionale per l'interpretazione dell'articolo centoventicinque comma tre nella Costituzione
Secondo gli avvocati dell'apprendimento oltre a bloccare il processo la maggioranza ha rinnovato anche una volta la sentenza della Corte costituzionale
La revoca dei candidati proposti dal Presidente della Repubblica è stato approvato dal Parlamento senza che fossero presi nemmeno in considerazione
I nomi sono stati inviati in Parlamento all'infinito i tre settembre
Due mila dieci per essere soggetti alla revisione presso la commissione permanente in successiva portato in Parlamento ma i democratici impedire un rallentamento di questo processo
La maggioranza ha messo in moto la Corte costituzionale per l'interpretazione degli articoli entrata al sostituzione dei membri della Corte costituzionale della Cassazione
L'anelito di questa tale richiesta alla sospese le procedure per la sostituzione dai membri della Corte costituzionale del Parlamento
Al termine di questo processo in tribunale ha espresso il parere che è spenta al Parlamento albanese e trovare il meccanismo andato e metterlo in attuazione per rispettare l'articolo centoventicinque comma tre
Anche se questa sentenza che è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale l'articolo non trova attuazione del Parlamento che ha lasciato così in stagnazione la sostituzione dei membri
Comunque tenere della Corte costituzionale comunque come abbiamo detto fin dall'inizio porre questioni o sarà riesaminata il sedici febbraio dalla Corte costituzionale una volta ancora
Restiamo ancora in Albania ma ci spostiamo dallo scontro istituzionale tra Presidente della Repubblica il Parlamento alla polemica politica tra maggioranza e opposizione tra Governo e opposizione per meglio dire sulla politica economica
Ma soprattutto sul il regime fiscale attualmente in vigore nel Paese ancora attorno ora
L'organo dall'IVA approvato il programma economico fiscale per il periodo due mila dodici due mila quattordici gli obiettivi di questo programma auspicato il premier
Prandelli Sasso incremento delle entrate e la riduzione della disoccupazione l'aumento dei salari e delle pensioni anche
Che non prevede un incremento delle no
In premessa liberista durante la riunione del suo Governo quale viene trasmessa indiretta a diversi per le elezioni in Albania attaccato di nuovo l'idea avanzata dell'opposizione socialista su una riunione del sistema delle tariffe
Proponendo invece dell'attuale imposta fissa del dieci per cento una tassazione progressiva
Il premier albanese accusato il leader socialista Agrama ventilando questa particolare iniziativa come difensore dell'idea marxista
E tendono a colpire toccare l'imprenditoria albanese
Però come come succede al solito immediata è stata anche la replica deve andare Tica del leader dell'opposizione grama su suo profilo intuita
Io non invitando il premier scrive
Sulla carta ma il TAR abbiamo preso vendendo degli Stati Uniti e di altri Paesi dell'Unione europea D'Amato spiegato che a suo parere non è giusto che impiegati e imprenditori
Io non sono gli editori Laterza tassazione però secondo noi serve un sistema tappe più elastica
E suo programma governativo in caldo
Se sarà votato due mila tredici talora dei certo implementato in questo modo
Da quel momento finora risulta che il premio Sali Berisha attacca il leader dell'opposizione su questa iniziativa in altre riunioni del governo qualifica come abbiamo detto invierete alle TV private
E la replica di e di Hamas arriva immediatamente da qui che questo è il dialogo tra il premio di Berisha e richiede l'opposizione il dialogo
Il dibattito politico leader dell'opposizione e diranno che conta sempre il suo profilo supplica
In più dobbiamo informale che e me Sali Berisha proposto molto di recente di poter concedere la cittadinanza latianese rachide agli stranieri inverte centomila euro nel Paese
Secondo Berisha il provvedimento potrebbe attirare maggiori investimenti esteri in Albania in effetti dobbiamo informare immediata è stata la reazione del movimento nazionalista albanese l'alleanza rossonero
Quale un comunicato diffuso di ferrata dello stesso giorno dal movimento
Chi legge tale iniziativa rischia di trasformare la città di un'ampia albanesi una questione economica per chiunque abbia problemi nel suo Paese e lasciar spazio agli elementi criminali
Secondo questo movimento dà priorità tra chi vuole la cittadinanza albanese nell'F del suo origine e no un temporale investimento duecento mila euro e che il passaporto ARPA niente questo
Questo movimento non potrà messo intenta
Su questo documento ancora non c'è una presa di posizione ufficiale da parte dell'opposizione dall'altro canto un altro elemento di pacati e politica sono diventati anche i siti storici del Paese che in effetti
Sono verificate delle proteste in Albania per la proposta suggerita dal direttore dell'Istituto
Dei monumenti a comparse
Di affittare novantanove siti storici del Paese a società private che potranno liberamente trasformare vecchi cartellini ospedaliera Pallaro antichi imbarco ristoranti invertendo sul loro restauro
Ingressi interviste per i media comparati il direttore dell'istituto ha difeso da sua iniziativa perché da secondo lui pratica in tutto l'immobile capita in tutto il mondo e in questo campo sostenuta anche dal Primo Ministro
è stata netta di Berisha in diverse riunioni pubblici del suo Governo
Neanche dire che storiche degli archeologi ci stanno opponendo senza sosta a questa iniziativa secondo non si tratta di un'insidia che rivede che denuncia il codazzo delle istituzioni pubbliche di questo Paese
Loro hanno menzionato il fatto che in passato l'istituto del mondo neanche affittato due cartelli antica società private come risultati tutt'altri insoddisfacenti
Aggiungendo che se l'Autorità non sono stati in grado di vigilare
Su due momenti
Come potranno controllare novantanove
L'ultima parte di questa puntata di passaggio su destra la dedichiamo alla questione curda perché la scorsa settimana il due febbraio a Roma la sala stampa della Camera dei deputati è stato presentato un appello promosso da vari associazioni organizzazioni un appello che chiede all'Italia di adoperarsi perché si avvii un negoziato con tutte le parti in conflitto per e che si trovi una soluzione politica e pacifica alla questione curda sentiamo il presidente dell'associazione Europa levante l'avvocato Arturo Salerno
L'appello che è stato firmato e che ha come primo firmatario tua di mano perché abbia davvero e si sta do promotore sia di questo tipo di
Di iniziativa di oggi ma anche ci ha già dato una grossissima ma non nel raccogliere
Le adesioni che poi vedete in calce all'appello sono e io spero soltanto le prime ad adesioni gioca su alcuni principi molto semplici da un lato noi abbiamo una situazione in cui significativi i diritti civili e politici di una
Realtà molto ampia che quella del popolo curdo
Hanno costantemente diciamo non riescono costantemente ad ad essa a realizzarsi e quindi di fronte ad essi si dà si hanno delle compressioni non accettabili
Diciamo che e si dice nell'appello che una situazione così ampia e duratura di compressione di diritti non facilita
La convivenza pacifica all'interno di un'area e stiamo parlando di un'area cruciale
Diciamo ancora che l'Europa e interessi
Che alle sue frontiere o addirittura al suo interno perché questo processo di allargamento alla Turchia non va avanti ma neanche si è fermato
Ha interesse
A che sia si arrivi a una soluzione pacifica della questione curda perché la soluzione
La questione curda preme alle frontiere dell'Europa il nostro appello è un appello
Credo lo leggiamo una per un appello europeista l'appello per l'Europa dove appello perché l'Europa a terra dei diritti
Vigili perché i diritti siano rispettati al suo interno e nelle aree circostanti e lavori rispetto a questo è un appello
A favore dell'allargamento e l'Unione europea non è un appello di chiusura alla Turchia è un appello che diceva che siamo per l'allargamento noi siamo perché l'allargamento avvenga con la realizzazione
Comunque verificata da tutte le parti di quelli Standard innanzitutto
Di rispetto dei diritti
Della minoranza curda perché la questione del rispetto dei diritti della minoranza curda è la prima questione che riguarda oggi il livello della civiltà giuridica in Turchia che la questione la libertà di stampa che estesa vi è la questione di un'estensione di
Conquiste democratiche che una questione di spesa ma soprattutto tutti questi elementi proprio il punto critico e si concentrò relazione alla questione curda perché si tratta di venti di più di venti milioni di persone i cui diritti
Particolare di viticoltura e non vengono rispettate nel nostro
L'appello per l'allargamento
Per l'allargamento e per il rispetto dei diritti
Il nostro appello è un appello alla soluzione politica che non può prescindere da nessuna delle parti oggi presenti su quello scenario
Lo scenario della questione del sud-est dell'Anatolia diciamo è uno scenario che
Che e incorniciato all'interno delle questioni che descriveva Alessio
Cioè la gravissima situazione dei curdi in Iran dove le condanne a morte di giovani patrioti i giovani patrioti ragazzi e ragazze curde si susseguono conti quotidiana settimanalmente abbiamo notizia di nuove esecuzioni che vive lo scenario drammatico della Siria che conosciamo che vive gli avanzamenti complessi
Dell'attuale situazione dell'Iraq per quanto riguarda la regione autonoma del Kurdistan ovvero il Kurdistan meridionale con l'Iraq settentrionale quindi lo scenario di questo tipo ma è uno scenario anche compreso perché noi all'interno i turchi abbiamo un gruppo parlamentare curdo abbiamo un Governo curdo che ha una dinamica che noi turco che noi abbiamo una dinamica sicuramente complessa con riguardo al rapporto che a quel regime militare
Abbiamo l'esistenza della guerriglia in montagna che una delle parti
E che rispetto alle quali non si può prescindere l'appello
E molto aperto nei confronti del del della dello sviluppo democratico della Turchia e ha fiducia nell'evoluzione della Turchia ma non può chiudere gli occhi di fronte a nessuna delle parti oggi presenti all'interno di quello scenario
Che è uno scenario che deve tenere conto di tutta questa serie gli elementi che cosa diciamo
Io non credo che sia una brutta notizia
Che a seguito del dell'attivismo del dell'Assessore del del ministro tenersi
Dell'ambasciatore Scarante si arrivi alla costruzione di un incontro tra il nostro attuale Presidente del Consiglio il
Presidente Consiglio eletto della Turchia Air One
Noi diciamo questo appello chiediamo attraverso gli organi di stampa si è diffuso raccolga nuove adesioni lo inviamo subito il ministro al Presidente del Consiglio a monte è al
Ministro degli esteri terzi perché questo sia uno degli argomenti su questo argomento non si può girare la testa parlando con la Turchia da amici della Turchia
Amici della quello dello stato del del popolo turco se si vogliono sviluppare relazioni se se li vogliono sviluppare all'interno di questa prospettiva non si può ignorare questa questione questa la questione che va affrontata
Che riguarda non soltanto il futuro della Turchia che riguarda non soltanto il futuro
Ed è delle del del popolo curdo delle
Nuove leve del del la situazione grave terribile degli arresti che si succedono uno
A un date successive ma riguarda uno scenario ci riguarda come europei
E quindi anche come italiani come parte integrante fondante fondamentale dell'Unione europea ci riguarda come scenario che sta alla nostra di intorno a noi per la costruzione di una pace duratura senza
Noi diciamo senza soluzione della questione curda
E la soluzione della questione curda
Non può avvenire la
Lasciando alcuno fuori
Da un tavolo di trattative di dialogo per la soluzione dei problemi effettivi senza questa era una premura scenari di pace confini dell'Europa questo il senso dell'appello volevo ringraziare
Intanto i primi firmatari voi vedete elencati qui dentro abbiamo firme autorevoli della della politica delle amministrazioni locali della cultura della dell'associazionismo anche del mondo cattolico
Utilizzeremo i prossimi giorni per accogliere altre adesioni e invieremo diciamo questo appello all'allora Presidente del Consiglio e alla al Ministro degli esteri
E speriamo davvero che si possa trovare una soluzione politica e pacifica la questione curda e che l'Italia forte anche dei suoi importanti stretti lega con la Turchia possa svolgeva un ruolo di primo piano in questo senso che la Turchia che aspira e agisce come importante attore sulla scena internazionale ai abbia la disponibilità ed è anche nel suo interessa ovviamente a trovare una soluzione e pacifica alla alla questione che tra l'altro riguarda
Una fetta importante della sua popolazione tout fate la registrazione integrale di quei della presentazione di questo appello che si è svolta lo scorso due febbraio a Roma su Radio radicale punto ITI siamo in chiusura di questa puntata di passaggio a sud-est
Ancora non ci sono comunicazioni ufficiali da Atene mentre stiamo ultimando appunto la registrazione di questa puntata le trattative si dilungano quindi non sa chiamo ancora dire che se è stato trovato un accordo su nuove misure di austerità per consentire al Paese di accedere a un nuovo programma di aiuti ed evitare così la bancarotta intanto il Presidente della delle Eurogruppo Jean-Claude Juncker
A convocato per oggi una riunione straordinaria del Ministro delle finanze dell'area dell'Euro dedicata proprio alla questione greca una segnale dunque che potrebbe anche riflettere che si sta arrivando a un accordo con Attene perché appunto senza questo passo i partner dell'area dell'euro non potrebbero procedere a incontri per nuovi sostegni alla Grecia vedremo naturalmente ne parleremo
La prossima puntata di passaggio sud-est per però ed invece ci fermiamo qui vi ringraziamo per l'ascolto di questa puntata che abbiamo realizzato come sempre
Con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corre a turno ora che potrete ritrovare su Radio radicale punto ittica nella Sezione delle rubriche appuntamento fra sette giorni un saluto da Roberto Spagnoli una buona giornata in compagnia di Radio Radicale