23FEB2012
rubriche

Passaggio a Sud Est - La realtà politica dell'Europa sud orientale

RUBRICA | di Roberto Spagnoli Radio - 06:20. Durata: 55 min 19 sec

Player
A cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Sommario della puntata.

Grecia: via libera al secondo piano di aiuti ma il Paese è di fatto commissariato dalla "troika" internazionale; non è detto che la Grecia ce la faccia, ma intanto Italia, Spagna e Portogallo guadagnano tempo per mettersi al sicuro; la crisi greca ha messo a nudo quella dell'Unione Europea: intervista a Dimitri Deliolanes, corrispondente della radio-tv greca e autore di "Come la Grecia".

Kosovo: Pristina celebra l'indipendenza mentre riparte il difficile dialogo da cui dipende il futuro
europeo della Serbia; Mosca invita Belgrado a non dimenticare i vecchi amici e Gazprom stringe accordi con Serbiagaz per South Stream; il vicesegretario di stato Usa si reca in visita in Croazia, Serbia e Kosovo.

Cooperazione regionale; vertice informale tra Repubblica Ceca, Slovacchia, Serbia e Croazia; Albania e Montenegro, con il sostegno Ue, stringono le relazioni bilaterali.

Albania: l'immigrazione in Italia, i cambiamenti demografici, il passato comunista usato sia a destra sia a sinistra come arma politica contro gli avversari.

leggi tutto

riduci

06:20

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Via libera al secondo piano di aiuti Perrella Grecia ma i Paesi donatori diciamo così non si fidano e il paese di fatto commissariato i funzionari della troika saranno infatti stabilmente ad Atene come chiesto dalla Germania dall'Olanda per controllare che i greci versino tutte le lacrime diamo tutto il sangue necessario a ripagare i centotrenta miliardi messi a disposizione per salvarli dal fallimento c'è anche chi pensa però che in realtà il se a vantaggio non sia per la Grecia ma per Italia Spagna e Portogallo e che a Roma Madrid e Lisbona invece di limitarsi a congratularsi con Atene dovrebbero esprimerle la loro eterna gratitudine buongiorno dalla radicare un saluto da Roberto Spagnoli ben trovate l'appuntamento con passaggio a sud-est puntato del ventitré febbraio due mila e dodici nella quale in apertura torneremo continueremo a occuparci naturalmente di Grecia dopo appunto la l'approvazione del nuovo piano di salvataggio diciamo così ascolteremo nuovi commenti faremo nuovamente il punto della la situazione in attesa di vedere poi quali saranno gli sviluppi futuri se si andrà realmente alle elezioni che dovrebbero tenersi elezioni anticipate ad aprire questo dunque l'argomento principale con cui apriamo questa puntata la quale però ci occuperemo anche di Kosovo che nei giorni scorsi la scorsa settimana ha celebrato il quarto amico Dario della dell'indipendenza Kosovo che ha ripreso il sembra aver ripreso il dialogo con con la Serbia state infatti l'altro vi era un nuovo incontro a Bruxelles e tra le delegazioni di Belgrado e di preso Tina parleremo poi di Balcani del di come gli Stati Uniti stanno guardando ai Balcani è stata una visita del se il vice Segretario di Stato americano Belgrado a Zagabria e a Pristina Palermo dunque di Serbia
Del dell'attenzione sempre che dalla Russia viene a Belgrado Belgrado che in attesa delle decisioni del Consiglio europeo sulla concessione o meno dello status di Paese candidato all'adesione all'Unione europea parleremo poi anche di cooperazione a Reggio banale nei Balcani nell'Europa centrale centrorientale c'è stato un vertice informale nei pressi di Praga allo scadere lo scorso sabato ma ci sono anche dell'Inter e Santi accordi tra Albania e Montenegro a provvedervi Albania avremo poi qui in chiusura una pagina proprio dedicata all'Albania l'Albania che ma per quanto dell'immigrazione albanesi in Italia ma anche dei cambiamenti demografici in Albania e anche della sempre pesante eredità della dittatura comunista che non non smette di far litigare
Le forze politiche ecco questi questo il sommario di questa puntata di passaggio sud-est che realizziamo come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corra e Arthur finora
Dunque iniziamo Conella grezza come come ormai sapete l'altro ieri all'alba dopo una maratona negoziale durata più di dodici ore i Paesi dell'area dell'Euro riuniti a Bruxelles hanno dato via libera al nuovo piano di aiuti per la Grecia per un valore di centotre in tal miliardi un accordo molto buono lo ha definito il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi che ha sottolineato come ora sia molto importante che le principali forze politiche greche riconoscano questo programma e sostengano gli impegni che sono stati presi dal primo ministro e dal Ministro delle Finanze in affetti l'accordo per assicurare
La sostenibilità del debito greco parte dal presupposto che la Grecia con soli di conti torni ad un avanzo primario nel due mila tredici e faccio le privatizzazioni applicando le riforme indicate dall'cosiddetta troika Banca Centrale Europea Fondo Monetario Internazionale Unione europea il Premier greco Lucas Papademos si è detto molto soddisfatto di questo accordo ha assicurato che le riforme saranno applicate anche dopo le elezioni ma la sua parola e vi lentamente da sola non basta visto che la Grecia dovrà accettare una sorta di protettorato imposto dalla troika che rafforzerà renderà permanente la sua presenza ad Atene per sorvegliare l'applicazione del programma come ha annunciato il commissario europeo Olli Rehn anche Presidente americano Barack Obama ha accolto con soddisfazione l'accordo trovato al vertice di Bruxelles ha telefonato al la cancelliera Merkel un bel risultato per Grecia ed euro zone per i mercati speriamo è stato il primo commento dal nostro Presidente del Consiglio Mario Monti l'accordo dicono tutti raggiunto dall'Eurogruppo garantisce la stessa la tenuta e la Grecia nell'euro e le dà il tempo di tornare su un percorso di crescita sostenibile come ha fatto notare anche il Presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker e mentre ieri ad Atene ci sono state di nuovo manifestazioni mentre il Parlamento è chiamato a discutere le misure di austerità necessari ad ottenere gli aiuti quindi al rispetto degli accordi con con le ho il gruppo c'è anche chi fa notare che il salvataggio non è per la Grecia ma per la Spagna per l'Italia per il Portogallo l'accordo dell'Area euro lascia la Grecia e con un debito elevato e con molte difficoltà nell'attuazione del piano che potrebbero farlo deragliare impedendo al per se di tornare a crescere dopo alcuni anni di devastante recessione che sta già causando tensioni sociale incertezza politica lo ha scritto il Wall Street Journal sottolineando che il salvataggio approvato appunto non è per la Grecia ma per Spagna Italia e Portogallo Madrid Roma e il suona non dovrebbero congratularsi con Atene per il nuovo salvataggio dovrebbero esprimerle la loro eterna gratitudine l'autorità che dovrà essere imposta e le elezioni prossime aumentano la possibilità di una rivolta in Grecia ed elezione di un Governo che voglia l'onta massi da Bruxelles il rischio di un'uscita della Grecia resta ma il salvataggio lo ritarda di settimane se non Nesi concedendo Spagna Italia Portogallo più tempo per rafforzarsi e assicurarsi di essere meno inclini alla contato questa la tesi del Wall Street Journal
Si è fatto tra l'altro un gran parlare in queste in questi mesi che da settimane delle analogie tra Italia e Grecia siamo non siamo come la Grecia faremo no alla fine della Grecia sonore bello che abbiamo sentito ripetere a casa nostra da politici e politologi in realtà la discussione sulle analogie le differenze più che a Roma e Attene riguardano proprio l'Europa
Riguardano il Progetto di un'Unione Europea questa l'attuale crisi economica e quello che sta avvenendo è avvenuto in Grecia ammesso infatti evidentemente definitivamente in luce i nodi politici del progetto di unione europea che sono rimasti irrisolti che sono stati lasciati irrisolti il caso di dire e che sono però arrivati al pettine in altre parole mentre la crisi economica in un modo o nell'altro verrà prima o poi superata con quali costi sociali è un altro discorso è troppo lo verificheremo sulla nostra pelle se non sarà affrontata con coraggio e determinazione la questione del progetto di unione politica l'Unione europea rischia di fallire definitivamente anche rovinosamente con conseguenze che sono difficilmente caro con labili per e per tutti noi questo è un po'il filo conduttore di un libro intitolato come la Grecia quando la crisi di una nazione diventa la crisi di un intero sistema è stato pubblicato alcuni mesi fa dalla Fandango Libri e l'autore e Dimitri degli olandese corrisponde l'Alitalia della radio televisione nazionale greca da trent'anni lo abbiamo intervistato nei giorni scorsi abbiamo già proposto il l'intervista integralmente che trovate anche su Radio radicale punto viti questa è una sintesi che vi riproponiamo
Con la crisi greca archetti sono visti sono emersi tutti
I deboli della costruzione europea
Da quelle culturali come il lo scambio di
Il televoto tipiche c'è da parecchio tempo oramai tra noi europee e del sud e i tedeschi
Tenuto due partitico e sì perché innovata problemi istituzionali fatto di aver creato l'euro Sergio aver pensato dicono attrarlo coordinano
Quali apposite strutture di
Di politica economica è fino anche una ricetta che si sta applicando da due anni fa alla la Grecia
Ciò che è una ricetta tedesca e ideologicamente tenda
Ben definita e ben orientate
Senso è un liberale e basta quindi tutte queste contraddizioni sono emersi
In maniera esclusiva proprio a causa del della crisi greca il bilancio e della crisi
Di un Paese che conta per tra poco più dell'uno virgola cinque per cento del del valore dell'euro si poteva forse intervenire prima insomma fosse Koons due anni fa sarebbe stata molto meno
Beh iter dandoci fu due anni fa è troppo sbagliato avrebbe dovuto esserci un intervento un intervento
Di tipo diverso ideologicamente un pochettino più o meno meno diciamo così caratterizzato
è sicuramente un un intervento
Che
Ecco diciamo che avrebbe potuto
Seguire una parzialità dell'intervento che ci fu da parte della Repubblica federale tedesca quando ci fu il crollo del l'assorbimento azione
L'annessione con vogliamo chiamarla nella Repubblica democratica tedesca o quello sarebbe stato un buon esempio
Di intervento europea da un punto debole io sono convinto che tutta l'Europa che che a rischio stanno emergendo egoismi nazionali stanno emergendo le grandi potenze come agli inizi del secolo scorso
In Kosovo vuoto istituzionale europeo e la Germania che
Che detta il ritmo della canzone per cui
è esce continua così se non c'è una reazione che potrebbe venire eventualmente dalle elezioni francesi
Di aprile ed è probabile che Ceschetti giochiamo
Possano
Costruzione prego rosa certa rischioso negli ultimi cinquantacinque anni certo venendo invece all'appunto a questo questo rapporto somme Italia Grecia anche ovviamente all'alle come dire alle corrispondenza che ci sono state insomma nell'evoluzione della crisi questi ultimi mesi tu hai scritto il libro quando in Grecia c'era Papandreu
In Italia c'era Berlusconi
E adesso sono cambiate in questi mesi alcune cose non sono mandano i cioè il governo tecnico di Monti molto tecnico né Monti
In in Grecia il Governo Papademos che insomma a un tecnico al vertice massima forse fra i più non lo so più più partitico diciamo come Governo sicuramente un Governo
Che si basava sulla partecipazione sul sostegno parlamentare del due
Maggiori partiti in Parlamento che è il la Nuova democrazia centrodestra il passo sono socialisti per cui
è un Governo con un
Affronto Matteini comma sostengo verrò politico e non solo c'è anche il
Il la minaccia elezioni alla prossima crisi anche in Grecia che è una è la conseguenza dello scambio che c'è stato
Invito dell'approvazione del secondo pacchetto di diminuire
In Grecia per cui lo faremo sarà affatto questo scambio con i leader
Del centrodestra doni Samaras per cui
Sostegno alle misure in Parlamento ma con l'impegno appena si risolve tutta la questione del nuovo credito e del taglio di capelli del prestito Greco pregresso
Allora tirarle ricorrervi nuova alle urne ecco ma questo non è un passaggio un po'un po'prematuro c'è questa
Questa come dire
Ipotecano di queste elezioni Satta ad aprile con questa situazione con questi partiti mix con questa classe politica soprattutto
Dato dato si è anch'io sono
Fortemente contrario sono alla elezioni non solo inutili ma anche dannose
Perché l'unico risultato che avranno sarà di aumentare nell'incertezza e il distacco tra la classe politica è
La cittadinanza che
Io calcolo un quaranta per cento io i sondaggi parco quaranta per cento
Che si esprimerà con l'astensione voti di protesta o schede nulle e bianche eccetera eccetera e Hayward egualmente col nuovo governo politico e i nostri partners europei ci sarà una completa distacco già coda adesso tra i politici greci dell'Europa c'è una completa
Diversità di linguaggi o cose del con a capire
E per cui evidentemente appunto certe scelte contraddizioni greche banche europee a verranno al pettine sedersi vi è stata una cosa molto molto molto bene che le elezioni ed io so che si stava facendo Galli dei tentativi delle pressioni da parte tedesca ma anche europea al Governo greco perché perché perché ci ripensi non solo ricorrerà prematuramente alle urne
Ma sa c'è una grande
Pressione nel centro destra che sono
Quali sicuri e le vincitori delle tre anche se poi non riuscirà
Governo monocolore
Perché perché
Il Illy del centrodestra sta cercando di raggruppare il suo elettorato come la promessa sussurrata mai ovviamente perché principalmente querelle un mulino a gestire queste quindici mila gli statali dagli anziani entro l'anno centocinquanta mila entro il due mila e quindici per cui
Se l'UNIRE al Governo è ovvio che le sue clientele saranno preservate le clientele degli avversari socialisti segnalano invece sacrificati e questo è il gioco
Cambiare la vecchia
è infatti no perché a questo punto significa non cambiare nulla delle delle cause di fondo che hanno fatto dei tornare la carità raccapricciante per quello fortemente contrario
Alla
Lui avrà
Dopo le elezioni questo Governo di centrodestra che non si sa con chi si allena al Governo perché rimane solo estrema destra è francamente insomma
Da un po'difficile
A
Opposizione di sinistra è infatti questo anche perché mi sembra che dai sondaggi emerga
Per ora al momento anche un aumento dei partiti di sinistra quindi si va incontro anche probabilmente a una o la Regione d'azione con un Pasok che
Ai minimi termini intervalli dei termini perché non si è
Non non si è affrettato a cambiare la leadership dopo il fallimento tra della dalla dirigenza di
Giorgio Papandreu è probabilmente ci sarà è probabile che ci sia anche
No una scissione però ecco una una
Un rafforzamento della sinistra dalla sinistra in Parlamento che poi si tradurrà in
Politicamente non avrà nessun tipo di
Di conseguenza perché questa sinistra non a alcuna volontà di
Fare né opposizione costruttiva da me rappresentare un'alternativa ai due maggiori partiti che si sono alternati al Governo negli ultimi quarant'anni è una sinistra che fa Cogodi prima all'opposizione perché
Va benissimo all'opposizione l'unica cosa che sa fare e l'opposizione
Sintetizza francamente ecco la situazione è politicamente eh
Brutta e diventerà ancora peggio dopo le elezioni ripartiti antistanti euro e anti Europa in Grecia in questo momento ce n'è uno e del Partito comunista staliniano che alcuni sondaggi dannoso tredici quattordici per cento senta è il fronte avanti euro anche uno FAS
A proposito delle delle appunto del del fronte l'opposizione diciamo così a noi chiaramente ovviamente le le le le proteste violente del hanno conquistato le prime inevitabile insomma sappiamo benissimo e vanno queste cose ma quelle proteste che abbiamo visto anche nel negli ultimi mesi negli orari lo scorso poi anche in precedenza poi corrispondono effettivamente a unna un diciamo così a un umore sono diciamo così la la
La punta di una serie di effettivamente di un di un di una di un senso di rivolta oppure sono esplosioni violente per abbastanza isolate
L'otto e sono cippato visto anche la stampa italiana per gli appalti come l'Iran l'esplosione di recupero che leggono sono operazioni di guerriglia urbana organizzata da determina ben precisi gruppi di
Di anarchici e insurrezionalisti i quali sono piuttosto forti Grecia sono forti da far da parecchi decenni contrabbanda ieri infatti lo stesso scenario che è stato applicato a
Stasera mi sembra che era il dodici febbraio la sera in cui sono state date le misure quindi bruciando dicendo di Atene era stato applicato esattamente allo stesso modo nel dicembre due mila otto dopo l'uccisione dell'ex loro questo
Da parte un poliziotto quel senso non c'entra niente con la crisi sono gruppi tout court determinano ben preciso orientamento politico è che con la crisi polemica l'unica differenza è chiara hutu
Qualche tiepido sostegno da parte dei manifestanti pacifici espresse un qualche applauso così di questo genere oppure da cosa molto più importante
Che molti di questi
Anarcoinsurrezionalisti combattenti la blocchi vogliamo chiamarli oramai sono
Fanno parte proprio si sono integrati con con il con la criminalità
C'era un nesso molto molto forte oramai inizio qualche anno fa era era era applicabile nel senso che lo sviluppo TETRA gruppi per un ristoro violenti chiamiamole miliardi
Di di di orientamento anarchico e gruppi invece bande criminali ci sono ancora delle similitudini oppure l'Italia ha preso una strada
Realmente diversa c'è la e c'è un rischio ancora avere idee per l'Italia di minori i di siccome qua si dice no alla le il peggio è passato dal l'abbiamo lasciato alle spalle tu sei d'accordo su questo oppure vedi per l'Italia ancora un rischio Grecia sono diciamo così in soldoni
Allora guardate io credo apprezzo molto il
Il di come si muove il il Governo può anche se bisogna dire abbiamo visto finora la parte peggiore non è da parte dei canali decine dice non abbia visto la parte migliore che a quella dello dello sviluppo
Però come ad esempio lui a una tale carta che è la sua credibilità presso i partner europei per cui se c'è una persona in grado
Di
Dare una battaglia all'interno dell'Unione europea affinché
Questo dogmatismo liberista di stampo tedesco venga sostituito dalla politica aveva più equilibrata più solidale e più
Il lupo plus più
Anche abbiamo la così allora questo è Mario Monti
Il i pericoli lo credo che siano in particolare per l'Italia
L'Italia percorrendo perché i pericoli che sta correndo l'Europa è questo il problema che secondo me i tedeschi non hanno capito compie quei dati dal dalla cattiva gestione della piccola Grecia
Torce euro con il passaggio eccetera eccetera però c'è il pericolo dissolvimento dell'Unione europea che credibilità questo Unione europea che
Oltre alla parte o cultura lei di rigidi che l'odio che si sta manifestando tra nord e sud cittadini europei del nord e cittadino del sud ma anche sulla sua incapacità di gestire
UDC stile la crisi di un Paese più povero e anzi
Io applichi
Gli altri
Ma motivatamente applicando politiche di preparatorie e punitive nei suoi confronti è questo il problema considero è questo
Non è
E contagi ai bond lo spread poi anche a mi trascina anche italiano problema è che proprio non ha abbia credibilità
Oramai questa unione che la gente dice ma che costi ci stiamo a fare che
Tappare
Sì ma lo dicono in parecchi
Ne ha anche riso ma come i nodi stanno venendo al pettine tali problemi molto certe fuori politici
Dei
Europea
I nodi politici dell'Unione europea vedremo se si riusciranno a sciogliere questi nodi anche grazie alle lacrime e al sangue dei dei greci dei greci sono chiamati a versare ancora per molto tempo naturalmente continueremo a parlare di Grecia lo faremo anche cercando di capire se ci saranno meno le elezioni
Noi però oggi però cambiamo argomento ci andiamo avanti con la questa puntata di passaggio sud-est e parliamo di Kosovo il Kosovo che la scorsa settimana come sapete a celebrato la quarto anniversario della sua indipendenza o meno gli albanesi hanno celebrato il quarto riversate loro indipendenza mentre i serbi del nord del Kosovo hanno votato sul referendum che ha come era previsto sancito il rifiuto una grandissima praticamente l'unanimità del di riconoscimento dell'Autorità di Pristina intanto appunto a Pristina però il Governo un Governo che ha speso anche un mio gli oneri in uno spot promozionale sulla sia Nana ha celebrato la quarta riversare della proclamazione unilaterale dell'indipendenza Arthur Nurra
Il primo ministro assunta che ha dichiarato in Parlamento che il diciassette febbraio due mila otto pertanto un evento storico per il costo per i suoi cittadini infine abbiamo trasformato il nostro sogno in realtà
Per raggiungere il grande giorno dell'intervento e abbiamo dovuto lavorare
Dedicarci molto noi oggi ricordiamo il presidente in primo luogo comandante al degli anziani e tutti gli altri comandanti sonda Compaq la libertà
E gli eroi del Kosovo addette al più premiata
Qui nel giorno dei quattro anni per fare dei diventa in cotto ha raggiunto continui successi per quanto riguarda il reddito marcire la politica ma anche per l'economia però prima la sfida era dunque la liberazione di tendenza
Oggi l'obiettivo sembra e per lo sviluppo e integrazione
Infatti dobbiamo aggiungere che per promuovere
Nel mondo l'immagine del controllo che ha celebrato il quarto anniversario dell'incremento io va bene kosovaro ha speso circa un milione di euro per uno spot fino sulle attiene
Su altre TV
Comunque risulta che il Bitto attivazione del corso di una realtà voluta da Belgrado in bocca e per fortuna è vera anche i Paesi che sul punto non ripristina non accettano il fatto che i serbi
Del nord rifiutano l'autorità albanese
In effetti duemiladodici sarà un anno chiave per il Kosovo che l'evoluzione appena chiesto entro
Il trentuno dicembre dello stesso anno la fine dell'intervento è controllata dalla comunità internazionale
Il premier simpatici ha definito il due mila dodici danno loro che
Contro che purtroppo rimane l'unico Stato in Europa di non averne il diritto di prelazione dei rischi è un LEA la più grande missione civile Arcore dell'Unione europea
è in corso dal due mila otto e Costa chiarito ottantacinque milioni di euro all'anno
è
Rapidi definitiva introduzione di Pristina nell'Unione europea è vista come un'opportunità più valida e più migliorando le condizioni di vita dei kosovari e soprattutto per fumare riflessioni etnica
Comunque per arrivare fin qui serve diminuire la corruzione
Diminuire la disoccupazione che arriva al quarantacinque percento lottare contro la clinica organizzare quali con del costo uno scatto che non riesce ancora a camminare sulle proprie gambe nonostante il suo Polverini e nazionali
Chi chiara il programma in corso perché abbia hanno in comune hanno in Comune di tenere tante entrare nella famiglia europea brutte ha in mano lo strumento interventi economici su cui far che
Perché dell'Unione europea però nonna un'opposizione unitaria dal momento che cinque Paesi membri mentre la Spagna Slovacchia Romania Cipro possibili complicazioni intenderci rifiuto di riconoscere il corso
Il cuore della questione e il nord e il costo a maggioranza permettersi e organizzata nelle istituzioni parallele
Che utenti nave a chiunque che dal luglio scorso ha eretto barricate dopo dopo che la polizia kosovare aveva tentato di prendere Incontro COD
I due punti di frontiera combatteva
Fino a scontrarsi duramente con esercito nato
Intanto martedì dopo l'ultimo incontro di novembre scorso ripartito il dialogo tra Belgrado e Pristina chiamate a trovare un accordo sulla formula con cui il Kosovo potrà prendere parte I forum internazionali pur rispettando il rifiuto di Belgrado di riconoscere l'indipendenza di quella che la Serbia continua ricco considerare una sua provincia le posizioni restano distanti Pristina chiede che venga menzionata la sua dichiarazione di indipendenza uno se un ovviamente questa dichiarati inaccettabile da Belgrado il fatto è che senza un accordo anche su altri punti come per esempio l'applicazione delle intese già raggiunte nei mesi scorsi la Serbia rischia di vedere nuovamente bocciata la sua richiesta di ottenere lo status di Paese Candy dato l'adesione all'Unione europea al Consiglio dei ministri degli esteri che si riunisce proprio il ventisette febbraio e che dovrebbe poi essere ufficializzata dalla Consiglio europeo del primo
A marzo insomma quello di martedì scorso è stato a una un già una giornata molto importante in una percorso che la sedia sta portando avanti in attesa appunto delle decisioni di Bruxelles a Marina si corra
I media serbi hanno qualificato la giornata dei martedì come di idee nella perdi acché il prossimo mese Chiappetta una risposta positiva relativa allo stato di candidato all'adesione
Ditemi perché martedì e dovuto proseguire l'ininterrotto dialogo tra Serbia e Kosovo
Secondo i media fermi sul cammino europeo della Serbia continua ad esserci l'ostacolo principale che
La irrisolta questione del Kosovo
Il Kosovo e il grande buco nero e così sarà anche la Grecia che falliscono le
Riforme politiche ed economiche scrive in questi giorni il giornale il dipendente ex prescelti e questo articolo è stato riportato da tutti i media fare due novità della ripresa del dialogo tra Belgrado e Pristina
Ma come chi scrive il quotidiano di gabbie avviene il ritardo della delegazione di Pristina Bruxelles martedì dove doveva iniziare il dialogo dopo due minuti di sospensione a aumentato la già pervenga atmosfera
L'obiettivo del dialogo tra le due parti e quello di raggiungere un accordo sull'amministrazione integrata e i posti di confine sullo status regionale del Kosovo
Terza questione Emilia libera circolazione che l'atto che il cuore e dell'EULEX in Kosovo fecondo l'articolo al dipendente
L'Occidente ha investito cinque miliardi di euro in Kosovo dove il tasso di disoccupazione e del quarantacinque per cento in questo modo il Paese dipende dall'aiuto internazionale
Vi fioriscono però corruzione criminale traffico di armi di droga nonché traffico di esseri umani scrive il giornale delle tende riferendosi I rapporti di euro poco
In Kosovo ventuno attacco da fa l'Unione europea l'ONU nel Governo l'ambasciata americana o la mafia tutte le decisioni del Parlamento il quale diritto nel clan oppure quelle del Governo inefficace
Possono essere abolite dal rappresentante della comunità internazionale
L'articolo non sorprende soprattutto per il tanto che laddove FIAT
Era pronta ad appoggiare lo stato di candidato della fermi ancora lo scorso dicembre e anche ha detto rileva e Belgrado con il suo impegno per trovare una soluzione relativa al Kosovo generica questo festa
Il ministro degli esteri francese garantite permetterlo innovativo parla altrettanta a favore dello status di candidato alla Serbia
Anche dalla Repubblica Ceca arriva il sostegno alla candidatura serba e i vertici c'è qui ritengono che lo Stato di candidato non deve essere legato alla questione del Kosovo
Va detto anzitutto a un nuovo attacco è emerso qualche giorno fa
Quando secondo le informazioni immediati che il Governo di Pristina ha inviato una lettera all'Unione europea in cui il Kosovo acuta la ferrovia ieri fallimento del dialogo
E invita l'Unione europea di non dare lo status di candidato alla Serbia
Questo ha subito provocato reazioni da parte di Belgrado
Che vede la lettera come una prova che la candidatura serba e questione politica e non una questione di adempimento di criteri Bruxelles invece dichiara
Dino ammettere a conoscenza di questa lettera
Tra la Serbia e l'Unione europea non c'è di mezzo solamente il Kosovo ma c'è anche una presenza ingombrante come quella russa la Russia è tradizionale ammicca alleata della Serbia di militanti sono storicamente
I legami politici e culturali da Mosca si fa sapere di vedere di buon occhio che Belgrado abbia nuovi amici a patto che non dimentichi quelli vecchi ancora Marina sicura gli ambasciatori rotto al con
Ha detto che la Russia non è contraria al fatto che la per gli anni nuovi ambiti ma che non sarebbe buono che quindi non implichi di quelli vecchi e che deve valutare bene quale cara ristretto della VIA verso l'Unione europea
L'occasione Acaccia che è stata la consegna del premio che la città arricciata
All'ambasciatore Ruzzo con lui ha ricordato che la terra del CIACE e Somalia dettata bagnata dal sangue del suo popolo il quale differite i serbi da quelli che sono venuti ad ucciderli e saccheggiato
Stanno bocciando nuovi germogli di fascismo e di tutto quello contro il quale si è combattuto nella più atroce guerra della storia detto con inutili aprendo la via di Ciaccia che porterà il nome dell'armata russa
Però
L'ambasciatore Lucio ha sottolineato che la Russia e nei primi partner come sociali ed economici della Serbia e questa collaborazione sempre più forte
Inoltre secondo quel modello il legame anche di cultura la dizione e di fede ortodossa
La decisione di conferire il premio
Ambasciatore lutto dettata preveda da parte dei Consiglieri dell'Assemblea di Jean Jacques a causa del suo contributo straordinario della collaborazione fra le ditte diciamo giacché quelle russe nel settore edilizio ed agricolo
Il legame tra Roussel Serbia a che fare sicuramente con la cultura la tradizione e la comune F North fede ortodossa ma guarda anche rapporti commerciali ed economici appunto come ricordava l'ambasciatore russo la Russia e tra i primi partner della Serbia lo dimostra anche la gli accordo l'accordo sul gas e proprio ieri il numero uno di gas promana Alexey Miller ha incontrato a Mosca il direttore di Serbia casa Duce Anna abbaiato vice per colloqui che erano tutti incentrati sul progetto del gasdotto South Emma con Belgrado sottolinearne una nota di gas Roma è attesa entro breve la firma di un accordo per i lavori di progettazione detratto servo del gasdotto nell'ambito del progetto tra l'altro a fine a fine due mila e undici sarebbe stato in house dato il deposito sotterraneo dibatta scrivo orrende grazie al quale la Serbia potuto affrontare i picchi di Donadi domanda nel periodo di Fred eccezionale che si è da poco concluso la Serbia e i Balcani naturalmente non interessano solamente alla Russia ma e di recente negli anni recenti anche alla Cina ma continuano ovviamente a interessare anche agli Stati Uniti a Washington non a caso nei giorni scorsi il vice Segretario di è stata americano William Burns ha svolto un mini Turra andando recandosi a Pristina a Belgrado e a Zagabria nel corso di questo viaggio e nel corso anche degli incontri che ha avuto con
I vertici politici dei singoli Paesi ben sa ha detto che Serbia e Kosovo devono avere un approccio più flessibile nei colloqui a proposito del modo in cui il Kosovo può essere rappresentato nei forum regionali che come dicevamo
Coffa riguardare sulla un nodo centrale punto nella proseguimento dei colloqui tra Pristina e Belgrado l'importante ha detto borghese che si è raggiunto un accordo accettabile per entrambe Lepa
Sentiamo ancora sul questo questo obbligo balcanico di Boris Marina sicura invitati uniti e di partner europei hanno detto che entrambe le parti stanno cercando di avere un approccio più possibile
E costruttivo perché il costo possa partecipare
Ai forum internazionali e regionali
Per tale motivo bisogna approvare una formula che è stabile per entrambe le parti ha detto il vice Segretario di Stato americano nella R. TV Kosovo
Al fine dell'attuabilità Pristina Brenta detto che i colloqui con Belgrado devono continuare rilevando che il popolo del Kosovo deve valutare da solo quale loro interesse nazionale
Una questione sensibile e complicata avvertito gran
Ma la cosa più importante è capire che Pristina deve mettere a rappresentata nelle iniziative internazionali e che devono essere poste le basi per la collaborazioni con l'Unione europea
In questo senso Brenta valutato che il Kosovo deve essere rappresentato pari diritto con gli altri Stati
Secondo la sua opinione in cotto voi è stato raggiunto grande progresso per quanto riguarda il tetto dei diritti umani delle libertà
Ha ribadito che in pratica tutti retta non schierati a favore dell'indipendenza del Kosovo e della sua integrità
Nell'ambito della sua visita in Kosovo il vice Segretario di Stato americano abitata anche il Monastero vi accanite il luogo di culto della fede ortodossa serba in Kosovo
Gli ettari uniti appoggiano al fortemente la candidatura della Serbia dell'adesione all'Unione europea e questo obiettivo si trova a portata di mano detto Branca a Belgrado
Sottolineando credo l'importanza del proprio in un momento del dialogo a Belgrado e Pristina
Il vice Segretario di Stato americano ha affermato che l'obiettivo serbo
Di ottenere la candidatura irraggiungibile nelle prossime settimane e anche più gli Stati Uniti hanno
Non hanno una voce nell'Unione europea ha promesso che un working comparati tutto il possibile per incoraggiare questa decisione
Venerdì scorso branca incontrato avete abile perdite per Bobo ristabilisce il premier nei quattro mercoledì e il Ministro della difesa Dragan sfruttano
Il tema principale che è stato lo stato di candidato all'adesione della Serbia
In una intervista alla tv serba R. cliente alla domanda negli Stati Uniti appoggeranno l'azione di Pristina di stabilire comporta
Gli Abbate al nord del Kosovo
Ha risposto che l'utilizzo della porta da nessuna parte non sarebbe utile ma al contrario controproducente
Ha aggiunto che bisogna dedicarsi al dialogo e ha ribadito che è stato raggiunto un progresso finiti cattivo che lo status di candidato della Serbia è a portata di mano
Si è detto consapevolezza che per quanto qui per questo
Ci vogliono decisioni e parti difficili macchinari europea e possibile via prima antiamericana sottolineato che carente della pecca Unione il proseguimento del dialogo tra Belgrado e Pristina
A proposito di dialogo sabato scorso nella Repubblica Ceca nel castello Dilani vicino a Praga sia svolto un vertice informale tra quattro Presidenti oltre naturalmente al padrone di casa il presidente ceco Vaclav la clausola c'era il presidente slovacco Ivan Gasparro vice e il presidente croato Ivo io sì pollice quello serbo Boris tardi cioè
Quattro capi di Stato hanno giudicato positiva una questa iniziativa e hanno detto che verrà ha continuato verrà ripetuta Gasparro vice da parte sua ha sottolineato come ha ricordato come la Croazia tra breve diventerà il ventottesimo Paese membro dell'Unione europea e si è detto convinto che la Serbia al Consiglio io europeo di e marzo avrà finalmente lo status di Paese candidato all'adesione e secondo Kasparov vice la Croazia la Serbia sulle due Paesi chiave dei bancari Paesi che decidono sul futuro dei Balcani occidentali di questo in tre importante che prosegue tra l'altro anche un'intensa attività di relazione bilaterale e regionale portata avanti fino al momento della sua e del suo insediamento dal presidente Prato io voglio si pulisce che ha trovato tra l'altro va detto anche
Nel suo omologo salvo restare dice un interlocutore disponibile ecco di di questo incontro di sabato scorso sentiamo sempre Marina si corra
Il Presidente per voi tali ci si è detto convinto che l'adesione della Serbia all'Unione europea sarà prima di tutto utile alla Serbia
La posizione dell'affaire biechi e l'adesione all'Unione europea significa investimento l'adesione è un contributo ha detto tanti
Il suo collega slovacco ha osservato che l'Unione europea non può condizionare lo stato di candidato all'adesione della Serbia curling riconoscimento del Kosovo
E a rilevato che la Serbia deve essere valutata invade all'adempimento delle condizioni e non in relazione alla questione di Pristina la tua opinione è che il Kosovo non deve essere
La condizione di ottenimento dello stato di candidato e condivida da parte di tutti i partecipanti di questa
Riunione in cui bilaterale
Il Presidente croate in quegli articoli da parte sua ha confermato che il riconoscimento del Kosovo non è una condizione per lo Stato mai indicato che l'Unione europea
Segue lo sviluppo della situazione e che avrà le tue aspettative a riguardo della questione
Sapete che l'apertura dello stato di candidato non è stata condizionata dal riconoscimento il PRA ottimi rapporti politici dimostreranno in quale direzione rivolgerà la situazione e quindi
Alla fine l'Unione europea
Sicuramente formulerà le tue applicative voglio soltanto ricordare vitto e la Croazia oltre ad adempiere
La chi aveva anche condizioni politiche chi doveva rispettare e noi l'abbiamo fatto non certo che anche la Serbia lo farà ha detto io nipponici
Il Presidente serbo Boris Tadic a ripetute invece che la perdiamo non ne riconoscerà il Kosovo
Affermando che la Serbia battuto avendo presente la propria Costituzione e le leggi che garantiscono il funzionamento del sistema sul territorio e dell'Europa od orientare
Pristina che comunque e in sintonia con tutti i principi europei ma sicuramente non riconoscerà Kosovo indipendente
Va detto che il Presidente Cecco pastrocchio out a convocato
La riunione informale dei Presidenti delle Slovacchia classe Serbia perché ritiene che questi quattro Paesi hanno certe similitudini e temi comuni nel nuovo contesto europeo
Noi in Croazia ci impegniamo per i nostri vicini è in pieno al più presto nei progetti europei e alla Serbia spetta di adempiere le condizioni
E di costruire pian piano con il Kosovo delle relazioni migliori rispetto a quelle attuali ha detto di quegli atti province
Alla riunione si è parlato anche di uno dei temi più importanti per l'indiretta della Croazia all'Unione europea vale a dire del processo di ratifica dell'accordo di adesione dei singoli Parlamenti degli Stati membri dell'Unione
Il Presidente cerco d'acqua
Out per quanto riguarda la Repubblica Ceca
Ha detto che il suo Paese per ratificherà l'accordo croato e che qui non vi è alcun problema
Ha precisato che la nuova che è stata più veloce infatti la gola che il primo Paese che ha ratificato ma secondo applausi e casuale tanto nella Repubblica Ceca lo ratificherà
Da aggiungere anche dopo largo avanti e il secondo Paese a ratificare dettata l'Ungheria poiché ti ma nascosta la ratifica importante della Camera dei deputati italiana
Infine lo scorso venerdì alla lista dei Parlamenti che hanno già ratificato l'accordo approvato i è aggiunta anche la Bulgaria
E gli occhi croati sono puntati ora sul Senato italiano
Che ratificando l'accordo porterà l'Italia ad essere il primo grande Paese dell'Unione europea a compiere l'ultimo Patto necessari affinché la prassi apposta
Diventare a pieno titolo il ventottesimo Paese membro dell'Unione europea
Io proposito di cooperazione regionale in particolare nei Balcani occidentali parliamo di Albania e Montenegro che hanno migliorato le loro relazioni bilaterali anche attraverso alcune iniziative concrete come per esempio la gestione Congiu punta delle frontiere che per ora un caso unico nei nei Balcani e anche accordi che riguardano la propria ne ambientali in particolare per quanto riguarda il lago di Scutari tutto questo con il sostegno attivo anche da parte dell'unione europea ce ne è parlato un'ora
Dobbiamo informare che i funzionari di input scorretta capitale del Montenegro che era una capitale dell'Albania possono ritenersi soddisfatti perché tutti che il prezzo in cui inviti per una virtuosa e cooperazione tra questi due
Stati confinanti sono già
Infatti adottati
Inoltre anche le relazioni politiche risulta non che cotti quelle economiche migliorando di giorno in giorno alle frontiere possono essere De Cicco Clemente attraversato con la sola carta d'identità biometrica
In modo concreto dobbiamo dire che tra i due Stati IST persino un Comune comune appunto di frontiera Carlo unico impalcato
In effetti con l'aiuto dell'Unione europea è stato aperto il più moderno valico di frontiera di tutta la regione e nello stesso edificio
Alloggio naturalmente doganieri e pulizia dei due Stati il che ha migliorato significativamente secondo le autorità la lotta all'Arco viltà organizzata
Il termine montenegrino Igor Lucchini ha ritenuto che ci sia ancora spazio
Sufficiente che migliorare ulteriormente la cooperazione aggiungendo che i processi di integrazione sono stati valutati
Sulla cooperazione regionale e la cooperazione pedonale invade sulle buone relazioni tredici
Invece secondo il suo omologo premi Bernardo niente liberista
I due Paesi devono affrontare nel migliore dei mondi possibili delle norme le risorse spie venerdì comuni quell'ago discutere vecchiume Poiana e del massiccio di Coccoli Elia
Che quattro più importante è stato compiuto e verso la programmazione dell'ago discutere come riserva della biosfera facendo sì il più grande lago dei Balcani però ha posto sotto e la protezione dell'UNESCO è un bravo un valore mondiale
Tutto paralizzato con il supporto importante dell'Unione europea Cametti inc quei fondi IPA
Questo impone sono rivolti principalmente al collegamento stradale pensandoci che attraverso l'Albania il corso quando sarà terminato di realizzazione dell'autostrada e da qui
Piena frontiera come attende
Sarà molto più facile e veloce percorrere la tratta codici a Belgrado
I due problemi dall'altra parte si sono accordati anche per l'introduzione di una linea di collegamento non vale
Sul lago discute contro per il realizzazione di una serie di progetti nell'ambito del turismo nautico meno attraverso filo
E infine come abbiamo annunciato nel sommario dedichiamo l'ultima parte della di questa puntata di passaggio sud-est all'Albania a all'Albania per parlare prima di tutto del dell'immigrazione albanese in Italia
Anche dei cambiamenti demografici avvenuti in Albania negli ultimi negli ultimi anni tratto due questioni che poi hanno anche dei legami tra di loro e poi anche parliamo del peso che il il periodo di lungo periodo della dittatura comunista continua vere anche sull'Albania moderna il ventun febbraio è stato celebrato l'anniversario dell'abbattimento della Stato del dittatore Enver Hoxha a Tirana di questo periodo si è aperto anche un museo per ricordare le tragedie il periodo della dittatura comunista dittatura comunista che continua a far litigare le forze politiche in particolare il centro del strada e il centrosinistra con reciproche accuse di aprire scheletri nell'armadio rispetto appunto al passato regime di tutto questo ci parla attorno ora
Tutti nell'informare sull'Api sui albanese questa volta vorrei parlare dell'immigrazione albanese in Italia
In effetti devo informare sull'evento considerato come una prima giornata nazionale
Sull'emigrazione albanesi in Italia quali eccetera attirando il due marzo presso il
Della università mediterranee dell'Albania a titolo dati riflessioni politiche prospettive future
Infatti le iniziative organizzate dalla Rete albanesi in Toscana e ha il patrocinio dell'ambasciata italiana a Tirana e del Ministero intranet del lavoro degli affari sociali e delle pari opportunità
Gli organizzatori fanno sapere che saranno presentati da chi nuove prospettive inedite sui numeri degli albanesi in Italia gli elaborati dall'esperto albanese arando decoder
La giornata dopo i saluti dell'Autorità partirà con un radar presentazione didattiche nomi sulla presenta il pane che in Italia e proseguirà con le politiche italiane in materia
Il ruolo degli enti locali nel percorso di cooperazione e immigrazione tenta tralasciare anche l'importante ruolo che i media hanno giocato in questi vent'anni dell'attore iniziative albanese
A parlare di questo ultimo argomento accertata rari redattore ricatto stadio
Giornalista de la Repubblica e a seguire una seconda sessione di lavori emergerà la prospettiva delle strategie governative in materia di immigrazione in un confronto con i direttori generali dei ministeri albanesi comporta
Nei tempi negli ultimi anni riaccende i conti crescente uno dei temi più caldi della discussione sulla cooperazione internazionale riguarda le strategie di successo per i progetti di rientro degli emigranti
Di questo si parlerà nella terza parte della giornata dove colpirà i vari esperti che saranno anche alcune buone pratiche di rientro in Albania
Noi dobbiamo ricordare che nell'ultimo decennio la fuga degli albanesi all'estero sembra e è stata consistente
Infatti gli abitanti sono diminuiti di oltre duecentotrenta mila unità Quetta Cimpello affermano i dati del dell'istituto delle statistiche statale in Albania che ha pubblicato di recente
I risultati preliminari del ultimo censimento in Albania
Attualmente in Albania vivono due milioni ottocentotrentuno abitanti nel due mila
Che tratta di un quadro di ricette virgola sette per cento per la prima volta nella storia però la popolazione che vive nelle città supera quella delle zone rurali
Secondo i dati cinquantatré virgola sette per cento ambita in a urbano
Intanto cercando ancora sulle varia nel tornare indietro commenti politici
Dobbiamo dire che il ventuno febbraio mille novecentonovantuno è stato ricordato nella storia il dominio dei commi il giorno del crollo della statua telespettatore neurologia
E questa nota redatta avuto anche una carica politica tra le parti
Allora il susseguirsi di quegli eventi che hanno avuto luogo in piazza Scanderebech hanno messo l'Albania all'attuazione della comunità internazionale
Il coro copia della statua diventano già assegnato la rottura con il passato all'inizio di un anno qual era del post comunismo oppure della democrazia
Invece in parola e concrete posso ricordare che dal diciotto fino al venti febbraio mille novecentonovantuno sono stati i giorni in cui gli studenti hanno iniziato lo sciopero della fame
Hanno chiesto l'uscita di chi parla di nuove e innovative di calcolo perché rosa
Fino a quel momento infatti con le società pubblica portava il nome del leader comunista in deroga
Gli studenti sono state sostenute da migliaia di cittadini di Tirana e di tutte le bambine con uno slogan fare l'Albania con il resto dell'Europa che durante quell'anno divenne il simbolo delle proteste degli studenti e dei cittadini dichiara
Comunque per tutti a me dire che con la fine della seconda guerra mondiale sotto la spinta del movimento
Nell'intento antifascista guidate dei Comuni nel Paese è stata proclamata la Repubblica popolare con a capo di Roger dittatori ispirato al modello staliniana
Tuttavia ne possiamo dire che al prosieguo della rottura dei rapporti con le Unione Sovietica negli anni settanta
E con la Cina negli anni settanta il Paese titolato dal resto del mondo inaugurando un periodo di autore sia se non ricordo che l'ha portato alla Spagna azione economica produttiva
E in concomitanza con la caduta dei regimi comunisti non OPA al crollo delle istituzioni e a una profonda destrutturazione dell'aspetto sociale
Disoccupazione e quindi ne hanno lasciato spazio al rafforzamento della malavita organizzata da una disordinata migrazione verso il mondo economicamente ha vantato
Soltanto dopo il due mila si è cercato di contenere questi assolve stimata mediante accordi tra il Governo locale e i Paesi di destinazione per cui soprattutto anche in Italia
Invertita in pieno da questo fenomeno a causa della vicinanza tra le corse dei due Stati
Comunque bisogna affermare che fin dall'inizio del nuovo Tenco innato un accelerato avvicinamento all'Occidente a cui corrisponde
Infatti oramai bravi a un membro della NATO questa pronto per un suo eventuale futura adesione a pieno titolo all'Unione europea
Invece nell'ottica attuale posso informarvi che nella capitale albanese ci sono organizzati una serie di attività a cui al capo sono scarti di politici
Presso il Museo Nazionale distoniche inaugurato il padiglione del terrore comunista
Dove è stato praticamente il Primo Ministro Sali Berisha la Presidente del Parlamento incrinato Pallicca altri in cui
Non si sono visti politici della sinistra all'opposizione
Infatti questo padiglione sono esposte cotto documenti oggetti personali dei prigionieri e dati sconvolgenti riguardo questo categoria di persone alcune delle quali
Sono molti nelle carceri della dittatura comunista
Si è prevederebbe niente liberiste che il leader dell'opposizione dirama hanno scambiato inquietante dell'accusa uno ad altro
Berisha debbo oramai pieni dei comunisti stanno ostacolando la via dell'integrazione europea dell'Albania aggiungendo che non saranno mai in grado di interrompere per sempre la volontà nella società albanese verso l'Europa
L'idea deputati del partito democratico di Berisha tramite interventi nelle aule del Parlamento oppure in diversi studi e ci siamo
Menzionando il fatto che il padre di Rama acuto un carico importante durante la dittatura hanno ha parlato che lui chiedeva scusa al popolo albanese
Invece
E dirama ricordando il fatto che il premier derise a Formello del Partito Comunista di allora ha replicato dicendo che purtroppo del bambino ancora sotto il dominio
Di un ex segretario del partito comunista che non cambia ma
Insomma il passato che non passa o che si preferisce non far passare accessi magari tende piegarlo a piegarlo alle contingenze del del presente come strumento di polemiche e di battaglia politica avviene in Albania viene e ne sappiamo qual cosa anche anche in Italia siamo arrivati al termine anche di questa puntata di passaggio a sud da est realizzata come sempre con la collaborazione dei nostri corrispondenti Marina si corre e Arthur Nurra potrete potete ritrovarvi ascolta la scaricarla Enna podcast su Radio radicale punto it ti nella Sezione delle rubriche dove trovate anche
Nella pagina dedicata posate sud-est anche tutte le puntate precedenti vi ricordiamo anche il nostro blog passaggio sul destro da ma se l'indirizzo passo destro punto blog Spoto punto o comma per
Discutere se volete dei temi che trattiamo in trasmissione più in generale delle questioni che riguardano la situazione una realtà con dica dell'Europa sudorientale ci fermiamo qui però oggi ci risentiamo fra sette giorni grazie per l'ascolto un saluto da Roberto Spagnoli una buona giornata in compagnia di Radio Radicale